Timpano: “Il record di punti di Spalletti è per Di Francesco un fardello”

46

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “Non credo ormai arriverà qualche giocatore prima della partita di Bergamo. La Roma ha giocatori importanti in infermeria come Florenzi, El Shaarawy, Emerson e Karsdorp. Perotti è l’unico giocatore rimasto in rosa con la qualità di superare l’uomo e puntare a porta. C’erano Totti, Pjanic… La Roma ha personalità, i muscoli di Strootman, Nainggolan e anche Dzeko ma manca un pò di fantasia che è quella che dovrebbe aggiungere Mahrez se arriverà. Mi aspetto Moreno in coppa con Manolas con l’Atalanta”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Sono rimasto molto deluso. La seconda squadra della Roma non può fare una figura del genere contro la prima squadra del Celta. Sono rimasto stupito che non si riuscisse a trovare una contromisura e il problema è stata la mancanza di aggressività. Spero che Karsdorp possa rientrare presto, perchè credo che prenda il posto di Peres. Avrei preferito un altro criterio nella scelta delle due formazioni di giovedì e di ieri”.

Guglielmo Timpano a Tele Radio Stereo“Tutti hanno contribuito lo scorso anno a creare quella situazione difficile e bisogna dire che abbiamo fatto un enorme autogol perché, con la Juve un pò sazia e in fase di transizione, se fosse rimasto Spalletti la favorita per lo scudetto sarebbe stata la Roma e invece si riparte da capo perché non c’erano più presupposti per andare avanti. Di Francesco si ritrova a succedere ad un allenatore che ha fatto un record di punto e questo, già di per sé, è un fardello”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “Dopo la partita di ieri è lecito non stare tranquilli. Tra una settimana si va a Bergamo e poi arriva l’Inter. La Roma ha perso un grandissimo allenatore anche se un pò matto. Ieri ha giocato un giocatore al quale non hai dato il numero (Iturbe ndr)”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Ci può stare che dei calciatori abbiano problemi con il nuovo modo da giocare, ma l’importante è che sia una cosa di cui si parla anche con l’allenatore. La priorità ora, più che il mercato, è che la squadra condivida la filosofia del tecnico”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Sono molto più preoccupanti le parole di Di Francesco che la partita. Se il 13 agosto l’allenatore fa certi discorsi c’è qualcosa che non va, vi invito a sentirlo oltre che leggerlo. Sembrava parlasse di una squadra che lo ha già abbandonato. Pesantissimo. Di tutti gli allenatori avuti dalla Roma è l’unico a cui ho sentito fare un discorso il 13 agosto. E’ un dogmatico o è pronto a cambiare la sua idea se capisce che la strada a Roma deve essere diversa. Lui si gioca la carriera qui. Come vuole giocarsela? Convinto che il suo calcio sarà bello ed efficace oppure vorrà cambiare qualcosa? Le cose si sanno, qualche giocatore non è convinto di questo nuovo sistema di gioco della Roma, anche elementi importanti”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini a Tele Radio Stereo: “Le parole di Di Francesco a fine partita fanno riflettere. “Si gioca come ci si allena” che vuol dire? Il primo tempo della Roma non si può neanche definire brutto, sono molto perplesso da ciò che ho visto. Se l’Atalanta interpreta la partita come fa al solito in casa per la Roma si mette male. Temo che una persona che voglia lavorare non può entrare a Trigoria. In ogni amichevole si è andato a peggiorare. Mahrez non deve essere la salvezza della Roma, ma la ciliegina sulla torta”.

Furio Focolari a Radio Radio: “I centrali della Roma sono in difficoltà per il modulo, Fazio va in apprensione perché non può giocare a quattro e poi quando vivi queste situazioni sbagli tutto. Credo che il problema in questo momento sia l’allenatore, che in questo momento non riesce a farsi capire dalla squadra. Il 4-3-3 non è adatto a questa squadra e Di Francesco deve capirlo che non ha i calciatori adatti”.

