SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Giancarlo Dotto a Tele Radio Stereo: “L’obiettivo primario della Roma dev’essere l’esterno. Alla difesa ci penserei in seguito, ma la perdita di Salah dev’essere assolutamente compensata se si vuole puntare a qualcosa d’importante. Non si può pensare che giocherà Florenzi in quel ruolo dopo la doppia rottura del crociato. La partita con il Tottenham mi ha acceso diverse lucine. Non credo ad una Juve così spaziale, in difesa far fatica a trovare un assetto. Il prossimo anno gli mancheranno due pezzi fondamentali”.

Beppe Accardi (procuratore) a Radio Crc: “Le squadre più pronte sono Napoli e Juventus, credo che la Roma sia inferiore, ma fa bene Sarri a dire il contrario così da togliere la pressione alla squadra”.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo: “La partenza della Roma è complicata, perché nelle prime 11 giornate ha 3 avversarie dirette e 3 trasferte complicata, cioè Atalanta, Sampdoria e Torino, che sono campi sempre difficili. Un altro passaggio complicato è a novembre, quando il 19 ci sarà la Lazio, poi il turno di Champions e infine la trasferta di Genova. Mahrez? Sono fiducioso, mi arrivano segnali di fiducia e Monchi vuole chiudere a tutti i costi. Secondo me al 70% Mahrez sarà un giocatore della Roma. Credo che la Roma sia disposta ad offrire 32 milioni più 4-5 di bonus. E’ un’offerta importante per la Roma, per la portata dell’operazione e per quello che ci si può permettere a Trigoria”.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo“La Juventus non ha una partita vera nelle prime 10. La solita buonasorte bianconera. Hanno la sfida con il Torino che non si può definire una prova complicata visto che perdono una volta ogni 20 anni. Arriverà a giocarsi le partite decisive con 5/6 punti di vantaggio. La Roma e Di Francesco sono sfortunati tradizionalmente. Era fondamentale un inizio in discesa visto tutti i cambiamenti che ci sono stati e invece niente”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo“Il dubbio su Under è se sia già pronto per la Roma e per il campionato italiano. Tumminello ha bisogno di andare a giocare, non vedrebbe quasi mai il campo con Dzeko e Defrel. Sadiq? Aspetto a giudicarlo, ha delle qualità”. 

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Lo stato della forma della Roma mi fa pensare ad un possibile inizio brillante ma i sorteggi del campionato e della Coppa Italia sono stati molto duri. Non bisogna vendere Manolas che è il difensore più adatto al gioco di Di Francesco”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo“Under è passato da essere insultato e pagato troppo ad essere un gran giocatore. Aspettiamo prima di dare giudizi affrettati. Se la Roma vuole fare un buon lavoro con Under deve affiancargli qualcuno che lo aiuti con la lingua e con le abitudini italiane”.

Roberto Renga a Radio Radio: “Col Tottenham la Roma mi è piaciuta molto per 20 minuti in cui si è vista la mano dell’allenatore. Molto bene Kolarov, Strootman, Peres. Sicuramente Monchi ha fatto una squadra esperta con i due giovani, Tumminello e Under, che hanno fatto molto bene. Male Manolas che è stato l’anello debole della squadra che nel secondo tempo ha sofferto ma è riuscita a difendersi con il risultato poteva essere un’altro ma la Roma sta cambiando. Under bisogna non bruciarlo”.

Franco Melli a Radio Radio: “La Juve dopo le prime cinque partite fa 15 punti. La Roma ha un inizio subito duro e i primi big match la vedono sempre coinvolta e secondo me pareggerà sia contro l’Atalanta, sia contro l’Inter”.

Alvaro Moretti a Radio Radio: “Nelle prime dieci giornate la Juve può ripercorrere le prime dieci partite di Garcia, allo Stadium vincono sempre e non hanno trasferte difficili. Io credo che il calendario sia condizionabile anche se non si può stabilire come ma fa la differenza incontrare una determinata squadra in un determinato momento. Under? Non è stato pagato poco ma bisogna andarci piano, mi fido di Di Francesco se chiede un altro esterno”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Il calendario? Non dico nulla, bisogna incontrarle tutte. Manolas? Penso che ormai resti perché non può avere un’offerta migliore di quella che ha avuto (Zenit ndr) e anche vista la velocità che la Roma ha avuto a vendere i suoi giocatori come ha fatto con Rüdiger. Under? Mi dicono sia talentuoso però andrei molto cauto, abbiamo già avuto esempi di altri calciatori”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Ho voluto leggere il calendario al contrario, concentrandomi sulle ultime cinque giornate e ho notato che la Juve avrà Roma, Napoli e Inter”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

