ROMA FEMMINILE – La Roma femminile capolista batte anche la squadra siciliana del Nebrodi e lo fa con un perentorio 7 a 0. La giornata primaverile richiama al Vittiglio un numeroso pubblico che di certo non si è potuto lamentare dello spettacolo. Le giallorosse entrano in campo determinate, vogliose di far dimenticare l’opaca, seppur vittoriosa, prestazione espressa con il Decimoquarto. Ben sei calciatrici diverse marcheranno goal in gara ad indicare un gioco corale di squadra d’attacco. Apre le segnature dopo appena sei minuti dal fischio iniziale Visentin su assist di Proietti. Ci prova poi Pittaccio, ma il portiere siciliano è attento. Al 24′ la stessa Pittaccio serve uno splendido assist per Proietti che sigla il raddoppio e arriva a 18 reti attestandosi sempre più capocannoniere nella speciale classifica cannonieri. Distanziata al secondo posto con 11 reti Dragotto del Nebrodi. Nel secondo tempo la Roma continua il suo gioco e arrivano altre 5 reti: al 70′ Pittaccio su assist di Monaco, al 75′ Capparelli su assist di Pedullà, all’82’ Morra su assist di Monaco, all’85’ Pedullà (primo goal stagionale per lei) ricevendo palla da Pittaccio che sigla poi al 90′ la sua doppietta personale per il 7 a 0 finale che le vale la decima rete in campionato. Ora ci sarà la sosta per gli impegni delle nazionali, ma prima le giallorosse mercoledì 22 dovranno affrontare in casa alle 14.30 il Chieti per la gara di coppa Italia. Così ha commentato la gara mister Seleman: “Volevamo dare una risposta dopo la brutta prestazione di domenica scorsa e le ragazze sono state brave. Contento per il primo goal di Pedullà che è una giocatrice che lavora tantissimo e spesso per colpa mia non riesce ad esprimersi come vorrebbe la domenica. Ma brave tutte per la gestione della partita. Ora mercoledì la coppa e poi la pausa che arriva in un momento utile, infatti ci servirà per recuperare dei giocatori, che in questo momento abbiamo fuori, per questa ultima parte di stagione che sarà difficilissima”.