Roberto Renga a Radio Radio: “E’ stato sbagliato l’avversario, perché il Celta Vigo è un signor avversario. I tre attaccanti della Roma non l’hanno presa mai, a centrocampo Gonalons era abbandonato da Gerson che ha giocato 10 minuti bene e Pellegrini che ancora deve crescere come centrocampista. A livello difensivo Peres ha mostrato i soliti limiti, Kolarov non bene perché aveva davanti un forte avversario ed i centrali sono quelli che sono… Nainggolan deve tornare a fare la mezzala e lui deve capirlo, sebbene abbia fatto il fuoriclasse da trequartista”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: La Roma spero si metta in sesto in tempo perché si hanno due partite difficilissime ad inizio stagione, perché altrimenti a Bergamo e contro l’Inter non so come possa andare. La Roma deve stare molto attenta, anche perché in pochi giorni non si può migliorare molto. Se è indietro ora lo sarà anche tra 5 o 6 giorni. Anche questa di Mahrez mi sembra una situazione che debba essere chiarita in maniera molto rapida. Di Francesco deve capire che si può cambiare come ha fatto Spalletti”.

Fernando Orsi a Radio Radio: “Abbiamo visto che Moreno non è la soluzione a tutto e serve un difensore centrale ed un esterno. Il calcio d’agosto conta poco, ma dà delle indicazioni, come è successo con la Juve. La Roma incontra una squadra come l’Atalanta che è pericolosa. La grande squadra che ha ambizioni, si va a prendere il giocatore che vuole senza problemi, senza guardare i 3 o 4 milioni in più. La Roma in questo momento non dico che è fuori dalle quattro, ma è al livello di Inter e Milan. Visto che secondo me quest’anno c’è una possibilità per tutti per vincerlo, ma la Roma al momento non è competitiva per lo scudetto”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

46 Commenti

  1. Ma dai. è un gioco, la cosa che fa ridere è che tutti sanno cosa c’è che non va, ma dentro la società si alza un muro. Probabilmente ci sono dinamiche che non conosciamo… Non si spiega il fatto che vendi il difensore che per il calcio di DIFRA è il più adatto e tieni jjesus e fazio. Ma ripeto, sono cose che noi esterni non possiamo capire. Era semplice: tenere manolas, rudiger e venedere gli altri per prendere due giovani promesse come riserve da far crescere. Boh. A me sta pure simpatico jj, ma con lui centrale la cavolata è dietro l’angolo…
    Anche il 2017/2018 sarà da ridere… e soffrire!

  2. Di chi è la colpa della partenza di Spalletti? Ci sono radio, forse “amiche” della Roma, che ancora festeggiano della sua partenza. Io no.
    Mi dispiace dirlo ma invidio parecchio i tifosi del PSG… O del Real…
    Sono assai preoccupato, molto più di prima…
    Speriamo che tutto si ribalti tra una settimana perchè sennò c’è aria di numerose “pettinate”…….
    Buon ferragosto a tutti, speriamo bene

  3. Più che il risultato, è preoccupante il discorso che fa DiFra: “… si gioca per come ci si allena …”. Sembra che ci sia qualcuno dei “vecchi” non convinto del modo di giocare, a sei giorni dall’inizio del campionato appaiono i “fantasmi” tipici di una squadra già in crisi, però con il Tottenham hai fatto una bella partita, affrontando una squadra teoricamente più avanti nella preparazione e tecnicamente più forte del Siviglia e del Vigo. Siamo a metà agosto e già si pensa che l’allenatore non sia adeguato o che, comunque, debba cambiare il modo di giocare perché “non piace” ad alcuni calciatori. Mah !