34 Commenti

  1. il calendario secondo me non è valutabile appieno finchè non si vede come si incastra con quello della champions, è li che sorgono spesso le difficoltà. Certo non è l’inizio ideale…

  2. Due considerazioni: sul calendario l’inizio è complicato, seguendo Di Francesco al Sassuolo i suoi inizi non sono sprint, considerato che al 90% saremo in quarta fascia in C.L si rischia un agosto/settembre molto difficile, e dato che a Roma bastano due risultati negativi consecutivi per dire che è fallimento le prospettive non sono rosee.
    La seconda considerazione è che stamani alle radio sono tutti scatenati la “madre di tutte le partite” è la seconda di campionato improvvisamente l’inter è diventata il bersaglio da abbattere e da stritolare, insomma Spalletti il nuovo nemico anzi il nemico pubblico n.1 peggio di un rubentino o di un laziese,……., il resto non importa l’importante è dare una dura lezione a Spalletti…., qui non si cresce mai, non cambiamo mai, l’obiettivo di squadra ancora una volta viene soppiantato da questa sete di vendetta ” ad personam” per le “presunte colpe del nostro ex allenatore”, e poi continuiamo a chiederci perchè non vinciamo.

    • assolutamente d’accordo, kolarov, ora della ROMA, ai laziesi “adesso siete solo avversari!” Spalletti all’ inter? ora è solo un avversario! punto. Si prende atto e si va avanti! e poi… con Spalletti un secondo e un terzo posto non mi sembrano cosi brutti! certo ha fatto degli errori, ma siamo abituati a cose ben peggiori mi pare. o no? FORZA ROMA!!!!!

    • Mah, guarda la sua presunta colpa é la stessa della prima volta, con la differenza che questa volta lo aveva detto un anno prima. É inutile far finta di credere alla favola dell’ambiente, Spalletti é andato via perché non credeva nel progetto, infatti questa squadra non l’avrebbe accettata e non perché non sia in grado di competere, ma perché ormai si é fissato che se hai meno di 25 anni non puoi vincere nulla perché sei giovane, se hai 20 anni non puoi essere titolare, infatti ha spesso ripetuto che con i giovani non si vince e lui vuole vincere( infatti in el é stato preso a sberle da un Lione con un età media bassa e per suoi errori tattici, ma vabbè), però questa é una sua fissazione, come altre. Oltre al fatto che ha pensato che l’inter potesse investire di più e in fine lo pagasse di più. Quindi smettiamola di santificarlo, e dire che il povero Spalletti é vittima delle domande cattive e pretestuose che i giornalisti gli hanno fatto e dei fischi. Ora battere l’inter non é la cosa più importante del campionato in quanto singola partita, ma essendo la seconda deve essere vinta per non perdere punti già da subito quindi é importantissima per il morale, per iniziare bene, per l’entusiasmo e perché comunque é una diretta pretendente ale prime 4. E visto che deve essere vinta e io credo che Spalletti si sia comportao male nella sua prima esperienza, e quindi si mi sta antipatico e nella sua seconda esperienza ha peccato di presunzione, quando é un allenatore che comunque non ha mai vinto nulla fin ora, io spero di fargliene quattro, sia per i tre punti e sia per porre fine a questa fandonia del più grande allenatore d’Italia che non é. É un buon allenatore ma finisce li. E comunque secondo me su quella panchina a fine anno siederà un altro. Detto ciò spero di farne quattro a tutti, ma a lui un po’ di più e se questo é male vuol dire che allora per esere un tifoso serio devo sperare che la Roma perda con l’inter per punire quei tifosi che non si dispiacciono del cambio di panchina? Come funziona? Buona giornata. E Forza Roma

      • Un lunghissimo post solo sulle nefandezze, incompetenze e carenze di Spalletti (che è stato l’ultimo con cui abbiamo vinto qualcosa) alla fine non fai altro che confermare quanto ho detto.

