Primavera. De Rossi: “Il vantaggio numerico ha determinato molto, squadra matura”

0

NOTIZIE PRIMAVERA – Le dichiarazioni del tecnico della Primavera Alberto De Rossi in occasione dei quarti di finale del campionato tra Roma e Lazio.

POST PARTITA

DE ROSSI A ROMA TV

I gol di Soleri? Accetto le battute, è stata una bella serata. La squadra è stata matura. Ora dobbiamo metterci sotto perché l’Inter è una squadra che ci ha fatto soffrire. Da domani ci metteremo sotto.

Risultato netto? È vero, è onesto sottolineare che l’espulsione da noi causata ha condizionato la gara ma la squadra già era in possesso della metà campo avversaria. I ragazzi li vedo motivati. Da questa partita la squadra ha merito e viene fuori più forte.

Testa giusta? Sì, ne avevamo parlato. Anche l’ultima partita con il Genoa andava dimenticata. Ogni giorno si riavvolge il nastro e bisogna mettersi sotto. Da questa partita viene fuori una squadra matura. Si giocava contro una squadra che si chiudeva bene e ci volevano qualità di idee e di palleggio. Ho visto una squadra molto propositiva e matura”.

DE ROSSI A RAI SPORT

“La partita? La squadra ha fatto bene, non si può negare, il vantaggio numerico ha determinato molto ma la squadra già stava facendo bene e mi è piaciuta la gestione della gara anche dopo l’errore dal dischetto. L’Inter? Credo che sia la sesta volta che ci incontriamo. Sarà una bella partita, sono due squadre forti”.

PRE PARTITA

DE ROSSI A ROMA TV

“Il gruppo è sempre molto motivato, orgoglioso di iniziare questa avventura. È un atteggiamento che hanno sempre avuto quando si avvicinano gli obiettivi importanti. È un atteggiamento che ha dato i suoi frutti perché i ragazzi hanno sempre risposto bene ai grandi appuntamenti.

Pensiero al precedente stagionale contro la Lazio? No, la squadra è cresciuta, non farebbe mai un errore del genere anche perché qualche errore l’abbiamo commesso non per mentalità ma per colpa di una flessione sul piano fisico. Non pensiamo mai a cosa è successo in passato. Stiamo attraversando un grande momento ma anche la seconda parte di stagione della Lazio è stata di grande livello.

Cosa temere? Hanno un attaccante che è fuori categoria, e poi l’organizzazione. Mi è sembrata una squadra che sa cosa vuole, difende molto bene e tutti. Ripartono velocemente con 3-4 giocatori di grande livello.

Le altre gare delle Final Eight? Sicuramente l’eliminazione dell’Atalanta ha sorpreso. Era una squadra in evoluzione, ci aspettavamo qualcosa di più. La Fiorentina però ha fatto una grande gara di qualità e sacrificio”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here