SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “In conferenza, forse, vedremo uno Spalletti rassegnato e poco arrabbiato come è di solito. Sa di aver sbagliato con il suo atteggiamento ma non lo ammetterà mai, quindi credo si sia tranquillizzato. Secondo me domani la Roma vince perché il Milan sta a pezzi e non sarà fuoco e fiamme. Bisogna sperare che la Roma vinca a Milano e che la Juve vinca il derby contro il Torino: sembra un paradosso ma deve essere così. La società americana non ha saputo far fruttare la Roma che ha tutt’ora un potenziale enorme”.

Piero Torri a Teleradiostereo: “Già da un anno la Roma aveva stabilito che Totti si sarebbe ritirato a fine stagione, quindi non c’è stato un comportamento scorretto. Secondo me Dzeko resterà a Roma anche perché ha ancora due anni di contratto con i giallorossi e dubito che ci possano essere offerte per lui se non dalla Cina, ma non penso che il bosniaco voglia andare a giocare la. Forse Spalletti si aspettava che arrivasse un vice Dzeko, ma così non è stato”.

Carlo Alvino a Radio Kiss Kiss: “A Roma c’è stata una chiamata alle armi di Luciano Spalletti, non darei i giallorossi per morti”.

Moreno Ferrario, ex giocatore del Napoli, a Radio Kiss Kiss:  “Il Napoli ha qualità e giocatori per poter prendere e superare la Roma. Anche a livello psicologico, aver ridotto le distanze può essere un vantaggio. Sono convinto che la Roma lascerà qualcosa per strada, sarebbe un peccato se il Napoli dovesse lasciarselo sfuggire”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “Deulofeu mi preoccupa molto. Dzeko? E’ vero che delle volte i gol non si contano ma si pesano. Se avesse avuto la personalità di Delvecchio avrebbe fatto qualche gol in meno ma avrebbe retto meglio le pressioni. Mandzukic, ex Bayern Monaco, fa quasi il terzino con la Juve, Eto’o, ex Barcellona, non giocava da attaccante con l’Inter e da noi Perotti si lamenta perché non vuole giocare a destra… Poi ci chiediamo perché non si vince. Se un calciatore con tutte le qualità di Grenier viene praticamente regalato, ci sarà un motivo. E’ sempre infortunato e non in condizione”.

Franco Melli a Radio Radio: “Derby di Torino? Credo vincerà senza problemi la Juventus: c’è troppo divario tecnico. Se la Roma non fa 12 punti in queste ultime 4 partite viene scavalcata dal Napoli”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Il futuro di Totti? Sarebbe il caso di pensare, tra le file della Roma, alle gare da giocare da qui al termine della stagione. Per il futuro di Totti bisogna attendere il finale del campionato, sono curioso di vedere se la squadra avrà una reazione domani sera contro il Milan. Credo di sì, dopo il ko del derby. La situazione del tecnico è anomala, la Roma non sa ancora se Spalletti resterà o meno. Stessa cosa accade all’Inter, mentre a Firenze già sanno che Sousa andrà via e si attende la fine del campionato per salutarlo”.

Pasquale Campopiano alla Web Radio di Romanews:“Non sono per queste cose, non è nel ritiro di una maglia che elogi un mito. Totti lo abbiamo vissuto tutti i giorni. A me la cosa che è più piaciuta di Totti, sarà ricordato per sempre non per le vittorie, ma per una carriera interamente dedicata, pur guadagnando grandi cifre, alla sua città. Futuro Totti? Lo vedo come ambasciatore della Roma”.

Pucci alla Web Radio di Romanews: “Ritirare la maglia d Totti? Sì la ritirerei, così come è stato per Maldini e Baresi, sono maglie che è giusto ritirare. Lo farei per sempre e non a lungo termine”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Nelle curve c’è una lotta di potere e in città è tornata la violenza tra le due tifoserie. L’episodio di ieri è un qualcosa di clamoroso: in mezz’ora un gruppo di persone, accanto al Colosseo, hanno fatto ciò che volevano indisturbati a due passi da uno dei monumenti più importanti del mondo che dovrebbe essere super controllato. Il tifo romano è allo sbando, non tutti gli ultras sono delinquenti ma l’altra domenica nella curva Sud, alcuni tifosi prepotenti hanno azzittito gli altri con minacce pesanti. Se dovessimo analizzare solamente le dichiarazioni ufficiali, se Totti dovesse ritirarsi, anche Spalletti lascerà. Ma se il capitano diverrà direttore tecnico e Spalletti dovesse rimanere, sono compatibili i due? Avrebbero voglia di lavorare insieme? Questo è da vedere. Mario Rui e Peres che fine hanno fatto? La campagna acquisti estiva è stata totalmente errata. Nainggolan lo danno già per ceduto. La vicenda Kessie è stranissima: la Roma è da Natale che lo ha preso, ma è possibile che in 4 mesi non ha avuto la forza di chiudere l’accordo? Non so se conviene ai giallorossi però, il centrocampista ivoriano l’ho visto giocare tanto bene quanto male”.

Salvatore D’Arminio a Centro Suono Sport: “Totti non può più giocare in questa Roma e con questa dirigenza. Se lui si volesse divertire ancora un anno ha tutti i diritti di farlo, magari in America, in India o in Cina. Platini ha smesso a trent’anni… Secondo me Totti nel suo intimo non vuole smettere. La società non lo ha voluto aspettare e così ha mandato Monchi a dire quelle cose. A Milano la Roma vince”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Tutti hanno parlato di Totti tranne lui. Questa cosa distoglie dall’evento di queste 4 partite che rimangono. Secondo posto?  Vedo una Roma svagata. Non è più sicuro il secondo posto. anche questa eventualità, monchi sa benissimo. la roma deve avere il piano B, è complicata la situazione, la Roma deve essere preparata”.

Franco Melli a Radio Radio: “Derby di Torino? Credo vincerà senza problemi la Juventus: c’è troppo divario tecnico. Se la Roma non fa 12 punti in queste ultime 4 partite viene scavalcata dal Napoli”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Milan-Roma è sempre una grande partita. Se dovesse finire in pareggio, i giallorossi sono rovinati. Bisogna vedere se la squadra di Spalletti è in grado di reagire dopo il derby”.

Gianni Lucioli a Centro Suono Sport: “L’ultima stagione in campo di Totti non è stata gestita bene, così come hanno sbagliato a far dare l’annuncio dell’addio del capitano a Monchi. Siamo parlando di un fenomeno, ma oggi non è più in grado di giocare a certi livelli. L’anagrafe è impietosa. Per il secondo posto la vedo difficile per la Roma, è una squadra stanca, in campo arranca, mentre il Napoli è in forma”.

Tiziano Moroni a Centro Suono Sport: “Oggi Totti non è in grado di giocare e dimostrare il suo valore. Lui deve giocare se fa la differenza come ha sempre fatto, ma adesso non è più in grado di farlo. Posso ammettere che Spalletti lo ha fatto giocare troppi pochi minuti, ma non è la continuità che avrebbe cambiato la realtà. Domenica la Roma batte il Milan”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Spalletti aveva detto che sarebbe rimasto solo con Totti. Spalletti e Totti insieme a lavorare? Secondo me Francesco  aspetta questo e deciderà come organizzare partita e conferenza stampa dell’addio, gli è stata tolta anche questo”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: Questi due turni sono più pro-Napoli che pro-Roma, questo non è in dubbio. Tornano da San Siro con i 3 punti, secondo me la Roma avrebbe tante chance di secondo posto”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Io sono allibito. Per la sicurezza di roma per la schifezza dell’immagine dei manichini. E’ assurdo che un gruppo di uomini, tifosi possa pensare che questo sia un sfottò. Non è uno sfottò. Stanno succedendo cose terribili. Sono tornati gli ultras (non tutti delinquenti) dopo la rimozione delle barriere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. Totti dirigente. Totti che da dirigente dice a Spalletti: tu sei un dipendente e fai quello che dicono i dirigenti. Totti dice a Spalletti: attenti, presetat’arm, riposo, march 1 2 1 2 1 2 2. gira a sinistra. Stop. Saluto. Riposo. E’ allucinante. allucinante.allucinante.

  2. Vabbe, fino a un mese fa si diceva che Manolas era gia’ stato venduto all’Inter. Ora si dice che Naingollan e’ gia’ stato venduto all’Inter. Domani qualcun altro.

    Ma quando impareremo a stare zitti?

    Comunque la colpa e’ sempre la mia, ma perche’ non me ne vado a farmi una passeggiata invece di sentire sti quattro cialtroni.. 🙁

LASCIA UN COMMENTO