#Spiegatobene da… Massimo Drago: “Florenzi? Può essere l’alter ego di Nainggolan”

11

#SPIEGATOBENE – Analizzare, approfondire, sviscerare, insomma… spiegare bene. È questo l’intento della rubrica di Romanews.eu che vi offre una nuova chiave di lettura per capire a fondo l’argomento del giorno in casa Roma. Lo faremo attraverso l’opinione di un personaggio illustre, del mondo del calcio e non. Oggi è il turno di Massimo Drago, ex tecnico del Crotone che ha allenato Alessandro Florenzi in Serie B.

Qual è il vero ruolo di Florenzi?
È un ragazzo che può giocare dappertutto. Dà il cuore e rende in tutti i ruoli. Però, per la mia esperienza personale, lo farei giocare più vicino alla porta perché quando calcia è sempre pericoloso. Rende benissimo a centrocampo perché ha dei tempi di inserimento pazzeschi e sa sempre trovarsi nel posto giusto. Lui è nato come mezz’ala, io lo farei giocare lì, ma nel nuovo 4-2-3-1 che sta usando Di Francesco lo vedrei bene anche come trequartista in assenza di Nainggolan.

È limitato da terzino destro?
Lo può fare perché i terzini di Di Francesco sono molto mobili e attaccano la fascia però in quella posizione perde tanto in zona gol. Detto questo lui il ruolo lo sta interpretando bene con le sue qualità.

La sua duttilità è anche la sua maledizione?
Questo è un discorso che è sempre stato fatto per questo tipo di calciatori. Delle volte avere tante qualità significa poi non eccellere in nessuna. Lui invece ha il calcio nella testa e nel sangue e sa esprimersi ad alti livelli in tutti i ruoli.

A Roma si parla tanto del suo rinnovo: Florenzi merita un contratto da top player?
Secondo me si. Oltre alle qualità tecniche ha anche un valore simbolico. Potrà essere la bandiera della Roma per altri 10-12 anni come Totti e De Rossi. Visto che di bandiere ce ne sono poche nel calcio di oggi io me lo terrei stretto.

Dario Moio

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

11 Commenti

  1. Fossi Monchi lo userei per fare la plus-valenza che serve a giugno, prima che sia troppo tardi.
    E’ discreto in alcuni ruoli, ma non eccelle in nessuno.
    E si è anche montato la testa.

  2. Ma forse io vedo altre partite …Florenzi un buon giocatore nulla di più ! Rinnovo a cifre giuste non esagerare buona riserva nella Roma titolare al Crotone non sa difendere ma non è colpa sua non sa fare un cross il passaggio indietro la sua specialità venderlo X far soldi se qualcuno abbocca !!

  3. Buon calciatore, crede di essere chissa chi per colpa della piazza che lo ha gonfiato troppo ma rimane pur sempre un buon calciatore. Sicuramente non è uno che ti fa fa re il salto di qualità. Sacrificabile a giugno senz’altro.

  4. Si crede overmars ormai. è un giocatore buono, non è un fenomeno in nessun ruolo. La porta non la vede, la fase difensiva non è il suo forte. Corre e ha fiato, ma è disordinato e impreciso nell’ultimo passaggio. Per carità, per me in rosa ci può stare ma addirittura un rinnovo da top player è una follia, non siamo il Manchester United.

  5. dopo totti per me florenzi e de rossi valgono quanto under o l’ultimo della primavera quindi….lo sacrificherei volentieri a giugno piuttosto che cedere alisson radja pellegrini manolas o strootman..se proprio dobbiamo visto ormai che non possiamo farne a meno di vendere

  6. Purtroppo Florenzi non si è ripreso dall’infortunio e il ruolo da difensore esterno lo può fare solo nel campionato italiano. Come attaccante è più forte e crossa decentemente. Inoltre è l’ultimo italiano in squadra e cederlo vorrebbe dire diventare l’Inter-nazionale. Va ceduto solo a patto di inserire altri 3 italiani anche primavera.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here