(Foto Tedeschi) Walter Sabatini e Alberto DeRossi In Conferenza Stampa, De Rossi per prsentare la finale di SuperCoppa Primavera e Sabatini per chiarire un po di cosa sulla diatriba tra Luis Enrique e Francesco Totti

PRIMAVERA – “Il Sassuolo è una squadra che conosciamo bene, ha vinto il Viareggio. E’ una squadra di cui abbiamo tanto rispetto, una squadra da prendere con le molle”. In questo modo il tecnico della primavera giallorossa Alberto De Rossi parla ai microfoni di Rai Sport nel pre partita del primo match dei playoff tra Roma e Sassuolo. Poi l’allenatore della Roma aggiunge: “Il nostro spirito è buono, mi dispiace non esserci qualificati direttamente. Ora si incontrano squadre forti anche se ci arriviamo benissimo; siamo una squadra forte e non abbiamo mai fallito nelle partite importanti”. Poi De Rossi commenta la stagione complessiva dei suoi ragazzi: “Il nostro percorso è stato altalenante. Nella seconda parte del campionato abbiamo avuto una flessione, in parte fisiologica viste le tante partite, ma c’è stata anche una crescita delle altre squadre, in primis quella dell’Atalanta“. Non poteva mancare il riferimento all’assente di lusso di questa partita impegnato in una competizione internazionale con la maglia azzurra: “E’ un grande orgoglio vedere Marchizza giocare una manifestazione così importante. Ci mancherà ma abbiamo giocatori importanti pronti a sostituirlo”.

POST PARTITA

DE ROSSI A ROMA TV

“I ragazzi hanno fatto veramente bene, la partita si sarebbe potuta complicare se all’inizio avessero sfruttato i nostri errori. È vero che poi hanno pareggiato, ma se fossimo andati sotto avremmo potuto accusare un tracollo psicologico ma Crisanto è stato bravo. Il Sassuolo è molto forte e organizzato, ci hanno messo in difficoltà. La nostra difesa ha lavorato bene, altrimenti non avremmo vinto. A differenza di qualche altra situazione durante il campionato, la maturità della squadra ha sorpreso anche me, noi siamo molto sanguigni, se c’è qualcosa che non va perdiamo le linee guida e in qualche partita questo c’è costato caro. Siamo stati maturi, serve una squadra che combatta ogni minuto, se si prende gol ci si deve rimettere sotto, abbiamo giocato una grande gara”.

Antonucci?
“Sa giocare sia a destra che sinistra, al di là che manca Keba, l’ho messo lì perché lui sa trovare il varco giusto dietro le linee dei centrocampisti, è un ragazzo molto interessante”.

Genoa?
“Sono molto forti, hanno attaccanti che si possono scambiare tra loro, hanno giocato molto bene ieri, bisognerà ricominciare da capo e cercheremo di mettercela tutta per arrivare alle finali”.

DE ROSSI A RAI SPORT

Avete fatto davvero una bella gara…
“Sì abbiamo fatto una bella gara però dobbiamo dare considerazioni perché loro sono entrati in partita prima di noi e ci hanno creato problemi e nel palleggio abbiamo fatto diversi errori che potevano cambiare la partita. Poi la partita l’abbiamo fatta, è stata equilibrata e abbiamo tanti giocatori che possono fare gol e ha fatto la differenza”.

Avete fatto un gol con un attaccante e gli altri con i centrocampisti. I 2 davanti però hanno fatto tanto movimento..
“Abbiamo 2 attaccanti formidabili per la categoria se non segnano fanno segnare e in 2 non so quanti gol hanno fatto. Fa piacere che segnano anche gli altri e ciò dimostra che tutti partecipano e tutti sono pericolosi. Crisanto sulla prima parata è stato veramente bravo. Dopo pochi minuti andare sotto non era un granché. Poi la partita si è riaperta col pareggio ma penso di poter dire che abbiamo meritato il passaggio facendo i complimenti ai nostri avversari”. 

Ora il Genoa…
“L’ho vista tutta la partita di ieri e conosco bene le squadre del nostro girone. Il Genoa è una squadra completa e una batteria di attaccanti fortissima. Ci sarà da sudare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO