FACCIA A FACCIA – La Roma vola a Verona per difendere il secondo posto. Il Napoli di Maurizio Sarri continua ad incalzare i giallorossi: fondamentale sarà dunque il confronto del Bentegodi delle 18:00 di sabato 20 maggio. Dopo la vittoria sulla Juventus di domenica scorsa, i giallorossi cercano i tre punti contro il Chievo. Torna Kevin Strootman dopo la squalifica, anche Edin Dzeko potrebbe essere disponibile mentre qualche problema fisico in difesa per gli uomini di Maran. Il tecnico gialloblù affronta per la terza volta Spalletti, la prima volta in casa, dopo il 3-1 all’Olimpico della Roma del 22 dicembre e il 3-0, sempre a favore dei capitolini, l’8 maggio 2016.

MARAN TRA MODULO E…FUTURO – “Maran ha fatto un lavoro stratosferico perchè il Chievo è la squadra che gioca più corta di tutte, con ripartenze improvvise che ti prendono in controtempo”. Dopo la vittoria per 3-1, Luciano Spalletti applaudiva il Chievo, che pur con diversi infortuni, all’andata aveva messo in difficoltà la Roma all’Olimpico. I gialloblù non hanno più nulla da dire al campionato, ma l’obiettivo è il decimo posto: “Possiamo raggiungerlo, lo vogliamo tutti!”, aveva detto prima della gara contro la Samp. Il tecnico dei veneti guida il club da tre anni, e l’anno scorso, proprio assieme a Spalletti è finito nella lista tra gli allenatori più bravi della Serie A. Quest’anno, su 36 partite, il trentino ha collezionato 12 vittorie, 7 pareggi e 17 sconfitte. Meglio aveva fatto nel 2016, quando il Chievo finì al 9 posto in classifica. In Serie A ha ottenuto un miglior piazzamento solo con il Catania nel 2013, quando finì all’ottavo posto. Contro la Roma potrebbe schierare il 4-3-1-2, esattamente come fece all’andata: a Veronello andranno valutate le condizioni di Gamberini uscito claudicante dal Marassi, e gli acciaccati Hetemaj, Spolli e Dainelli. Arruolabile invece Birsa, che tornerà a sistemarsi sulla trequarti. Il tecnico cinquantatreenne, come Spalletti, punta al futuro: la Fiorentina sta pensando a lui, ma Pioli pare in netto vantaggio. I viola, inoltre, avrebbero messo nella lista dei desideri anche Lucio. 

LUCIO, I 3 PUNTI VALGONO LA CHAMPIONS – “Sarà una partita difficile, ma dobbiamo approcciarci alla gara senza alcuna paura ma con la voglia di stupire”. Maran, prima di Roma-Juve, lo aveva annunciato: lo scopo è chiudere al meglio il campionato, magari con una discreta decima posizione. La Roma, dal canto suo, dopo la confortante vittoria contro i bianconeri, vuole ipotecare la questione secondo posto. Il tecnico di Certaldo, che all’andata superò il Chievo schierando il 3-4-3, potrebbe optare stavolta per il 4-2-3-1, come nell’ultima di campionato contro la Juve:Trigoria seguito con attenzione Dzeko che, se non dovesse esserci al Bentegodi, verrà sostituito da Salah (falso nove) con El Shaarawy, Nainggolan e Perotti alle sue spalle. Rientrerà finalmente Strootman, dopo aver scontato le due giornate di stop. Al Bentegodi, la Roma vuole festeggiare l’ennesimo passo verso il secondo posto, magari proprio quello definitivo, in attesa del risultato della sera di Napoli-Fiorentina. Dopo aver risolto il nodo del piazzamento, partirà definitivamente la rivoluzione. Tra dolorose partenze e nuovi arrivi, con o senza il condottiero Lucio.

M.S.