Roma-Dzeko, uniti per sfatare il tabù inglese

3

CHAMPIONS LEAGUE CHELSEA-ROMA – Gli appassionati di calcio, ma soprattutto i tifosi della Roma, hanno cerchiato sul calendario il 18 ottobre, giorno in cui i giallorossi sfideranno il Chelsea allo Stamford Bridge. La squadra di Eusebio Di Francesco è chiamata a fare la voce grossa contro i blues di Antonio Conte, se vogliono sperare nella qualificazione alla fase successiva. Entrambe le formazioni sono reduci dalle sconfitte in campionato rimediate rispettivamente contro Napoli e Crystal Palace.

TABÙ INGLESE – Dici Inghilterra, dici terrore. La Roma non è capitata sicuramente nel girone più semplice ma quello che più preoccupa è il pessimo score dei giallorossi contro una squadra di Premier League. Nei complessivi 16 confronti (in Champions League) i capitolini sono riusciti ad ottenere solamente 2 vittorie contro 9 sconfitte e i 5 pareggi.  Dato preoccupante, ma lo è ancor di più se si pensa che quelle uniche due vittorie siano avvenute allo Stadio Olimpico. In terra inglese infatti la Roma non ha mai vinto e negli 8 precedenti sono solo i due pareggi, contro Arsenal e Manchester United, a rendere lo score un po’ meno amaro. L’unica vittoria oltremanica risale al lontano 2001 in Coppa Uefa contro il Liverpool, ma anche in quel caso il successo firmato da Gianni Guigou non servì a ribaltare il 2-0 dei reds all’Olimpico (doppietta di Owen ndr).

I PRECEDENTI – Nella storia della Champions League, Roma e Chelsea si sono già affrontare 2 volte e la posta in palio è divisa equamente. Nella stagione 2008/2009 i giallorossi, allenati da Luciano Spalletti, dopo aver perso allo Stamford Bridge per 1-0 riuscirono a vincere la gara di ritorno. Trascinati da un Olimpico con quasi 40.000 spettatori i gol di Panucci e la doppietta di Vucinic permisero alla Roma di imporsi per 3-1. Fu quella l’ultima vittoria contro una squadra inglese.

IL GIRONE C – Siamo al giro di boa, vale a dire alla terza giornata di Champions League. Il Chelsea grazie alle vittorie contro Qarabag e Atletico Madrid comanda il raggruppamento a pieni punti, seguito dalla Roma. I giallorossi dopo il pareggio dell’Olimpico, contro la squadra di Simeone e la vittoria in terra azera, occupano la seconda posizione, a due lunghezze di distanza dal Chelsea e a tre di vantaggio sugli spagnoli. La sfida di mercoledì sera sarà un vero e proprio crocevia per la formazione di Di Francesco. Un pareggio potrebbe consentire alla Roma di mantenere la seconda posizione, nonostante l’eventuale vittoria dell’Atletico contro il Qarabag. Nella migliore delle ipotesi, vale a dire la vittoria, la Roma balzerebbe al comando del girone.

DZEKO-CHELSEA – Non è solo la Roma chiamata a sfatare un tabù. Edin Dzeko infatti contro il Chelsea non è mai riuscito a segnare. Ovviamente la statistica risale ai tempi in cui il bosniaco vestiva la maglia del Manchester City, vale a dire da gennaio 2011 ad agosto 2015. Il possente attaccante giallorosso ha sfidato i blues per 12 volte (in 3 è rimasto in panchina ndr) , tra Premier League, FA Cup e Community Shild. Cinque sono state le gare giocate allo Stamford Bridge e per Edin non è certo uno stadio portafortuna. Sono infatti 3 le sconfitte rimediate, mentre 2 i pareggi.

IL CONFRONTO – La Roma di Eusebio Di Francesco contro il Chelsea di Antonio Conte. Il tecnico abruzzese e l’allenatore pugliese si sfideranno per la quinta volta in carriera. I precedenti sono a favore dell’ex tecnico juventino. Nella stagione 2010/11 i due allenatori si sono ritrovati l’uno di fronte l’altro in Serie B, ai tempi di Pescara e Siena. Nelle due sfide ebbe la meglio Antonio Conte con un pareggio nella gara d’andata all’Adriatico e una vittoria nel ritorno all’Artemio Franchi. In Serie A invece non c’è storia con due vittorie in altrettante gare nella stagione 2013/14 (Juventus-Sassuolo 4-0, Sassuolo-Juventus 1-3 ndr).

Daniele Matera

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here