Renga: “Spalletti o Sarri? Nessuno, entrambi hanno dei limiti”

4

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Roberto Renga a Radio Radio:Roma-Napoli sarà una bella partita perché entrambe le squadre non sono al massimo della condizione, ma vorranno rifarsi dopo essere usciti con le ossa rotte dalle rispettive sfide di Coppa Italia. Oggi, logicamente, giocherà Mertens al posto di Milik per dare imprevedibilità. Visto il derby schiererei Jesus titolare, ma toglierei Manolas dalla posizione centro-sinistra della difesa per rimetterlo a destra. Se potessi scegliere non prenderei né Spalletti né Sarri perché entrambi non hanno mai vinto nulla ed hanno dei limiti importanti”.

Sandro Sabatini a Radio Radio:Roma-Napoli ha più importanza per i partenopei, perché in caso di sconfitta il secondo posto sarebbe quasi del tutto irraggiungibile”.

Nando Orsi a Radio Radio:Farei giocare Mertens al posto di Milik per creare maggiori problemi a Fazio. Rientrerà De Rossi che, come non ha fatto Paredes al derby, aiuterà di più sia la difesa che l’attacco“.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Delle volte quando ti aspetti che un calciatore faccia di più di quanto può, rende di meno. Sia Roma che Napoli hanno bisogno di un segnale forte per ripartire. Alcuni giallorossi mi sembrano un po’ stanchi, Spalletti dovrebbe fare dei cambi. A Milano Juan Jesus ha fatto una buona partita, potrebbe giocare oggi, uno vale l’altro perché ciò che conta è l’atteggiamento in campo. Non saprei scegliere il migliore tra Spalletti e Sarri, sono entrambi due rompiscatole. La Juventus ha una marcia in più rispetto alle altre, contro l’Udinese se fa il suo, vincerà tranquillamente”.

Franco Melli a Radio Radio: “Spalletti è molto più esperto di Sarri. La partita di oggi dipenderà molto da come verranno schierati i calciatori. Prima del derby di Coppa Italia credevamo che la difesa della Roma fosse imperforabile, ma così non è stato ed il Napoli potrebbe approfittarne. Secondo me è meglio che la Roma difenda il secondo posto, magari pareggiando oggi, piuttosto che provare l’attacco alla Juve. Se il Napoli entra in campo con la giusta mentalità vince la partita”.

Furio Focolari a Radio Radio: “La Roma ha 5 punti di vantaggio sul Napoli che sono tanti. Spalletti è molto più navigato rispetto a Sarri anche se sono coetanei. I giallorossi, credo, siano favoriti. Non penso che Spalletti rinunci oggi ad Emerson Palmieri sulla sinistra”.

Alvaro Moretti a Radio Radio:Roma-Napoli è una partita che rischia di far incrinare il rapporto tra Spalletti e Sarri con le rispettive società. Secondo me il tecnico giallorosso sta iniziando a far notare alla Roma i limiti evidenti della propria squadra. La partita contro la Lazio ha messo in testa qualche dubbio a Spalletti, soprattutto per la difesa. Credo che i giallorossi faranno qualche calcolo in vista delle prossime partita, perché in rosa ci sono calciatori che non si fermano mai perché non ci sono sostituti adeguati. Sarri, invece, ha tante alternative ma non le sa usare“.

Dario Bersani a Tele Radio Stereo: “Ora bisogna concentrarsi solo sul campo. La realtà si chiama Napoli, giovedì Lione. Non perdiamo la lucidità per poter capire le priorità. Vogliamo vedere la Roma tornare a vincere, possibilmente già da oggi. Sul fronte stadio sembra di essere tornati indietro. Vogliamo credere che il progetto non sia a rischio. Cerchiamo di vedere soltanto il pallone ora, senza troppe distrazioni. La Roma deve necessariamente tornare a sorridere, questo è un momento molto delicato. La partita di mercoledì ci ha fatto perdere un po’ di sicurezze, ma ieri Spalletti mi è sembrato molto carico. Roma-Napoli? Una sfida tra due squadre parecchio arrabbiate”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo:La partita di oggi è il match point per il secondo posto. Perdendo, il Napoli si ritroverebbe a 8 punti dalla Roma…”.

Salvatore D’Arminio  a Centro Suono Sport: “Temo molto la condizione fisica della Roma e per oggi dico che finirà in pareggio. E’ vero che a Milano, contro l’Inter, la squadra di Spalletti ha dimostrato di essere in salute, ma era la prima partita del tour de force e nel derby di Coppa Italia ho notato qualche calo da parte di diversi giocatori”.

Gianni Lucioli a Centro Suono Sport: “Secondo me contro la Lazio non c’è stato un calo fisico della Roma, ma è dipeso molto dall’atteggiamento tattico di Inzaghi. Il Napoli gioca in maniera differente e la Roma, oggi, avrà più spazi per mettere in atto le sue qualità”.

Tiziano Moroni a Centro Suono Sport:Purtroppo in sede di campagna acquisti a gennaio non c’è stata la possibilità di rafforzare la rosa ed oggi sei costretto a non poter dare riposo a gente come Nainggolan e Dzeko che non hanno validi sostituti”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

  1. La Roma ha toppato completamente una partita importante, la semifinale con la Lazio era prioritaria rispetto al campionato (non puoi vincerlo, c’è un margine sulla terza, anche perdendo il margine c’è tempo per recuperare). Approccio al match sbagliato, idee assai confuse. A questo punto della stagione si può fare un bilancio su alcuni singoli per il prossimo snno: Paredes confermo che non è da Roma in nessun modo, Bruno Peres la più grande delusione (ma che sa fare?), El Shaarawy nullo, Perotti in regresso (in più non può scientificamente segnare mai su azione), Salah discontinuo, Emerson meglio del previsto ma non un fenomeno, panchina in generale inadeguata. Servono 3/4 giocatori buoni.

  2. Se Spalletti e Sarri allenassero la rube lo vedremmo se avrebbero dei limiti,perche’ oltre ad avere un potenziale enorme hanno la consapevolezza e quindi la serenita’,che non avrano torti,capito Renga???

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here