Roma-Udinese, un Delneri in apnea cerca punti capitali

0
Pennacchio/BPEFOTO 10.01.2016 Verona (VR). Campionato Serie A 2015-2016. Hellas Verona vs Palermo Nella Foto

ROMA-UDINESE, L’AVVERSARIA – Sesta giornata di Serie A. L’Udinese cerca punti all’Olimpico dopo averne raccolti solo 3 nei primi 5 impegni stagionali ottenuti grazie alla vittoria per 1-0 sul Genoa che la relega al sedicesimo posto in classifica. Il dato che pone Delneri già a rischio è che nelle altre 4 partite, eccetto il Milan a San Siro, i friulani abbiano affrontato squadre alla sua portata: in casa il Chievo e Torino, fuori Spal. Nella capitale ad attendere l’11 bianconero però c’è una Roma che sta crescendo di partita in partita e non ha intenzione di fermarsi.

L’ANEDDOTO – Dopo aver girovagato sulle panchine italiane in serie minori, Delneri portò alla ribalta nazionale e non solo il piccolo Chievo Verona, una favola che convinse nel 2004 il Porto campione d’Europa a puntare su di lui. L’avventura con i portoghesi però si interruppe ancora prima che la stagione iniziasse a causa di incomprensioni e dissapori con i giocatori più rappresentativi della squadra. Liberatosi dal Porto approdò sulla panchina della Roma in seguito alle dimissioni dopo 4 giornate di un deludente Rudi Völler. Ma deludente fu anche la stagione di Delneri, incapace di ripetere il bel gioco espresso a Verona e concludendo l’avventura in giallorosso rassegnando le proprie dimissioni a marzo dell’anno seguente. Con la Roma ebbe la media di 1.42 punti a partita (24 punti in 34 incontri), troppo poco per competere ai vertici della Serie A.

COSÌ IN CAMPO – La panchina di Gigi Delneri inizia a scricchiolare -una vittoria e 4 sconfitte in questo inizio di stagione – e per la delicata sfida all’Olimpico il tecnico bianconero punta sul poco turnover. In porta Scuffet mentre in difesa a destra confermato Larsen (il titolare Widmer è ancora ai box), in difesa assenza importante con Danilo costretto a saltare il match per un affaticamento muscolare, con Angella al suo posto, Nuytinck e Samir che si riappropria della fascia sinistra. A centrocampo con Hallfredsson dovrebbe lasciar spazio alla coppia Fofana-Barak con De Paul a destra e Jankto a sinistra. Davanti Lasagna agirà intorno a Maxi Lopez. Un Delneri a caccia di conferme dai suoi e che schiererà una formazione tutta muscoli e ripartenze sfruttando le frecce De Paul, Jankto (l’uomo più importante dei friulani) e Lasagna. Il reparto più debole è la difesa dove se Nuytinck rappresenta una piacevole sorpresa, gli altri faticano ad offrire le dovute garanzie e tra i pali Scuffet sembra aver smarrito quel prodigio che lo aveva portato vicino al passaggio all’Atletico Madrid.

UDINESE (4-4-2): 22 Scuffet; 19 Larsen, 4 Angella, 17 Nuytinck, 3 Samir; 10 De Paul, 6 Fofana, 85 Beharmi, 14 Jankto; 20 Maxi Lopez, 15 Lasagna
A disp.: 1 Bizzarri, 25 Borsellini, 97 Pezzella, 55 Bochniewicz, 5 Danilo, 53 Adnan, 72 Barak, 99 Balic, 23 Hallfredsson, 13 Ingelsson, 7 Matos, 96 Ewandro, 9 Bajic

BALLOTTAGGI: Behrami-Hallfredsson, Fofana-Barak, Maxi Lopez-Bajic
IN DUBBIO: 5 Danilo (affaticamento muscolare)
INDISPONIBILI: 27 Widmer (stiramento coscia sinistra), 18 Perica (elongazione muscolare)

DIFFIDATI: –
SQUALIFICATI: –

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here