SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Matteo Raimondi a Radio Radio: Delle due l’una: o Spalletti schierando Gerson ha voluto mandare un segnale alla società o, dopo averlo fatto sparire in questi mesi, ha manifestato la sua incompetenza tattica”.

Gabriele Ziantoni a Tele Radio Stereo: “Daniele De Rossi rappresenta i romanisti in campo: la vena sul collo è il simbolo del suo attaccamento”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “Se il Napoli vince a Torino, Roma-Juventus diventa una partita da dentro o fuori”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Per l’Inter Spalletti mi piacerebbe molto, ma Conte è di un altro livello. La Roma deve prendere un tecnico internazionale che gli permetta di migliorare il piazzamento della stagione attuale”.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Spalletti ha ribadito che la Juve è più forte, ha gestito meglio il finale di campionato. Ha rimarcato questa enorme differenza con la Roma. Ha detto che gli piacerebbe tornare a lavorare con Sabatini. Probabilmente qui non riesce a gestire la pressione, anche se in campo resta abbastanza lucido”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio“Non sappiamo se Spalletti farà giocare titolare Totti con il Genoa. Se il Genoa arrivasse all’Olimpico con il bisogno di salvarsi, vorrebbe dire che sarà partita vera e la Roma dovrà difendere il secondo posto”.

Bruno Ripepi a Radio Radio: “Spalletti ha dimostrato di non affidarsi a Totti non farlo entrare nemmeno 5 minuti a San Siro. Se il Torino fa risultato con il Napoli, la Roma può anche perdere con la Juve. Se il Genoa si starà giocando la salvezza con la Roma, non so se Totti giocherà titolare”

Alessandro Austini Tele Radio Stereo“La Roma è competitiva due, tre acquisti sono stati sbagliati. Adesso toccherà a Monchi ereditare una squadra forte ma migliorarla. Bisogna sempre puntare al massimo. Questa squadra c’ha provato, ha dato tutto quello che aveva. Un intervento per l’anno prossimo è prevedibile. Tra Sabatini e Spalletti c’è un rapporto di stima. La prima scelta dell’inter non è Spalletti, è Conte. Spalletti è in un cantuccio, si vedrà, non c’è ancora nulla di deciso, certo vedere Spalletti e Sabatini insieme a Milano farebbe un bell’effetto”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “Se il rendimento di De Rossi sarà come quello di quest’anno il rinnovo addirittura per due anni sarà meritatissimo. La partita tra la Roma e la Juventus sarà determinante o inutile in base a Torino-Napoli. Kessie? La situazione è ancora complessa: la Roma ha fatto una proposta all’Atalanta, il Milan al procuratore dell’ivoriano”.

Roberto Renga Radio Radio:Ieri mi hanno detto che l’avvocato di Spalletti era a Milano per parlare con qualcuno… Montella è stato preso in giro dalla Roma americana ma, per quanto so, tornerebbe di corsa nella capitale. Secondo me Sabatini chiederà ai cinesi di comprare all’Inter il suo pupillo Gerson. Il tridente leggero che gioca bene è solo quello del Napoli, non so quanto quello di Spalletti sia funzionale. Secondo me la gara contro i bianconeri terminerà in pareggio”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Per la panchina dell’Inter do in vantaggio Spalletti che andrà via di sicuro dalla Roma, ho delle conferme ogni giorno. Montella potrebbe liberarsi dal Milan, ma è solo una voce per il momento. Secondo me Roma-Juventus finirà in pareggio”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Domani speriamo di chiudere i conti per la seconda posizione. Non è emozionante come corsa, lo capisco, ma sappiamo quanto sia fondamentale. Conosciamo la mentalità della Juve, ma la loro testa potrebbe essere iniziata ad andare verso le due finali. Nel match di andata contro la Juve ci aspettavamo una Roma diversa, la squadra di Spalletti è stata un po’ troppo remissiva. Allegri dà la sensazione che possa vincere ovunque”.

Salvatore D’Arminio a Centro Suono Sport: “Quando è uscito il calendario del campionato si sognava su questa partita di domani, si pensava che sarebbe potuta essere decisiva per lo scudetto. Ora non ci sta pensando nessuno, o pochi. L’attenzione è rivolta a Roma-Genoa per l’addio di Totti. Domani, però, è una partita chiave per il secondo posto”.

Tiziano Moroni a Centro Suono Sport: “Se la Roma arriva seconda, guardando quello che ha combinato nelle coppe, il voto finale alla stagione giallorossa è un 6,5. Con questa Juve, per lo scudetto, non si poteva fare di più. Per il risultato di domani sono ottimista. C’è un’attenzione strana per questo match ed è tutta colpa di Spalletti e Totti sui quali c’è il pensiero della tifoseria. Ed è un errore”.

Furio Focolari a Radio Radio:La partita importante è quella che gioca il Napoli. Se il Napoli non vince la Roma può permettersi anche di perdere. Ogni volta che c’è una partita secca Nainggolan parla, parli dopo”.

Franco Melli a Radio Radio:Io mi aspetto che la Juve festeggi lo scudetto a Roma. E’ difficile immaginare una Juve che lasci fare. La Juve ha fretta di chiudere, il primo raccolto è domani sera. Risparmierà qualche giocatore, ma comunque mi aspetto una buona partita”.

Trapattoni a Tele Radio Stereo: “Conte? La scuola allenatori italiani è universale. Bisogna congratularsi (consapevolezza, autorevolezza, carattere, tecnico-tattica). Allegri l’ho allenato: era già un diretto, un pragmatico. Sapeva cogliere l’occasione al momento giusto. Totti? Ha contribuito a far grande Roma e la Nazionale. Non so in quale ruolo della dirigenza si dovrà muovere, dovrà fare gavetta anche lui. Conosce più di tutti Roma. Saprà senz’altro far bene anche lì. E’ stato un rapporto genuino con lui”.

Pruzzo a Radio Radio:Penso che Spalletti abbia tappato su Gerson. E’ incomprensibile il futuro di questo calciatore. De Rossi? Le parole di un giocatore a fine contratto sono sempre le stesse. Roma-Juve? La gara di mercoledì non creerà problemi, loro vanno un po’ alla volta. In quest’ottica mette in campo una formazione forte, il turnover è obbligato perché ne mancano due a centrocampo. L’assenza di Dzeko si sentirà molto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO