Sampdoria-Roma: C come calendario, R come regista

0

SAMPDORIA ROMA DALLA A ALLA Z – Finalmente si gioca Sampdoria-Roma. Dopo il rinvio della partita prevista il 9 settembre, le due squadre si sfidano a Marassi per il recupero della terza giornata del girone d’andata. I blucerchiati vengono dalla bella vittoria per 3-1 contro la Fiorentina, mentre i giallorossi dal pareggio di San Siro con l’Inter. Romanews.eu vi racconta la marcia d’avvicinamento al match tramite una passeggiata tra le varie lettere dell’alfabeto, rigorosamente dalla A alla Z.

A come Andata – Siamo ormai al 21esimo turno, ma questa partita è valida per la terza giornata del girone di andata. Sampdoria-Roma infatti, era prevista per il 9 settembre ma l’allerta meteo sul capoluogo ligure fece rinviare la partita.

B come Bis – Due partite in 5 giorni: questo succederà a Roma e Sampdoria che si sfideranno domani e domenica, entrambe le volte in orario serale alle 20.45.

C come Calendario – Dopo la doppia sfida con la Sampdoria, il calendario offrirà un tris di impegni più agevoli per i giallorossi: nelle prossime settimane in programma le sfide contro Verona, Benevento ed Udinese.

D come Dzeko – Nonostante la partita di domani sia di vitale importanza per le sorti del campionato della Roma, l’attenzione non può che essere calamitata verso la probabile cessione di Edin Dzeko al Chelsea. Il bosniaco ormai, sembra essere sempre più vicino a vestire la maglia ‘blues’, anche se Di Francesco non ha escluso un suo utilizzo nella partita di domani.

E come Esterno? – Riguardo alla cessione di Edin Dzeko, non è detto che la Roma decida di rimpiazzarlo con una prima punta: la possibilità, come ammesso anche da Di Francesco in conferenza stampa, è quella di puntare su un esterno destro per far ricoprire il ruolo da attaccante centrale a Schick o Defrel.

F come Forte dubbio – Oltre a Gonalons e Perotti già indisponibili, per domani potrebbero alzare bandiera bianca anche Daniele De Rossi e Stephan El Shaarawy. Mentre il capitano giallorosso è ormai da quasi un mese alle prese con un problema al polpaccio, l’ex Milan è uscito con i crampi dalla gara contro l’Inter e non è ancora nelle migliori condizioni.

G come Giampaolo – Il tecnico blucerchiato si sta sicuramente affermando in questa annata, grazie ad uno stile di gioco riconoscibile, godibile e sopratutto che sta portando a buoni risultati. In conferenza stampa l’ex Siena, ha avuto parole di apprezzamento verso la squadra giallorossa: “Di Francesco fa giocare alla sua squadra un calcio europeo. Cercano di tenere sempre il pallino di gioco, mantenendo un atteggiamento coraggioso e il tutto viene esaltato dalle qualità dei singoli”.

I come Inzaghi – La Lazio ormai non può più nascondersi: la squadra di Inzaghi ha trovato solidità ed una serie di ottimi risultati, qualificandola come seria candidata per un posto in Champions League. A tal proposito, il tecnico biancoceleste alla vigilia del recupero contro l’Udinese ha citato i giallorossi tra le antagoniste per la qualificazione nell’Europa che conta: “La Roma e’ una squadra molto attrezzata”.

L come Lampi di Schick – Domani Schick potrebbe addirittura scendere in campo da titolare, vista la situazione legata all’incertezza del futuro di Edin Dzeko. Tra l’altro nella giornata di ieri, la Roma ha reso noto sui propri profili social un video che mostrava un gran gol in allenamento del ceco. Ora non resta che metterlo in pratica in partita. Dai Patrik!

M come Mercato – Dopo la cessione di Dzeko e Palmieri, la Roma dovrà iniziare a muoversi nel mercato in entrata. I nomi sono tanti: per quanto riguarda la difesa il nome di Darmian è ricorrente, nelle ultime ore è spuntata la novità Klostermann. Per quanto riguarda l’attacco, si parla di Deulofeu ma non sono esclusi colpi a sorpresa.

N come Non c’è Muriel – E questo non può che essere un sospiro di sollievo per i giallorossi. L’anno scorso 2 gol in 2 partite contro la Roma, rappresentando una vera e propria spina nel fianco. Il colombiano in totale in carriera, ha siglato ben 7 gol contro la squadra capitolina.

O come Occhio al fischietto – Sarà Orsato a dirigere il recupero di mercoledì sera. Il bilancio della Roma con l’arbitro di Schio è in attivo: in Serie A si contano 10 vittorie, 10 pareggi e 5 sconfitte. La vittoria però con il fischietto lombardo manca da un pezzo: ultimo successo il 15 ottobre 2016, quando la banda Spalletti sconfisse il Napoli al San Paolo per 1-3

P come Polemiche – Il campo di Marassi non è mai stato facile. Sia per quanto riguarda il fattore ambientale, sia molto spesso per quanto riguarda il manto erboso, che non si trova sempre in condizioni ottimali. A lamentarsi nell’ultimo turno è stato l’allenatore della Fiorentina Stefano Pioli: “Nel 2018 è impossibile giocare in un campo come quello di Marassi”.

Q come Quagliarella – E’ il grande dubbio in casa Samp alla vigilia del match. L’attaccante campano, che sta vivendo una delle migliori stagioni della sua carriera, è uscito malconcio dal match contro la Fiorentina e potrebbe tornare disponibile per la partita di domenica allo Stadio Olimpico.

R come Regista – Nuova vita davanti la difesa per Kevin Strootman? E’ una possibilità: a San Siro la sua prestazione da regista non ha deluso e domani potrebbe essere riproposto nello stesso ruolo, vista l’assenza quasi certa di Daniele De Rossi.

S come Sola mai – I tifosi seguono la Roma in massa anche a Marassi. Dopo i più di duemila a San Siro, domani ci si aspetta la presenza di almeno mille supporters giallorossi al seguito della squadra.

T come Tabù Marassi – Per la squadra di Di Francesco, Marassi non è mai stato un campo facile. Tradizione piuttosto sfavorevoli ai giallorossi, che in 59 precedenti hanno visto trionfare gli avversari ben 29 volte, con 21 pareggi e solo 9 successi. La Roma non espugna il Ferraris dalla stagione 2013/2014, quando Benatia e Gervinho firmarono il 2-0 finale.

U come Ultima vittoria – E’ ormai più di un mese che in casa Roma manca la vittoria: ultimo successo il 16 dicembre, quando dopo una partita a dir poco difficile con il Cagliari, Fazio trovò il colpo vincente al 95esimo.

V come Vincere – Diventa un obbligo, un imperativo. L’Inter occupa il quarto posto ed è distante esattamente tre punti dai giallorossi. Trovare il successo a Marassi, vorrebbe dire rientrare tra i posti validi per l’ingresso in Champions e quindi poter iniziare a lavorare di nuovo con più tranquillità.

Z come Zapata – Fin qui non ha di certo deluso le aspettative la prima metà di stagione in blucerchiato di Duvan Zapata, autore fin qui di 6 gol e 5 assist in 16 presenze. La punta ex Napoli infatti, ha attirato l’attenzione di club come il Borussia Dortmund, che sta pensando a lui per sostituire il partente Aubameyang. Ferrero però come al solito non regala nulla: 40 milioni di euro il prezzo fissato, o Zapata può tranquillamente restare a Genova.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here