Spal al muro. E non dite che era facile facile…

1

EDITORIALE – Il calcio non è mai scontato. La sfida con la Spal sembrava apparecchiata dai numeri che introducevano un confronto da Davide contro Golia con tutte le cosine al posto giusto. Invece non era facile per Di Francesco e i suoi tornare a prendersi i tre punti dopo 180′ minuti di sofferenza. Si tornava all’Olimpico dopo la goduria del derby. In mezzo due trasferte complicate, sfortunate e avvelenate. Una, quella a Madrid, che ha fatto spegnere qualche entusiasmo per la bella cavalcata in Champions League. La seconda, quella nella Genova rossoblu, per un pareggio più deludente di una sconfitta e tutti gli strascichi post -De Rossi.

TRE GOL TRE PUNTI – Tre gol in casa non arrivavano da Roma-Chelsea, 3-0, esattamente un mese fa, il 31 ottobre. In campionato mancavano addirittura da Roma-Udinese, 3-1, punteggio identico il 23 settembre. Un’iniezione di fiducia importante in vistadel match-verità di martedi contro il Qarabag, un’inezione di fiducia importante per Dzeko tornato a segnare dopo 2 mesi.

IL RITORNO DI EMERSON -187 giorni dopo la rottura del crociato si è rivisto in campo Emerson: una buona notizia in una buona serata. Di Francesco lo avrebbe voluto far entrare prima ed è per questo che giustamente è infuriato. La Roma ha preso gol per la terza gara consecutiva, un’inversione di tendenza evidente rispetto a un mese fa, sempre il 31 ottobre con il Chelsea (3-0). Correre ai ripari!

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Ragazzi convinti e sempre attenti, mentalità giusta e core sul campo, se ce dice culo e rientrano tutti gli infortunati, so dolori x tutti!!!!……AVANTI ROMA!!!…..daje Roma daje!!!….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here