RES ROMA – “Sarà dura, ma puntiamo al terzo scudetto!”. Chiuso il campionato di Serie A, e ufficializzate le date e i gironi della fase Nazionale Primavera, in casa Res Roma occhi e cuore sono tutti indirizzati verso l’obiettivo terzo scudetto, dopo i due tricolori vinti nelle ultime due stagioni. Il capitano giallorosso, Claudia Palombi, fa il punto sulla sua squadra, raccontando sogni e aspettative per un terzo titolo che porterebbe la Res Roma nella storia del calcio femminile giovanile.

Ciao Claudia, parte la fase nazionale Primavera: quali sono le tue aspettative?
Tra una settimana parte la fase nazionale della Primavera e l’aspettativa più importante non può che essere la vincita del terzo scudetto consecutivo. Ci tengo molto soprattutto perché è il mio ultimo anno in Primavera e perché siamo una grande squadra anche se giovanissima.

Pink Bari e la vincente della Campania le vostre avversarie. Cosa ti aspetti da queste due sfide?
Sono due squadre importanti che da anni incontriamo sia con la prima squadra sia in Primavera, ogni squadra mira a prendere il nostro posto, vediamo chi avrà la meglio, sono pronta a tutto.

Cosa vuol dire per te indossare la fascia di capitano di una squadra che ha vinto gli ultimi due scudetti?
Indossare la fascia da capitano è un privilegio che in pochi hanno la fortuna di avere, ma è soprattutto una responsabilità enorme; devi cercare di guidare un gruppo e portarlo ad alti livelli, facendogli capire i punti fondamentali per arrivare a una vittoria così importante come lo scudetto. Diciamo che in questi due anni ci sono riuscita, spero di riuscire a trasmettere gli stessi principi e le stesse emozioni anche quest’anno.

Qual è l’avversario che temi di più nella corsa scudetto?
A dire la verità dopo le vittorie di questi due anni non tempo nessuno, abbiamo la possibilità di entrare nella storia del calcio femminile giovanile consacrando il terzo scudetto, siamo la squadra più forte d’Italia. L’unica squadra a cui pensò un po’ di più è il Verona, dotata di tante giocatrici anche nazionali, potrebbe metterci in difficoltà soprattutto da punto di vista tecnico, ma noi siamo in grado di giocarcela con chiunque.

Mentre le più grandi hanno abbandonato per motivi di età la categoria Primavera, le nuove ressine si affacciano a questa difficile competizione. Cosa mi dici delle nuove leve giallorosse?
Abbiamo inserito qualità e giocatrici importanti nella rosa di quest’anno, come Raffaella Giuliano e Alessia Parnoffi. Poi ci sono le giovanissime che da tre anni a questa parte si stanno mettendo in gioco per raggiungere risultati importanti, e penso che siano benissimo in grado di darci un’ottima mano.

Come reputi la tua stagione in serie A e la stagione della tua squadra?
Reputo la mia stagione in serie A la migliore da quando sono qui, peccato per l’infortunio nel finale che mi ha tenuta lontana dai campi di gioco per oltre due mesi. Nel complesso penso che abbiamo fatto una stagione ottima, al di là di ogni notta aspettativa, raggiungendo uno storico quinto posto. Complimenti a tutte le ragazze e soprattutto al nostro staff che ci ha seguito dal primo all’ultimo giorno.

Tuo fratello si sta giocando la salvezza con la Ternana in serie B. Tu che sei più esperta di lui in salvezze, gli hai dato qualche consiglio?
Sono contentissima per la prima stagione nel professionismo per lui con la Ternana. È arrivato in doppia cifra e sta trascinando la squadra verso una salvezza difficilissima. L’anno scorso mi sono trovata nella sua stessa situazione e l’unico consiglio che gli ho dato è stato dirgli “buttala dentro e basta”

Ufficio stampa Res Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO