Roma-Napoli: D come destino, Q come quarantamila

0

ROMA NAPOLI DALLA ALLA Z – Dopo la sosta per le qualificazioni per i Mondiali 2018, si torna in campo in un week-end di Serie A a dir poco scoppiettante. Nell’ottava giornata di campionato, va in scena Roma-Napoli allo Stadio Olimpico, con i giallorossi determinati a non far aumentare il gap dalle prime ed a vendicare la sconfitta dell’Aprile dello scorso anno. Romanews.eu vi racconta tutte quello che c’è da sapere sul match, tramite tutte le lettere dell’alfabeto, dalla A alla… Z.

A come Allungo o Aggancio (virtuale) – Il Napoli è la capolista di questo campionato dopo sette giornate e la partita può rappresentare la possibilità per i partenopei di allungare sulla Roma ed andare ad un vantaggio di nove punti, con una partita in più. La squadra di Di Francesco d’altro canto, con un risultato favorevole potrebbe virtualmente agganciare i ragazzi di Sarri, contando la partita in meno con la Samp.

B come Bomber d’oro – Sabato va in scena la sfida, oltre che tra due delle tre squadre più forti del campionato da almeno un paio d’anni, anche tra una coppia di attaccanti che da ormai più di un anno, dominano la Serie A: Edin Dzeko e Dries Mertens. Dopo aver chiuso appaiati nella classifica cannonieri della scorsa stagione, rispettivamente con 29 e 28 reti, i due hanno cominciato a mille all’ora anche in questa stagione. Entrambi i centravanti inoltre, sono rientrati tra i trenta nominati per la vittoria del Pallone d’Oro.

C come Campania – Saranno ben cinquemila i tifosi azzurri presenti all’Olimpico sabato sera. I presenti però, non saranno cittadini campani: la Questura infatti, ha aperto la trasferta per la tifoseria ospite, ma non per i residenti nella regione Campania.

D come Destino – Quello che ha voluto che Rick Karsdorp e Maxime Gonalons arrivassero a Roma invece che a Napoli. Il primo era osservato speciale di Giuntoli insieme a Klaassen dell’Ajax, l’ex capitano del Lione invece, fu vicinissimo al trasferimento all’ombra del Vesuvio, ma poi non se la sentì di lasciare la Francia.

E come El Shaarawy dà forfait – Assenza inaspettata quanto dolorosa. Il numero 92 aveva accusato un piccolo fastidio muscolare in Nazionale, che poi si è acutizzato dopo i pochi minuti giocati contro l’Albania.

F come Fu l’anno 2008 – Quello della prima sfida tra Eusebio Di Francesco e Maurizio Sarri. Era un Virtus Lanciano-Perugia vinto per 0-2 dagli umbri dell’attuale tecnico del Napoli.

G come Giaccherini – La Roma lo ha corteggiato e cercato nello scorso mercato di gennaio, quando si voleva sostituire in qualche modo Salah impegnato in Coppa D’Africa, senza però spendere troppo denaro. Il Napoli lo ha trattenuto, sia per avere una riserva in caso di infortunio di qualche titolare, sia per la volontà di non voler rinforzare una diretta avversaria all’accesso in Champions.

H come Hamsik – 5 gol e 7 assist in 20 partite. Questo lo score dello slovacco contro i giallorossi, con il capitano del Napoli che ha ritrovato il gol nella sfida contro il Cagliari, dopo essere stato a digiuno per tutto l’inizio del campionato.

I come Insigne per Callejon – E’ uno dei tratti più riconoscibili del Napoli di Sarri: Insigne che parte da sinistra, rientra sul destro per il taglio dalla parte opposta di Callejon. Il segnale di partenza per lo spagnolo è il tocco di esterno del ‘folletto’ partenopeo. Fino ad oggi ha rappresentato un’arma letale, che in pochi sono riusciti a fermare.

J come Juan Jesus – Con tutta probabilità il brasiliano inizierà dal primo minuto al posto di Fazio, rientrato solamente oggi dagli impegni con la Nazionale argentina. Jesus tornerebbe così titolare in campionato, l’ultima volta fu nella partita contro il Benevento il 20 settembre.

L come Lukasz Skorupski – Il portiere polacco di rientro dal prestito all’Empoli, in estate è stato anche avvicinato al Napoli, quando il club partenopeo non era certo della permanenza di Pepe Reina. Il classe 1991 però è rimasto nella capitale come secondo, pronto a sfruttare le occasioni che gli verranno concesse nel corso della stagione.

M come Manolas – E’ notizia di questi giorni dell’aria di felicità ed amore che si respira a Trigoria tra Kostas Manolas e la Roma: sarebbe imminente infatti, la firma sul rinnovo del contratto del difensore greco fino al 2022 con il club giallorosso.

N come Notturna – Qualche membro delle istituzioni ed anche il presidente De Laurentiis, per motivi diversi, spingevano perché la partita andasse in scena sabato alle 18.00, invece che alle 20.45. Niente di fatto, in quanto la Questura ha confermato che il match si giocherà in notturna.

O come Otto vittorie – C’è un incrocio che mette i brividi nella partita di domani: il Napoli gioca per le otto vittorie consecutive nelle prime otto partite, lo stesso che successe alla Roma di Rudi Garcia nella stagione 2013/2014, quando sfidava gli azzurri allenati da Benitez. Allora fu trionfo e record della Juventus raggiunto grazie alla doppietta di Pjanic. DiFra spera di fermare Sarri e prendersi il bottino.

Q come Quarantamila (o poco più) – Questo il numero di spettatori previsto per il match di sabato sera. Nonostante i tanti appelli a riempire lo stadio, l’ultimo quello di Nainggolan, la vendita dei tagliandi stenta a decollare.

R come Romani – Con tutta probabilità contro il Napoli partiranno titolari tutti i romani presenti in rosa: De Rossi, Pellegrini e Florenzi. L’ultima volta era successo in casa contro il Verona. Tra l’altro, ai giocatori di Roma piace e non poco segnare contro i partenopei: 14 reti complessive, guida la speciale classifica Totti con 7, a seguire Alberto Aquilani con 3.

S come Secondo tempo – La sfida tra le due squadre, potrebbe decidersi nella seconda frazione di gioco: tutti i gol subiti in campionato dalla Roma, sono nei secondi 45 minuti. Mentre il Napoli, è la squadra a segnare di più in questo arco di gara.

T come Terna arbitrale – Ad arbitrare il match Gianluca Rocchi della sezione di Firenze, coadiuvato dagli assistenti Tonolini e Di Liberatore, quarto uomo Damato. Con il fischietto toscano tradizione casalinga favorevole, con 8 vittorie quattro sconfitte ed un pareggio.

W come Week-end da brividi – L’ottava giornata di campionato, offrirà un parco partite di tutto rispetto: si parte sabato alle 18.00 con Juventus-Lazio, per poi proseguire alle 20.45 con Roma-Napoli. Domenica infine come posticipo, ci sarà il derby di Milano.

Z come Zeman – Nella settimana di Roma-Napoli è tornato a parlare il tecnico boemo. L’ex allenatore giallorosso ha detto la sua su Alessandro Florenzi ed il match di sabato: “Florenzi? L’ho fatto riprendere io dal Crotone. Si pensava non potesse giocare alla Roma. In Roma-Napoli decideranno anche gli episodi. Oggi è favorito il Napoli, ma penso che sarà un match equilibrato e che dipenderà dai singoli”.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here