Roma, la dirigenza rientra nella Capitale. Mercato: Di Francesco punta Darmian

0

ILMESSAGGERO.IT (G. Lengua) – Gli incontri a Londra sono terminati. Jim Pallotta è stato aggiornato da Monchi sullo stato attuale della Roma e sul perché delle ultime prestazioni della squadra. La sconfitta contro l’Atalanta è stata un segnale d’allarme che ha scatenato l’ira del presidente, stanco di non vedere il suo club lottare per il primato in classifica nonostante gli investimenti estivi. Pallotta, infatti, è stato chiaro con il direttore sportivo, ribadendo che non farà mercato a gennaio senza le cessioni. Le indiscrezioni sui giocatori della Roma in uscita si fanno sempre più pressanti: il primo a lasciare la Capitale potrebbe essere Bruno Peres. Sul brasiliano c’è il Galatasaray pronto ad accettare la formula del prestito con più obbligo di riscatto a 9 milioni di euro (a differenza del Benfica che avrebbe voluto il diritto). Nessuna evoluzione sul fronte Emerson-Juventus (trattativa legata al futuro di Alex Sandro), mentre il club non ha intenzione di cedere sia Strootman che Nainggolan. I bianconeri sarebbero interessati anche a Pellegrini, mentre il Psg avrebbe sondato il terreno per Alisson. In entrata il ds ha chiesto informazioni per Torreira, ma il centrocampista della Sampdoria ha giurato fedeltà ai blucerchiati fino al termine della stagione e comunque sarebbe una trattativa percorribile solo se partisse Strootman. Resta d’attualità la possibilità di offrire un ingaggio a Darmian, l’alternativa all’esterno dello United è Juanfran.

Lunedì a Trigoria cominceranno gli allenamenti in vista della sfida contro l’Inter di sabato 21. Una vittoria della Roma a San Siro consentirebbe ai giallorossi di portarsi a 42 punti (con ancora una gara da recuperare). Per questo i biglietti stanno andando a ruba: già raggiunta quota 50 mila spettatori e nel capoluogo milanese arriveranno circa 1800 tifosi della Roma.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here