  4. Ragazzi ad una settimana dall’inizio del torneo più importante siamo messi maluccio. Non solo per le sberle che ha rimediato la Roma che ha fatto il paio con quelle rimediate dai campioni d’Italia, ma per il fatto che mentre questi ultimi hanno i mezzi per rovesciare la situazione, la Roma la vedo incompleta e vedo preoccupato il tecnico che è riuscito a trasmettere tali emozioni alla squadra soprattutto alle seconde linee che sono apparse impacciate e impaurite.
    Ho visto l’andata della finale di Supercoppa e si vede che quelle squadre, soprattutto i “blancos” sono anni luce avanti. Vedere Barca Real Madrid con questi ultimi che sul 2 1 fuori casa attaccano in 10, per l’espulsione di Ronaldo, e mettono a segno il tris è pura poesia, al confronto le partite italiane sono calcio dilettantistico.
    Con l’affare Mahrez si sono incartati e ora non sanno come uscire dal tunnel, sapendo che Salah non c’è più e non vi è modo di rimpiazzarlo. In difesa occorre far qualcosa presto, temo la trasferta di Bergamo e gli altri nerazzurri con il marpione Luciano che conosce le debolezze dei giallorossi e non vede l’ora di infierire.

    • @Mauro,purtroppo hai messo il dito sulla piaga,su Mahrez l’ho scritto qualche giorno fa,comunque andra’ a finire ne usciremo male.Monche ha perso troppo tempo dietro all’Algerino ed ora tutti se ne approfitteranno,si dice che sono amichevoli e quindi non fanno testo,ma mentre con le altre squadre si puo’ addurre come giustificazione che sono avanti come preparazione,il celta incomincera’ come noi,si dira’ che hanno giocato le riserve,ma fino a ieri abbiamo esaltato Monchi perche’ aveva rinforzato la panchina,rendendo la squadra piu’ completa,mah!!!stendo un velo pietoso su Karsdorp,si dira’,forse anche giustamente,che è presto per giudicare,ma se.come dicono gli avvocati,2 indizi fanno una prova,un po’ di preoccupazione incomincio ad averla,è vero la squadra è incompleta,ma vorrei sapere quando verra’ completata,fra una settimana inizia il campionato e avremo subito 2 partite difficili,speriamo bene,per ora buon ferragosto a te ed a tutti i miei amici di questo sito

  5. Sono allibito!!!…Non che mi aspettassi chissà che,ma ragazzi siamo in un vicolo cieco!!!Se non ci diamo una svegliata son dolori!!!!…..Neanche a farlo apposta i nostri”Rivali” con la Juve hanno sciorinato una partita super!!!E mi sa tanto che,come squadra ci sono superiori!!!!MANNAGGIA!!!!Comunque FORZA ROMA SEMPRE!!!

  6. Il tifoso passionale è anche un tifoso umorale ed è molto facile passare dall’esaltazione assoluta allo scoramento più totale. Giorni fa vi avevo scritto : ” Dove si firma per il quarto posto? Sottoscrivo subito” .Beh mi avete massacrato ora forse vi state rendendo un po’ conto che non è tutto oro quel che luccica. Dopo mezza partita discreta siamo arrivati a dire che Under era il nuovo Dybala ( !!!) Questo è il nostro provincialismo che viene da una fame di titoli da anni mai esaudita. Aver scelto Di Francesco (al di là se sia adeguato o meno) è stato solo un ridimensionamento. Prendere Monchi è stato come prendere un tagliatore di teste per sanare bilancio e fare plusvalenze. Molti di voi ispirati alla massima fiducia(la cassa di risonanza dei media quando deve far passare che va tutto bene riesce a oscurare il cervello altrui) parlavano di scudetto. Spero vi rendiate conto che il tecnico gioca solo con quel modulo senza adeguarsi alla gara e agli avversari e l’essere integralisti non porta benefici. Anche Zeman gioca col 4-3-3 ma anche perdendo perlomeno riesce a dare spettacolo ed un’impronta alla propria squadra. Qui dopo un mese non c’è uno straccio di gioco e di schema. Vogliamo parlare di Monchi ? Acquista Karsdopp gia rotto (un difensore basso a destra che ci serviva come il pane) che salterà almeno le prime 4-5 partite… che lungimiranza,.Complimenti!!! Acquista Defrel pagandolo quasi più del doppio del reale valore e si fissa da un mese su Mahrez disponibile a svenare le casse cocietarie per un supervalutato che nessuna squadra di prima fascia ha finora cercato e che l’unico anno buono da calciatore è stato due anni fa e per il resto anonimato completo..Dulcis in fundo non si accorge ad una settimana dal campionato che non ha un centrale forte e veloce da affiancare a manolas adatto alla difesa alta che vuole il tecnico. Beh oserei dire che tutto questo è a dir poco approssimativo ed allarmante. Poi possiamo discutere che Pallotta non caccia soldi o che si si spendono male quei pochi che si hanno..ma questo è il presidente e noi non abbiamo imprenditori nostrani o sceicchi che vogliono rilevare la società . Rimpiangeremo Spalletti, avremo un altro anno di sofferenze e spero di sbagliarmi ma la firma per il quarto posto ce la metterei seduta stante.

