Roma in caduta libera. Società, allenatore e squadra sul banco degli imputati

0

EDITORIALE ROMANEWS.EU – Seconda sconfitta consecutiva in casa, settima partita tra campionato e coppa Italia senza vittoria di fila per la Roma di Di Francesco. Dzeko e compagni non segnano più di un gol dal primo dicembre scorso, i tre punti latitano dalla metà dell’ultimo mese del 2017. Questi numeri da incubo inquadrano perfettamente la profonda crisi giallorossa: mancano i risultati e manca il gioco. Contro la Sampdoria il primo tempo è da dimenticare nonostante il tiro dal dischetto conquistato e poi fallito da Florenzi, nella ripresa qualche guizzo estemporaneo non basta ad evitare la sconfitta che porta la pesante firma di Zapata.

CHAMPIONS A TUTTI I COSTI  – Negli occhi resta una Roma brutta e arruffona, con poche e prevedibili idee di gioco a disposizione per spaventare l’avversaria di turno. Con qualche piccola variazione sul tema il copione si ripete ormai da troppo tempo e la vetta che in segreto i tifosi della Roma sognavano di avvicinare qualche settimana fa è solo un miraggio lontano. I giallorossi fanno ormai parte di un altro campionato, quello per il terzo e il quarto posto che a fine stagione consentiranno l’accesso diretto in Champions League. Ad oggi i giallorossi sono quinti in classifica, con 5 punti di ritardo sulla Lazio e 3 di svantaggio sull’Inter, con la Sampdoria stessa che spinge alle spalle. Fallire l’ingresso in Champions sarebbe una sciagura vera, sportivamente in prima battuta e per tutti i discorsi legati al bilancio che da tempo accompagnano la società capitolina.

BASTA ERRORI – Tra i tifosi monta lo scoramento, sul banco degli imputati finiscono tutti: la squadra, il mister e la società. Tanti i cori contro Pallotta, assordanti i fischi per la compagine romanista a fine partita e intanto sui social Di Francesco incassa le proteste dei tifosi per la gestione dei cambi e dei moduli. A tre giorni dalla chiusura della sessione invernale del calciomercato Dzeko è ancora accostato al Chelsea nel pacchetto da 60 milioni con Emerson Palmieri. Le prossime ore diranno se l’operazione si farà ma nel frattempo in casa Roma serve chiarezza, prima di tutto all’interno di Trigoria. La squadra da qualche tempo è in caduta libera, ora servono idee vere per rialzare la testa e non perdere ulteriore contatto con il terzo posto, vero obiettivo stagionale. “Non si può più sbagliare”, lo sa Di Francesco e lo chiede l’ambiente intero.

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here