E se il piccolo turco diventasse il nuovo Salah?

6

CORRIERE DELLA SERA (G.Dotto) – Tutto cambia a mezz’ora dalla fine, quando Cengiz Under si trasforma in Gengis Khan. Un feroce, inesorabile Over. Fino a quel momento la banda di Eusebio stava suonando, e pure male, il suo funerale contro il Benevento di Puggioni e Brignola. In testa al corteo Sua Mestizia Edin Dzeko, nella peggiore rappresentazione di sé nell’arte del tiro e non segno. Cosa s’inventa il turco pur di farsi amare? Come le ali mistiche di un tempo vola sinistro sul fondo e poi, meraviglia, ricama di destro un arcobaleno per la fin lì riottosa capa di Dzeko. Che, invece di correre a lustrare la scarpa del ragazzino, si contorce in un narcisistico siparietto del proprio ego, chissà perché, ferito. Edin si rifarà donando la palla del rigore a Defrel. In quanto a me, scampato il terrore di un Cengiz iturbinizzato, giuro che non scriverò che il pupillo di Erdogan è il nostro nuovo Salah (anche se comincio a pensarlo).

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

6 Commenti

  1. Potrebbe… ma non bisogna venderlo troppo in fretta.
    Fra 3 anni, se rimane ben concentrato e che non si monta la testa, potrebbe anche valere di più (inflazione e così via…)

    Salah è stato venduto malissimo.
    Mancano almeno 15M/20M

  2. Ma bisogna per forza vendere per poi acquistare Chi?
    Ogni anno un gruppo nuovo con giocatori forti che regolarmente vanno via.
    Chi sta in vetta ste cose le sa……….. – 16 sono tanti.

  3. Per sperare che diventasse il nuovo Salah (o anche meglio: a differenza dell’egiziano Under ha anche il piede destro…) dovremmo innanzitutto smettere immediatamente di paragonarlo a Salah.
    Ma a Roma è impossibile, quindi amen.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here