    • D’accordo con te quasi su tutto ma Defrel non è stato Monchi a volerlo, lui non lo avrebbe dicerto comprato, lo sappiamo tutti che era una richiesta di Difra e per accontentarlo ha dovuto pagarlo il doppio.

    • @lupo,purtroppo amico mio ha ragione,ma su Defrel la penso come @Francesco e comunque si sussurra che questa super valutazione fa il paio con quella data per Marchizza e Frattesi.
      Buon Ferragosto e forza Roma

    • In completo disaccordo su quasi tutto. Le riserve rafforzano la squadra di titolari e non la sostitusco completamente come ieri. E i titolari della roma sono più forti da anni di quelli di milan e Inter a prescindere dell’allenatore Lo saranno anche quest’anno.se passione è sinonimo di pessimismo incondizionato allora meglio non essere appassionati, ma tifosi! Forza Roma!

      • @gtboys. Io rispetto le opinioni altrui e non sono il custode della verita’ assoluta. I fatti parlano chiaro ed anche i numeri a qualcosa valgono(Di fra ha subito 64 gol con il sassuolo). Essere tifosi significa tifare e questo lo facciamo tutti noi ma circa il pessimismo e presupponendo che un po di calcio ne capisco non vorrei illudermi piu di tanto. Se poi vinceremo qualche titolo ben venga essere smentiti

  7. comunque vedendo le partite di premier capisco perche’ sia il campionato piu’ bello e piu spettacolare,le partite che si giocano in italia sono veramente noiose,lente e inguardabili come l’approccio della roma ieri,le squadre europee corrono a 3000 e noi a rincorrere…solo il napoli e’ squadra europea.Detto questo non vedremo mai piu una roma come quella di ieri sera,perche’ hanno giocato tutte le riserve e in campionato non e’ replicabile mi auguro. Cosi come non vedremo piu giocare gente come Iturbe…in genere sono critico ma stavolta no perche’ la partita di ieri e’ stata un unicum.Forza Roma!!!

  8. Il problema grosso è Difra nel senso che non sappiamo se sarà in grado di gestire o meno la rosa che ha, le pressioni, l’ambiente ecc.
    I giocatori presi, Ad ora sono funzionali al suo modulo anche se manca ancora un esterno d’attacco e un centrale dj difesa.
    In realtà non mancherebbero neanche ma quello è un talebano d 4.3.3 e non adatterà mai modulo ai giocatori.
    L’errore, a monte se vogliamo, è stato prendere il solito allenatore integralista. A me non sono mai piaciuti e a meno di coincidenze incredibili rischi sempre di fare tanto culo per raccogliere niente
    Sulla rosa della roma: Spalletti c’ha fatto 87 punti però è arrivato secondo e la partita importante di el l’ha cagata. Coso come contro il porto. L’anno scorso anziché perdere un amichevole 4.1 ne pijavamo 3 in casa al preliminare cose ben più grave. Quindi direi che è un problema di date e condizione fisica
    Oggi pure il barca se non corre a dovere ne prende tre da chiunque. È il calcio moderno, la condizione fisica conta e tanto.
    Dunque, la società sa bene che pure il 4 posto va bene e quindi ha deciso di rischiare con difra. Per me è un azzardo ma era la stagione migliore per farlo. Tanto secondi o quarti ora è lo stesso e per arrivare 4 non ti servono 87 punti ma 75 e la Roma così com’è dovrebbe farcela.
    Sui 0 titoli invece ve dovete decide; se puntano allo scudetto scordatevi le coppe. Se volete coppa Italia e el (la Champions è tanto se finiamo terzi al girone come mi auguro) mettete in conto di perdere punti in campionato.
    La rosa c’14-15 giocatori buoni non di più.
    Sulle riserve viste ieri: un conto è inserire 1-2 giocatori nuovi in un sistema collaudato e un conto è mandare allo sbaraglio 6 panchinari di chi 2 già fuori rosa come castan e iturbe perché li devi vende. Ieri era il momento migliore per farlo ma prenderne 4 significa comunque che la preparazione è ancora in divenire così come schemi e lucidità. Chi invece dice che con i titolari abbiamo vinto 1-0 ricordo che ogni squadra , se sta vincendo 4-0 tira i remi in barca e nonostante questo non siamo andati oltre un golletto rischiando invece altri 2 o 3.
    Il calendario è terribile ma non per le prime 2 ma quelle dopo. Meglio l’inter o il mila nelle prime 3 giornate che un filotto di provinciali che generalmente partono sempre fortissimo mentre le grosse possono pure perdere punti per strada ad inizio staguone. Poi l’inter è in casa.

