ROMA FEMMINILE – Trasferta al cardiopalma per la Roma calcio femminile che si complica la vita non realizzando le tante occasioni procurate, va in svantaggio, rimonta e vince (per 3 a 2) solo negli ultimi minuti di gioco con doppietta di Proietti e goal di Visentin (insieme nella foto). Partita vivace che alla fine conta 4 ammonite ed una espulsa per il Salento, tre ammonite per la Roma tra cui due volte Ferrazza che viene dunque espulsa. Le giallorosse (che contano diverse assenze per infortunio tra cui Carosi, Vukcevic e capitan Lucci) entrano in campo determinate. Il mister aveva avvertito che sarebbe stata una trasferta difficile e quindi vogliono provare a chiuderla al più presto. Subito ci prova Pittaccio che tira da fuori e manda a lato. Al 14′ min. grande parata del portiere salentino su un bel tiro di Visentin. Al 20′ è la volta di Proietti ad impegnare il portiere avversario. La Roma cf gioca bene, ma non riesce a bucare la porta. Al 24′ minuto trema la traversa delle padrone di casa per un bellissimo colpo di testa  di Proietti che riceve palla cross di Lorè. Alla fine della gara saranno diversi i legni colpiti dalle giallorosse. Il tempo scorre e si arriva al riposo, incredibilmente per quanto visto in campo, sul risultato di 0 a 0. Inizia il secondo tempo e la Roma va in goal dopo appena 3 minuti con Proietti per il meritato vantaggio.  Mister Seleman cambia Berarducci con De Vecchis che si rende subito pericolosa con un diagonale alto in area. Esce anche Pittaccio ed entra Pedullà. Il Salento W. S. capisce che non è un giorno fortunato per le giallorosse che creano e sprecano tanto e così si butta in avanti trovando il goal del pareggio al 12’st. 1 a 1 e tutto da rifare per le capitoline che devono assolutamente vincere per restare prime in classifica. Al 24’st la doccia fredda che non ti aspetti. L’arbitro assegna un rigore al Salento e la Roma per la prima volta in campionato al 27’st va in svantaggio. Le giallorosse, però, non si lasciano abbattere, reagiscono subito e questa volta il rigore viene fischiato a loro favore. Sul dischetto va Proietti che segna al 41’st il 2 a 2. Dopo appena tre minuti seconda ammonizione per Alice Ferrazza e la Roma cf resta in 10. Poco dopo anche per il Salento l’arbitro decreta un’espulsione.  Mancano pochi minuti alla fine e le giallorosse cercano intensamente il goal vittoria che arriva meritatissimo sui minuti di recupero con Visentin. Ora si può festeggiare da prime in classifica il Natale per poi proiettarsi subito nella preparazione di quella che si preannuncia sfida importantissima contro l’altra capoclassifica, il Bari 1908 Pink. Tra loro due, ormai è chiaro, uscirà la promossa in serie A.

Così commenta mister Seleman: “Oggi partita pazza… 5 legni, un goal che sembrava valido non dato e almeno altri 4 seri interventi del loro portiere … Una partita che potevamo chiudere nel primo tempo l’abbiamo invece vinta in rimonta in 10 al 90′. Questa è una gara che insegna quanto sia importante la concretezza. Una vittoria che meritavamo, l’abbiamo resa complicata. Peccato il rosso per Ferrazza. Forse è stato eccessivo il secondo giallo. Ora ricarichiamo bene le pile e poi si pensa alla sfida al Bari.”

Questa la sequenza dei goal tutti nel secondo tempo: 3′ Proietti (RM) 0-1, 12′ Cazzato (SWS)1-1, 27′ Bergamo (SWS) R 2-1, 41′ Proietti (RM) R 2-2, 48′ Visentin (RM) 2-3