PAGELLE ROMA-CHIEVO VERONA – Si chiude con una vittoria il 2016 della Roma. Di El Shaarawy la rete del pareggio dopo il vantaggio di De Guzman. Il raddoppio porta la firma di Dzeko, mentre il gol del 3-1 è targato Perotti che spiazza Sorrentino dagli 11 metri.

Giulia Spiniello

SZCZESNY 6. Rimane completamente spiazzato sulla dormita della difesa al vantaggio gialloblu. Per i rimanenti minuti ordinaria amministrazione.

RUDIGER 6,5.  Quando è chiamato in causa fa sentire tutto il suo peso, specifico e fisico.

FAZIO 7. Un’altra conferma se ve ne fosse bisogno della solidità di questo giocatore.

VERMAELEN 6,5. Non far rimpiangere l’assente Manolas. Ordinato e con buon senso della posizione, se la sbriga con il non spaventoso attacco del Chievo.

PERES 5.  Si fa superare da Guzman sul gol nonostante fosse in vantaggio: una dormita fatale. Peccato perché in attacco si propone con costanza, confeziona cross a go go e sfiora due volte la rete.

STROOTMAN 6. Di fatto è lui che sostituisce nel ruolo e nella posizione De Rossi. Lo emula nei lanci a scavalcare gli avversari per trovare Dzeko ma è impalpabile nella fase di contrasto.

EMERSON 6,5. Ancora una risposta positiva del brasiliano, utile tatticamente anche nel 3-4-3.

NAINGGOLAN 7. Scala nei 3 di centrocampo e con in più la responsabilità della fascia da capitano. Sfiora la rete con una bomba su punizione e difende il fortino senza troppi affanni.

EL SHAARAWY 7,5.  Gol e asssist. E’ quello che mette più in apprensione il Chievo e la sua prova di grinta e personalità è ripagata dalla rete del pareggio: una punizione perfetta su cui Sorrentino nulla può e che diventa il gol numero 50 della Roma in casa nel 2016 . Poi con un’azione caparbia serve una palla invitante per Dzeko che deve solo incassare.

SALAH 5,5. Sbaglia molto, con ripetuti  errori in appoggio e in controllo palla a testimonianza di una condizione fisica per nulla ottimale.

DZEKO 6,5. Si vede poco alle prese con un’area di rigore più affollata di via del Corso il sabato pomeriggio. Ma si fa trovare al posto giusto al 51′ quando deve solo insaccare un’azione ficcante di El Shaarawy per il suo 13° gol in campionato. Poi se ne mangia almeno altri 2. Redivivo!

Dall’ 81′ PEROTTI 6. Entra al posto di Salah e spreca un pallone d’oro che doveva essere solo spinto in rete, come il rigore che non fallisce qualche minuto dopo!

Dall’ 89′ ITURBE SV. Entra al posto di Dzeko.

SPALLETTI 7. Costretto dalle tante assenze, vara il nuovo 3-4-3 rinunciando in partenza a Perotti. Roma che domina ma che spreca anche molto. Buona la reazione dopo lo svantaggio con la squadra che brava a sfruttare le disattenzioni avversarie. Chiude imbattuta in casa il suo 2016 e raccoglie la 13sima vittoria consecutiva all’Olimpico tornando a meno 4 punti dalla Juventus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

2 Commenti

  1. Sono contento per El Sharawi: un ragazzo fantastico ben dotato tecnicamente ma un pò fragile emotivamente: se responsabilizzato con fiducia può dare molto anche pensando all’assenza di Salah. Invece Peres è la delusione dell’ultimo mercato: non per la dormita sul goal, ma per il fatto che gioca senza costrutto; la sua corsa non ha senso e tatticamente è disastroso. Pessimo acquisto!

LASCIA UN COMMENTO