      • Per il quarto posto ho fiducia anche se te la dovrai giocare. Più che un centrale di difesa servirebbe una squadra corta anzi cortissima, cosa che ieri non lo è mai stata, con i 3 davanti che tornano continuamente a recuperare dietro permettendo ai terzini di non stare sempre nell’1 contro 1 che come ti saltano stanno in porta.

        Apprpfitto e spendo 2 parole Su Salah e Rudiger: il primo era nullo in copertura e la.miglior difesa ce l’abbiamo avuta quando era rotto. Vincevi 1-0 ma rischiavi poco e niente. Con lui le partite erano tutte da fibrillatore. Col modulo di Difra o imparava a rientrare o finivi con le.imbarcate come ieri
        Rudiger ha giocato più da terzino che non da centrale dato che nella difesa a 3 era Manolas e /o Fazio a stare dietro. Con la difesa a 4 speso stava al posto di Peres e di cappelle ne ha fatte tante pure lui, guarda derby di coppa e a Lione.
        La.difesa non è solo il singolo centrale ma.la squadra tutta. Ieri si è visto bene. Con iturbe – Peres ne hai presi 4 tutti da quella parte. Poi certo se fai giocare castan titolare che manco più il borsone gli passano c’hai poco da discutere ma questo lo sa l’allenatore

        • D’accordo, ma un Direttore Sportivo e un allenatore non possono accporgersi solo una settimana prima del campionato che Fazio, Juan Jesus e Moreno non sembrano dare le stesse garanzie di Ruediger (che di per se era gia limitato di suo.,,tipo nell’impostazione…). Seconda cosa ,con una squadra che ha ,come ieri sera ,5 centrocampisti di corsa abili nello smarcarsi,non puoi presentarti con tre centrocampisti che non hanno mai giocato insieme. Ha lasciato praterie scoprendo ancora di più una difesa rabberciata e un allenatore corre ai ripari subito senza aspettare il 4-0.

          • Jesus è un lascio di 10 mln e passa di Sabatini e probabilmente nessuno lo pigliava. Fazio è un buon centrale e per far rifiatare gli altri insieme a Moreno vanno bene. Non può manco avere 5 centrali. Manolas, Fazio, Moreno, jesus e Kolarov all’occorrenza. Se arriva un centrale forte Fazio va via.
            Sulla partita puoi cambiare qualche cosa in corsa vero ma se sono 6 giocatori c’hai poco da fare. Secondo me poi la difesa ha fatto bene pure qualche movimento ma era dal centrocampo in su che erano fermi.
            Mah pare che ora abbia parlato con i senior per capire quanto possa usare il 4.3.3 e quanto invece sia meglio adattarsi ai giocatori

  9. A meno che non si vuole fare come Lotito che non partecipa ai grandi giochi in campionato perché gioca tutte le sue carte in 6 partite: 5 di Coppa Italia e 1 di Supercoppa e meno male che Lotito nonostante basterebbe poco per essere competitivi al 4 posto, preferisce rinunciare.
    Ora dire ai tifosi: arriveremo a metà classifica ma puntiamo alla Coppa Italia, significherebbe dichiarare il ridimensionamento.
    Quindi la Roma ha scelto gli “zeru tituli” per restare tra i grandi, ma quando si esce pure da quel giro rimani con un pugno di mosche in mano.