        • a me di Spalletti non frega più una beata ceppa! anche pensare di volergliene fare più che agli altri potrebbe significare dargli importanza, è stato allenatore della ROMA? ha ottenuto i risultati che ha ottenuto? bene… è il passato. Ora conta solo vincere con l’ inter per i motivi di sempre!!! i 3 punti, tutto il resto è aria fritta!!! ne buonismo ne benevolenza, ognuno per la propria strada!!! FORZA ROMA! !!!

      • Se i records inutili di qualcuno valgono tanto non capisco perchè i records di Spalletti non debbano valere..(non credo sia il caso di elencarli..) Se invece di Grenier gli compravi a Gennaio Defrel o Borca Valero pur con una squadra incompleta nella rosa e anche per buona parte sopravvalutata ,ce la saremmo giocata con la Juve fino all’ultima giornata.
        Spalletti non è perfetto ma grazie a lui siamo tornati a parlare di calcio nella Capitale. E mi fermo qui…

      • Insomma abbiamo capito: Spalletti con la Roma non ha fatto niente, non ha combinato nulla, se la Roma per 2 anni consecutivi è andata in Champions è merito della Raggi, se ha valorizzato Dzecko, Salah, El Sharawi, Emerson, Szeceny, Naingolann non è merito suo ma merito del mago Otelma.

    • @Anto,io non riesco a vedere assolutamente Spalletti come un nemico,anzi,ma come un avversario che avra’ sempre la mia gratitudine per averci portato al secondo posto e aver dato 3 pappine alla rube,loro si veri nemici,anche se in buoni rapporti con il nostro presidente.Non capisco questo odio verso il Toscano,forse colpevole di non aver fatto giocare …l’innominabile o perche’ si era rotto di una ambiente dichiaratamente ostile o perche’ l’Americano ha disatteso le promesse,bene!per tutti questi motivi avra’ la mia stima incondizionata,cosi’ come l’avra’ Saba.Ho paura anch’io che Difra parta piano ma da persona intelligente qual’è spero che si renda conto che Roma è un altra realta’,speriamo bene,un caro sauto e forza Roma.
      ps è probabile che mi attirero’ gli strali di qualcuno,ma non importa,ho le spalle larghe

      • Caro Fabiano, in amicizia e con stima solo per un confronto rispettoso d’idee, non sono d’accordo sulla tua disamina su Spalletti:
        -( avra’ sempre la mia gratitudine per averci portato al secondo posto e aver dato 3 pappine alla rube) sulle pappine alla rube mi troverai sempre d’accordo, però ci ha anche portato alla eliminazione dai preliminari di CL, fuori dall’EL e fuori dalla Coppa Italia.
        -(perche’ si era rotto di una ambiente dichiaratamente ostile o perche’ l’Americano ha disatteso le promesse)se l’è un pò cercata.A campionato in corso non dici che non saresti mai ritornato a Roma e ancora peggio non fai capire che andrai via.Come pensi che possano reagire i tifosi e particolarmente i giocatori? Forse si stava preparando il terreno per un’uscita giustificata.Riguardo all’americano non penso, al momento, stiano facendo meglio i cinesi.
        Non vorrei che Sabatini , come tutti ha fatto cose buone e cose meno buone, da tifoso romanista come lui più volte si è dichiarato, stesse vivendo una grande delusione, come quando ti lascia la donna della tua vita, è in questi momenti di sconforto a volte si fanno delle cose di cui poi ci si pente.
        Senza tanti eufemismi: Saba ha convinto già a gennaio Luciano a seguirlo nel grande progetto miliardario della Suning, rassicurandolo che gli avrebbe anche comprato 5/6 giocatori della nostra magica. Ad oggi direi che, forse, il povero Spalletti c’è cascato in pieno.
        Ma questa come sempre è solo una mia idea.
        Un caro saluto.

