NOTIZIE AS ROMA – Il tecnico giallorosso, Luciano Spalletti, presenzia in conferenza stampa quest’oggi alle 15 presso il centro sportivo di Trigoria, per presentare la sfida di sabato contro l’Empoli.

Da Trigoria
Daniele Moretto
(In redazione: Torre)

LA CONFERENZA STAMPA 

Censi Roma Radio. Rischio pensiero al derby?
“Penso a Roma-Empoli, è sicuramente il miglior modo di preparare quella partita lì anche se può sembrare più importante”.

Paonessa, Roma Tv. Rientro dalle Nazionali?
“Sono tornati tutti molto bene, a parte Daniele. E’ tornato con un ematoma. Bisogna valutarlo di volta in volta, cammina un po’ meglio ma bisogna vedere. Penso domani sia difficile vederlo a disposizione. Gli altri si sono allenati bene, sono fiducioso anche se un po’ di fatica dal viaggio l’hanno fatta”.

Mangiante Sky Sport. Grenier può giocare?
“Questa è un’altra cosa. Veniva da questo problema al ginocchio, lo abbiamo lasciato fermo in questa settimana. L’ho rivisto ieri, è da ieri in gruppo. Sono valutazioni che vanno fatte piano piano”.

Mangiante Sky Sport. Monchi garanzia di crescita?
“Per noi il futuro è la partita di domani. Io non ho parlato con la società di niente. Il mio ds è Ricky Massara. Bisogna avere rispetto per quelli che hanno lavorato bene. Ho avuto due direttori, come Sabatini e Massara. Massara è una persona squisita, una qualità di intendersi di calcio che secondo me a disperderla sarà qualcosa che poi manca alla Roma. Su Monchi mi dicono che è un grande professionista”.

Serafini Il Tempo. Cosa vi siete detti con Pallotta?
“Abbiamo parlato di tante cose, è stata l’occasione di dirgli di persona quello che ho sempre detto a voi. Il contatto diretto è la cosa più importante. Quello che mi ha detto lui bisogna chiederlo a lui”.

D’Ubaldo Corriere dello Sport. Quale il ruolo di Baldini in questa Roma?
“E’ un modo di deviare l’attenzione al quale non partecipo. A me l’organigramma non interessa, a me interessa la partita di domani. Niente deviazioni, dritti verso la partita”.

Pugliese Gazzetta. Nainggolan a riposo?
“Potrebbe essere un vantaggio da dare agli avversari che vista l’importanza della partita preferisco non fare, sono considerazioni che tengo per me”

Parisi Centro Suono Sport. Per chi tifa domenica?
“Ho molti difetti ma una dote, non vado a gufare nessuno. Devo soprattutto lavorare in maniera professionale e fare il mio fatto bene, e se ci riesco benissimo. Guarderò attentamente perché ci sono grandi allenatori e grandi giocatori. Sarà uno spettacolo di grande livello. Al San Paolo gremito sarà più bello assistere, se posso ci vado”.

Fagnano Rete Sport. Totti, quante ne può giocare?
“Ne può giocare diverse, dipende da quello che è il tipo di partita ed il momento che sta attraversando. Lo considero dentro la squadra come tutti gli altri. Faccio il mio lavoro e vado poi a decidere. Anche in futuro sarà così”.

Ziantoni Tele Radio Stereo. Arrivare secondi accorciando il gap dalla Juve può essere una vittoria?
“Secondo me, quando si guarda a dei percorsi fatti si può dare la valutazione che si vuole. Il percorso dice che tragitto è stato fatto. Io se non vinco non rimango. Vincere vuol dire vincere un titolo. Il mio è sempre stato quel discorso lì. Fare tanti punti sarebbe un piacere. La Curva ha deciso di entrare, spero di non leggere delle offese come le ulime volte. Ogni qual volta la palla andrà fuori io mi girerò verso la Sud e me la voglio gustare perché mi è mancata”.

E’ il calcio che decide che il secondo posto è un fallimento o è Roma che lo decide?
“In questa sala stampa ci sono grandissime firme e loro racconteranno quello che è giusto raccontare”.

FINE

  • stefano1974

    se non vinco vado via …praticamente ha abbandonato….la nave…..non vedo nella stagione attuale dove la Roma potrebbe vincere….non capisco….e´riduttivo sapendo che hai il 20 per cento di possibilita di passare con la Lazio che poi ti porterebbe alla finale..e non alla vittoria…MAH….SIAMO agli addii……PECCATO