  10. Mi aspettavo problemi. E’ sempre così quando si cambia sistema….è successo anche con Sarri nei primi mesi al Napoli. Le prime partite (Psg, Tottenham, Juve e Siviglia) rientravano in questo discorso: luci ed ombre, ma non condivido chi scrive che non si vedeva uno straccio di gioco. Si vedeva, i giocatori si applicavano .. erano sbagliati i “tempi” delle giocate, ma quelli si acquisiscono con l’allenamento e con una condizione fisica migliore.
    Paradossalmente non mi ha preoccupato nemmeno troppo il primo tempo di ieri .. era troppo evidente che ci fosse un totale corto circuito. Capisco le difficoltà difensive, ma ragazzi, non azzeccavamo due passaggi di fila. Mi hanno invece preoccupato le dichiarazioni di Di Francesco.
    Io sono una vedova di Spalletti, ma quello (per me purtroppo) è il passato, per cui non spreco energie a ripensarci. Il mio allenatore, oggi, è Eusebio. Però la Roma (intesa come società) scegliendo un allenatore con quelle caratteristiche, deve andargli dietro, come ha fatto il Napoli con Sarri. In difesa, vuole Acerbi ? Ed Acerbi sia. Non sarà il miglior difensore del mondo, ma conosce a memoria i movimenti (Sarri volle Tonelli). In attacco, vuole Berardi ? E Berardi sia. Lo so, Roma non è Sassuolo…ma è un concetto sbagliato (secondo me).
    La Roma sta ricostruendo … e più arriveranno giocatori che conoscono già il campionato ed il sistema di Di Francesco, prima saremo pronti.
    Poi, per favore, non è finito il primo mercato e già critichiamo Monchi ?? Di calcio ne capisce e lo dimostra la sua storia. Quindi, io spero che la società appoggi apertamente in tutto e per tutto l’allenatore. Le “mezze situazioni” in questa città, non vanno più bene. Non conta la nostra opinione. Una società forte DEVE sapere quello che c’è da fare, sia sul mercato sia internamente.
    Altrimenti, ben venga il 5,6,7 posto. Così ci fermiamo e ci guardiamo TUTTI nelle palle degli occhi…che mi sono stufato pure di me stesso per dire quanto ci sto male.

    • @Fabrizio,ho trovato il tuo commento comunque lucido,ancorche’ un po’ amareggiato,ma ho l’impressione che volessi convincere piu’ te stesso che gli altri tifosi del sito,non voglio fare lo psicologo,ma ti ho trovato molto piu’ deciso altre volte,speriamo bene,passa un buon ferragosto anche tu e per un giorno dimentichiamoci della maggica,ci sono anche altri valori

    • @fabrizio. Ho scritto io che non si vedeva uno straccio di gioco. Avrò ampliato negativamente il concetto ma sicuramente non si vedevano tre passaggi di fila. Sono d’accordo sul fatto che se hai scelto quel tipo di allenatore devi dargli gli uomini a lui piu congeniali altrimenti diventa come con Zeman che per amore della Roma accettò di allenare una squadra di disoccupati e qualche sconosciuto (che lui poi ha fatto diventare un calciatore). Sono anche io ,ed è risaputo ,un vedovo di Spalletti, ma oggi un allenatore non può presentarsi in campo con l’unico credo di un 4-3-3. Qualunque modulo di gioco deve essere equilibrato,elastico e razionale tenendo presente le circostanze della gara,gli avversari e le caretteristiche dei propri calciatori. Io ci sto male quanto e piu di te. Forza Roma sempre.