        • Ciao Nino,naturalmente ognuno di noi è libero di farsi i film che vuole,o idee come le chiami tu,ma appunto idee cosi’ come lo sono le mie.Per quanto riguarda le promesse disattese a gennaio gli hanno comprato un calciatore fermo da 2 anni e questo è un fatto.L’eliminazione dalla cl si deve anche a Spalletti ma soprattutto alla dabbenaggine di DeRossi ed Emerson.Io non nego che Spalletti abbia fatto qualche errore,ma chi non ne fa,ma siamo arrivati alle partite importanti cotti perche’ non avevamo una panchina in grade di reggere 3 competizioni,ma tu sinceramente preferivi vincere con la lazio o arrivare secondi e fare un mercato dignitoso.Non credo che Spalletti fosse d’accordo col Saba per andare via gennaio,Pallotta se avesse voluto lo poteva trattenere ma non avrebbe potuto vendere 3 titolari,ma sono tutte “idee”.di una cosa sono certo che Spalletti non è andato a Milano per soldi perche’ vorrei ricordare che l’unico insieme ad Orrico ad avere dato dimissioni vere,cioe’ senza buonuscita,è stato il Toscano e questo per me è una prova di grande dignita’.Ha fatto quell’affermazione che se avesse saputo non srebbe tornato a Roma,è stata un affermazione dettata dall’amarezza e dalla delusione,ma quando siamo contro o a favore di qualcuno le interpretazioni sono sempre diverse ed allora,come sempre succede tra noi rispettiamo le nostre..
          Con immutata stima,un caro saluto

          • Fabiano, io non sono contro Spalletti, sicuramente è stato uno dei migliori allenatori che abbiamo avuto, con dei limiti caratteriali, dico semplicemente che anche lui ha le sue responsabilità.
            Il mercato di gennaio, può darsi, perchè ti assicuro che tra gennaio e febbraio ha comunicato alla società che sarebbe andato via.
            La stima è reciproca.

        • Nino, potrebbe essere tutto corretto quello che dici, ma ci scordiamo di una dichiarazione di qualcuno ( o meglio qualcuna) che lo ha definito ” un piccolo uomo”…..e non è stato detto ne da un giocatore ne nel chiuso dello spogliatoio.
          Sinceramente a memoria penso che non si sia verificato qualcosa di simile in nessun altro club al mondo. Alla fine se tu eri al posto suo cosa avresti fatto? Potevi pensare di restare in una squadra e in una città dove quella dichiarazione è stata sostanzialmente appoggiata da una parte maggioritaria del tifo?

          • Ciao Anto58, le mogli non si devono permettere di entrare nelle questioni lavorative dei mariti ma spesso il loro protagonismo le induce ad occuparsene.
            Capisco che la gestione del fine carriera non è stata semplice e ti assicuro che condividevo la posizione di Spalletti.
            Ma poteva gestirla meglio.
            Sicuramente l’amarezza e la delusione di cui parlava Fabiano, hanno contribuito a fare precipitare la situazione.
            Per quanto mi riguarda i 2 fanno entrambi parte del passato e li ringrazio per quello che hanno fatto, ma non devono più essere elementi di discussione o di frattura della tifoseria.
            Chiudo rubando una frase a Fabiano:
            apprezzo l’allenatore ma non mi è piaciuto l’uomo.

        • @Nino copione,Nino copione,ti ricordi quando eravamo piccoli,purtoppo tanti e tanti anni fa,in definitiva Nino non è che siamo lontanissimi,è sempre un piacere interloquire con te,Forza Roma a te ed a tutti i miei amici di questo sito,che piu’ vi conosco e piu’ vi apprezzo

          • Il piacere è anche mio, sai che ti apprezzo e mi sei anche simpatico. E poi hai una grandissima qualità :
            Sei un vero tifoso romanista.
            Un abbraccio e sempre Forza Roma.

      • Caro Fabiano, facendo un po di calcoli nel nostro scarno carnet di successi in 90 anni di storia il Toscano ha portato 3 trofei tantissimi piazzamenti d’onore, due quarti di Champions (che a parte la finale del 1984 è il miglior risultato nella massima competizione Uefa) e il record di punti nella storia del campionato.
        un tifoso, normale, li dice grazie anzi mille grazie quindi addio e si volta pagina. Poi diventa come dici tu un avversario come gli altri. Non superando mai la “sindrome della vedovanza” che rischia di diventare il tormentone della prossima stagione, più importante dello svolgimento della stagione stessa dimostreremo ancora una volta l’immaturità ambientale. In un rapido ascolto che mi sono fatto stamani , purtroppo stiamo andando verso questa strada ed è sconfortante. Abbiamo veramente bisogno di voltare totalmente pagina e se Eusebio riesce in questo sarebbe già un gran successo. Poi come detto ieri se Monchi prende nei prossimi giorni Marhez spero che il successivo acquisto sia il giocatore che si chiama “Pazienza” e invece che metterlo a disposizione di Di Francesco lo regala ai tifosi. Utopico vero? Un caro saluto

  3. D’accordo con Anto58. Le discussioni sul calendario invece sono sterili. Chi inizia con le big finisce con le provinciali quindi la musica non cambia. Quello che può cambiare è incontrare le squadre durane il loro momento migliore di forma nel campionato, ma questo è totalmente imprevedibile.

