ROMA FEMMINILE – La Roma calcio femminile va a Napoli per affrontare il Dream Team Napoli cercando di dimenticare di essere prima in classifica e quindi di concentrarsi al massimo sulla prima gara di ritorno del suo campionato di Serie B. Il match termina con il punteggio di 0-6 in favore delle giallorosse.

PRIMO TEMPO – La Roma parte forte e nel giro di cinque minuti costringe la difesa di casa a commettere fallo in area su Visentin. L’arbitro fischia il rigore e Proietti dal dischetto porta in vantaggio la sua squadra. Al dodicesimo minuto, Visentin, imprendibile, raddoppia.

SECONDO TEMPO – Durante l’intervallo mister Seleman chiede alle giallorosse più determinazione e grinta in campo e nel secondo tempo la squadra lo ascolta dilagando segnando altri quattro goal. Al 60′ rete di Castiello che festeggia così con il suo primo goal in campionato il suo compleanno. Poco dopo arriva la rete di Privitera per il 4-0 giallorosso. La Roma non si ferma e vanno in goal prima Sclavo dopo una discesa irresistibile, poi Proietti su servizio di Visentin. La gara termina col 6-0 romanista e quindi le giallorosse portano a casa la dodicesima vittoria di fila.

PARLA IL MISTER – Così commenta la gara mister Seleman: “Oggi era difficile rimanere concentrate e cattive, dopo la partita di domenica scorsa! Abbiamo fatto due goal in 10 minuti e poi ci siamo sentiti appagati per tutto il primo tempo e questo non possiamo permettercelo. Ero scontento della prima parte e l’ho fatto capire alla squadra. Nella ripresa siamo tornate cattive e abbiamo tirato fuori una prestazione maiuscola facendo altre 4 reti. Contento per il primo goal di Castiello che sta lavorando molto per riprendere la forma e brave le tre giovani entrate nella ripresa: Sclavo che è anche andata in goal, Berarducci e Silvioni che è una 2002 e ha fatto vedere con forza le sue qualità. Ora testa bassa. Domenica c’è il Latina che è terza in classifica non per caso!”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO