Roma, in quattro per la panchina

1

LEGGO (F.Balzani) – Una poltrona per due e una panchina per quattro. Non è il sequel del famoso film con Eddie Murphy, ma il prequel di quella che sarà la prossima stagione della Roma alla caccia del sesto allenatore in sette anni di gestione americana. La poltrona è occupata da Baldini e Monchi, il consulente più fidato di Pallotta e il futuro direttore sportivo. Saranno loro due (insieme o solo uno di loro) a scegliere il prossimo allenatore. La mappa è già delineata: Baldini ha messo in cima alla lista Sarri, per Monchi il preferito resta Emery. Napoli o Parigi. Il primo è blindato da De Laurentiis anche se la clausola da 7,5 milioni sarà valida solo a partire dal 2018 e quindi questo sarebbe l’ultimo anno valido per prenderlo senza pagare penali. Il secondo potrebbe ricevere presto il ben servito dal Psg tanto più se il Monaco dovesse vincere pure la Ligue 1. La pista spagnola quindi sembra la più percorribile nonostante un ingaggio da 4,5 milioni. Emery si ritroverebbe a lavorare con Monchi. I due insieme hanno vinto 3 Europa League col Siviglia e si trovano in piena sintonia sul mercato (non a caso si fa il nome di Jesus Navas). Pretenderebbe di meno Sarri al quale domani in conferenza stampa sarà chiesto delle sirene giallorosse del proprio nel bel mezzo della lotta per il 2° posto.

E gli altri due in lizza? Uno è sicuramente Roberto Mancini. L’ex interista è svincolato e ha già parlato con Baldissoni. Nel frattempo però proprio il Psg sembra essersi messo sulle sue tracce. Il quarto pretendente per ora è considerato un’ancora di salvataggio e si chiama Paulo Sousa. Il portoghese piace molto a Baldini, ieri è scaduta la clausola per il rinnovo con la Fiorentina, gioca con la difesa a 3 e ha dimostrato di sapere lavorare bene coi giovani. Prossime allo zero le chance che resti Spalletti, nonostante un gruppo di tifosi anonimi abbia dedicato uno striscione fuori Trigoria («Con Spalletti per la Roma, firma e vinciamo ancora»). Il tecnico toscano però non dovrebbe avere ripensamenti e a fine maggio dirà ancora addio al club giallorosso. Lo attendono Inter o Tottenham.

COPPA ITALIA PRIMAVERA – Stasera (ore 20,45 diretta tv su Sportitalia) all’Olimpico la Roma Primavera proverà a conquistare il terzo trofeo in un anno dopo scudetto e Supercoppa. I ragazzi di Alberto De Rossi sfideranno nella finale di ritorno di coppa Italia la Virtus Entella. All’andata finì 1-1, prezzo del biglietto per tutti i settori a 5 euro.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Mamma mia…che confusione!!!
    Quello parla con un allenatore, l’altro corteggia quell’altro…ancore di salvataggio.
    Io spero che la realtà sia ben diversa; la vedo molto più semplice se Spalletti non se la sente di rimanere andrei da Sarri ad offrirgli lo stesso contratto fatto a Spalletti e vediamo quanto è blindato.
    Per favore NO ad allenatori stranieri (Pagati a peso d’oro) che non conoscono la nostra realtà sarebbe l’ennesimo errore della dirigenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here