Spalletti: “Rinnovo? Conta quello di De Rossi. Kessié diventerà fortissimo” (FOTO e VIDEO)

0

CONFERENZA STAMPA – Si avvicina il match tra Roma e Atalanta. Quest’oggi alle 15.00, mister Spalletti si è presentato in conferenza stampa nel centro sportivo Fulvio Bernardini di Trigoria per introdurre ai giornalisti presenti la sfida in programma sabato allo stadio Olimpico.

Da Trigoria
Martina Spaccatini

LA CONFERENZA STAMPA

Calicchia, Roma tv
Rispetto all’andata con l’Atalanta, com’è cambiata la Roma?
Secondo me siamo cresciuti, abbiamo sbagliato il finale di partita mentre gli avversari sono stati bravi. Ci sarà bisogno di una grande Roma, sono convinto che ci faremo trovare pronti”.

Paesano, Roma Radio
Secondo lei quanto pesa l’assenza di Gomez all’Atalanta?”
“Pesa molto, è un calciatore da grande squadra. Per noi se manca il Papu è un vantaggio”.

Mangiante, Sky Sport
Closing del Milan?
“I cinesi sono realtà del calcio mondiale. Vogliono dare visibilità al calcio, hanno visto che attraverso il calcio possono dare risorse al proprie paese, prospettive nuove e il fatto che siano venuti a prenderci una società come il Milan dove Berlusconi è stato un rivoluzionario per il calcio moderno, ha dato un marketing maggiore, ha usato i calciatori per creare da una società calcistica un’azienda calcio. Loro sono proiettati verso il futuro. Sarà difficile creare un Milan dell’era Berlusconi. Loro non sono soltanto venuti a prenderci società importanti, ci hanno portato via giocatori importanti. Se noi con il nostro calcio si crea l’interesse a livello mondiale è segno di qualità da esportare”.

Mangiante, Sky Sport
La Roma ha dimostrato di essere in grado di ridurre il gap, è difficile rimontare la Juventus anche se andrà avanti in Champions?
“La Juve ha giocato una partita perfetta, per certi versi incredibili concedendo il minimo a una squadra che ha talenti e qualità offensiva come nessuno. Dove gli altri si sono presi il vantaggino è venuta fuori la qualità del campione, come Buffon o un difensore. Hanno avuto una completezza di comportamento che ha determinato una grandissima partita. Loro hanno fatto vedere una gestione e un modo di affrontare tutto il campionato, la squadra, Allegri, la società. Si sono preparati la strada su tutto, hanno evidenziato una traccia da percorrere all’inizio e la stanno portando avanti nel migliore dei modi. Noi abbiamo fatto il nostro dovere, anche il Napoli. Nel confronto hanno avuto la meglio ma abbiamo fatto vedere che c’è un modo per provare a stare a ruota a questo battistrada che è la Juve. Non danno sensazioni di flessione, non sappiamo se arriveranno in fondo in Champions e se questo potrà creargli problemi in campionato. Ci sono le motivazioni, il numero dei giocatori che sentendosi in due competizioni alimenta la possibilità di essere utilizzati, mentre se poi hai meno partite qualcuno può essere più scontento sentendosi più riserva. E’ un discorso che si può valutare solo strada facendo, non possiamo dire cosa sarà nel futuro andando avanti in entrambe le competizioni”.

Maida, Corriere dello Sport
Questa crescita della Juve a livello internazionale, rivaluta il campionato della Roma, può orientare il suo futuro?
“Il mio a cosa si riferisce? Il mio contratto non è nell’uovo di Pasqua. La matematica non ci vede fuori, noi restiamo applicati nel finire al meglio possibile la nostra corsa, per il momento lascia aperture”.

Parisi, Centro Suono sport
Le condizioni di De Rossi ed Emerson Palmieri?
“Palmieri non verrà convocato, De Rossi si sta curando, dobbiamo vedere i miglioramenti, io spero di averlo fortemente a disposizione perché è un calciatore importante”.

Fagnano, Rete Sport
Gomez è un vantaggio per la Roma, un giocatore che ha cercato in passato. Sarebbe funzionale al suo gioco? Poi un giudizio su Kessié…
“Preferisco parlare di Perotti, Salah, ma posso dire che il Papu è un giocatore che ho guardato con attenzione quando ero allo Zenit, è forte, se ci fosse stata la possibilità lo avrei preso con me. Abbiamo preso altri giocatori, forti lo stesso. Kessié è un giocatore forte, se arriverà in casa Roma potrebbe diventare ancora più forte. L’Atalanta ha già venduto un paio di giocatori di livello, complimenti al lavoro di Gasperini”.

Ziantoni, Tele Radio Stereo
Esiste un qualcosa, oltre al trofeo a convincere Spalletti a restare a Roma?
“Esiste un mio modo di ragionare, esiste un percorso fatto dove tu fai delle valutazioni, ti rendi conto di molte cose, trai le conclusioni e dici quello che sarà. Tenendo conto di tutto, non fregandosene di niente. Per quanto mi riguarda si va in fondo al campionato. Il contratto di De Rossi è importante, è un giocatore forte, se non ce l’hai lo devi andare a cercare fuori. E così si corre il rischio del pentimento che hanno avuto i dirigenti del Milan quando hanno visto Pirlo passare alla Juventus, queste sono le cose fondamentali per dare forza alla società. Di allenatori bravi ce ne sono tantissimi”.

ROMANEWS.EU SEGUE L’EVENTO IN TEMPO REALE

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here