    • Si vero, magari una big all’inizio del campionato non è nel suo migliore momento, e questo può valere anche per noi, io non so che tipo di lavoro atletico stia facendo Di Francesco e il suo staff, quel che è certo visto i risultati dei turni preliminari di C.L. il nostro girone di Champion sarà molto duro ( non so perchè ma ho la certezza che capitiamo nel girone con il Bayern di Carletto come testa di serie del nostro girone) quindi bisogna farsi trovare molto in forma magari se si affrontavano nelle prime tre giornate squadre non di fascia alta sarebbe stato meglio, naturalmente questo lo giudico oggi 27 luglio, poi magari il calendario apparentemente in salita all’inizio si rivelerà favorevole.

  4. Ammazza Melli che gatto nero….ma perché non parla del calendario della sua Formellese…..noi siamo arrivati secondi e incontriamo Atalanta (4) e Inter (6)”…la Formellese Spal e Chievo…secondo voi “c’è del marcio in Federcalcio”..ancora che lo fa un computer..si CI crediamo….

  5. Come al solito non brilliamo in quanto a fortuna con le urne. Dire che all’inizio sarà tosta è solo un eufemismo.
    Dobbiamo avere pazienza e se le cose si mettessero male non dovremo fare processi immediati. Pertanto invito tutti a non fare voli pindarici e a coltivare soverchie illusioni. Dobbiamo crederci e crescere nonostante le avversità e le difficoltà che troveremo sul nostro cammino. Sulle sperticate lodi che stanno girando su Under mi riservo cautela, al momento mi ricorda lo juventino solo nelle movenze….poi si vedrà..

    • Ciao Lupo,la pazienza si sa non è prerogativa di nessun tifoso e noi non facciamo eccezzione e quindi cerchiamo di essere uniti e soprattutto non mettiamo pressione a questi giovani che saranno sicuramente bravi ma non carichiamoli di troppe responsabilita’,ad ogni buon conto caro amico mio,mi do una grattatina agli zibidei perche’ come diceva un mio amico Naplotano,io non ci credo ma non mi costa niente.Forza Roma e un caro saluto

  6. Dopo le prime 2 giornate medio TOSTE subito dopo avremo 5 giornate di fila molto abbordabili,
    meglio partire essendo già sul pezzo così non sottovaluteremo nessuno e non perderemo punti con le ultime..

  7. Pensare a Spalletti significa vivere con gli occhi voltati indietro, noi tutti invece ce l’abbiamo davanti e quindi guardiamo avanti! quindi due pappine e via, senza rancore anzi con una sportiva stretta di mano. Ma due pappine due, pero’!

  8. Come ogni anno parte il lamento dell serie: le prime partite sono dure, le ultime partite sono dure, le partite di mezzo sono dure. Mai pensare invece che siccome bisogna incontrarle tutte fuori il dente fuori il dolore.

  9. Finchè gente come quella nullità di Marione continuerà a pontificare in radio e cosa peggiore ci sarà gente che lo ascolta e riproduce la mala fede che pervade ogni suo pensiero, la cattiveria e mancanza di competenza e sportività soffocherà sempre qualsiasi giudizio sul mondo as roma.

    Sono solo capaci di sguazzare tra politica e malaffare .

  10. Siamo a Roma e se vede e se sente!!!!!! Per voi che scrivete post corti o lunghi che siano…. è il primo anno che mi piacete quasi tutti…… diciamo tutti dai…..quei 3/4 scemotti manco li metto in mezzo!!!!! Bravi ragazzi ….. poi si può non essere d accordo ma vedere che non si attacca più tutti tanto per…… e che non si tifa solo L innominabile ma si parla di ROMA….è la cosa più bella che c’è!!!!! FoRza Roma sempre e comunque!!!!!

LASCIA UN COMMENTO