  11. Innanzitutto ricambio di cuore gli auguri di buon ferragosto a tutti. Poi vorrei dire che il concetto “la Roma non è il Sassuolo” è un concetto per rammentare, una volta di più, che quei giocatori del Sassuolo: Berardi, Pellegrini, Defrel, Politano, Acerbi, Mazzitelli,Ricci, Duncan, Consigli, Missiroli, Lirola, ecc. sono 13/14 giocatori appetibili, eppure con Di Francesco allenatore, sono arrivati al dodicesimo posto della classifica. Pertanto fare man bassa di quei giocatori non so che tasso di qualità possa elevare. Dopo Di Francesco, Pellegrini, Defrel ci può star bene pure Berardi, poi basta (non il giocatore della lazio). In difesa ci vuole qualcuno forte altro che storie…. Acerbi, lo dice il nome…

    • @Mauro,mi piace il tuo senso dell’ironia,è giusto per sdrammatizzare un po’ questa vigilia di ferragosto un po amara,cerchiamo di pensare positivo,ma devo sforzarmi parecchio

  12. Devo dire la verità e cioe’ che Di Francesco come allenatore non lo conoscevo bene. Avevo visto in tv qualche partita del Sassuolo e non mi sono mai accorto che il Sassuolo avesse un gioco particolare e distinto da altre squadre. Poi questo allenatore è stato scelto dalla Roma. Apprendo ora che per molti è un integralista, per molti è un talebano. Allora dico: non vi è bastato Zeman come talebano? Al giorno d’oggi trovo l’integralismo tattitico un grave difetto. Come ci ha insegnato un signor allenatore come Spalletti, la squadra deve adottare la tattica di gioco secondo la partita e secondo il tipo di avversario. Oltre ad aver mandato via top player come Salah, Rudiger e Szczesny, abbiamo fatto una scommessa su un nuovo allenatore che manca dell’esperienza di allenare una squadra top in una grande città. Se oltre tutto questo è anche integralista tatticamente, allora che dio ce la mandi buona.

  13. solo una domanda. Di Francesco non va bene per una squadra TOP- Ora, cosa intediamo per squadra TOP ? La Roma lo è ? Facciamo un esempio: se la Juve sta al Bayern Monaco … la Roma chi è o cosa pensiate che sia ? Il Borussia Dortmund ? O altro ?
    Secondo me, questa percezione di cosa siamo, spiega molte differenze di vedute tra di noi.
    Buon ferragosto a tutti.

  14. Se quest’anno non siamo da champions, allora il Bayern Monaco è da retrocessione e la juve da metà classifica !! perdere un’amichevole è anche buono, sono sicuro che Di Francesco ne farà buon uso. Abbia giocato con le riserve ma come è che non lo capite? Saluti ai tifosi giallorossi che supportano la squadra, non a chi non sa che criticare… Che delusione che siete. Forza Roma

    • Grazie GTBoy , pensavo di essere l’unica mosca bianca di questo sito. Ancora deve iniziare il campionato e già è un diluvio di commenti catastrofici. Una volta si diceva che “chi è bello ad agosto non arriva in fondo”. Detto questo, da parte mia c’è rispetto per ognuno di voi che la pensa diversamente da me. L’unica cosa che un po’ mi infastidisce, e in questo sono un po ‘polemico, è il bollare, come molti di voi hanno fatto, Di Francesco come un allenatore talebano integralista solo per “sentito dire”. Se dopo 3 partite avete già capito tutto sul suo modo di allenare siete veramente in gamba ….e non venitemi a raccontare che vi siete visti 40/50 partite del Sassuolo che tanto non ci credo. Magari lo è, ma voglio vedermi 40/50 partite prima di giudicarlo. Un saluto a tutti e buon ferragosto

    • Già Totti, tu l’hai più visto? 600mila euro’anno e anziché sta con la squadra a 1 settimana dall’inizio del campionato sta al mare. Medita. Riflette sul suo futuro. Probabilmente ora scrive pure poesie

      Ovviamente meglio così. Più lontano sta da trigoria.meglio è

    • Guarda che Totti lavora per Pallotta. Poi vabbè lavora…medita. Al mare. Trasmette tranquillità alla squadra, rasserena l’ambiente, fa spogliatoio sul Whatsapp sempre dalla casa al mare. E Pallotta lo paga. Vabbè paga ancora iturbe quindi sì, c’hai ragione, nessuno è perfetto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here