Roma-Genoa. Olimpico tutto esaurito per l’ultima di Totti, ma il suo futuro resta un rebus

0

ROMA-GENOA, L’AVVERSARIA – Trentottesima giornata di Serie A. Dopo la rocambolesca vittoria di Verona, la Roma torna all’Olimpico per disputare l’ultima gara del campionato e mettere un’ipoteca sul secondo posto. Di fronte, il Genoa di Ivan Juric, fresco di salvezza conquistata battendo il Torino. I rossoblù, dunque, arrivano al match senza più nulla da chiedere e con uno score tutt’altro che positivo: nelle ultime 10 gare, infatti, hanno raccolto 7 punti, frutto di 2 vittorie, un pareggio e 7 sconfitte.

L’ANEDDOTO – Novanta minuti dividono Francesco Totti dall’addio alla Roma. Il capitano giallorosso, arrivato alla soglia dei 41 anni, dopo un quarto di secolo passato al fianco della club giallorosso, è pronto a salutare. Il numero 10 della Roma ha annunciato che domenica, contro il Genoa, sarà l’ultima gara con la maglia giallorossa. L’Olimpico, dunque, si prepara ad abbracciarlo per l’ultima volta: contro il rossoblù, infatti, lo stadio sarà tutto esaurito. Chissà, però, se Luciano Spalletti, per la prima volta, sarà disposto a mettere gli interessi della squadra al secondo posto e a regalare il giusto omaggio a una leggenda del calcio italiano e internazionale…

IL MISTER – Ivan Juric è alla seconda esperienza sulla panchina del Genoa nella stessa stagione. L’allenatore croato, sostituito a febbraio da Mandorlini, viene richiamato ad aprile da Preziosi per risollevare la squadra ed evitare il rischio retrocessione. Nonostante un inizio non proprio dei migliori, Juric riesce a centrare l’obiettivo salvezza a una giornata dal termine, grazie alla vittoria casalinga contro il Torino. All’Olimpico, il tecnico è pronto a schierare i suoi con il solito 3-4-2-1. Da valutare le condizioni di Simeone, alle prese con problemi alla caviglia. Si scalda il giovane Pellegri.

Probabile formazione (3-4-2-1): 23 Lamanna; 14 Biraschi, 8 Burdisso, 3 Gentiletti; 22 Lazovic, 44 Veloso, 4 Cofie, 93 Laxalt; 15 Hiljemark, 11 Palladino; 64 Pellegri
A disp.: 83 Rubinho, 38 Zima, 24 Munoz, 10 Ntcham, 94 Cataldi, 30 Rigoni, 16 Beghetto, 32 Morosini, 51 Pinilla, 99 Ninkovic, 27 Pandev, 9 Simeone
All.: Juric

Ballottaggi: Lamanna-Zima, Biraschi-Munoz, Cofie-Cataldi, Cofie-Ntcham, Hiljemark-Rigoni, Pellegri-Simeone
In dubbio: 9 Simeone (problemi alla caviglia)
Indisponibili: 1 Perin (rottura crociato del ginocchio)

Diffidati:
Squalificati: 5 Izzo (6 mesi)

Michela Santoboni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here