Palermo, Lopez: “Non penso che la Roma abbia finito la benzina”. Baccaglini: “Domani cruciale”

0

CONFERENZA STAMPA PALERMO – Diego Lopez, allenatore del Palermo, è intervenuto in conferenza stampa con il neo presidente Paul Baccaglini alla vigilia del match contro la Roma.

Che scossa ha dato Baccaglini?
“Parliamo di calcio, poi di altre cose ne parla il presidente. Perché in questi giorni si è parlato molto di altro e non di calcio. Parliamo di calcio. Questa è la mia premessa per voi giornalisti. Il Presidente Baccaglini ha un grande entusiasmo che contagia non solo la gente ma anche noi. È giovane e intelligente. La Roma ha una rosa ampia e di qualità nonostante i tanti impegni, non penso che non abbia più benzina”.

La partita contro la Roma?
“Siamo tutti concentrati. Scusate se mi ripeto, ma noi dobbiamo pensare di far bene contro tutti gli avversari. Anche contro la Juventus abbiamo provato a giocarcela a viso aperto, poi abbiamo commesso degli errori individuali e abbiamo perso. La squadra sta migliorando, stiamo crescendo. La Roma ha una rosa ampia e di qualità nonostante i tanti impegni, non penso che non abbia più benzina”

Il tridente d’attacco senza Balogh?
“Per potere schierare il tridente, serve un centrocampo robusto. Comunque sia, stiamo vedendo quali accorgimenti adoperare: se gioca Totti centravanti, giocheremo in un modo; se ci saranno altri interpreti, vedremo”.

Per Posavec un momento delicato?
“E’ un ragazzo giovane: ci sono stati degli errori, ma si va avanti. L’ho visto sereno, ha lavorato bene in settimana. In vista del match contro la Roma lo vedo tranquillo. Confermo”.

Sono stati persi molti punti, nonostante foste voi ad andare in vantaggio…
“Ne ho parlato molto con i ragazzi in settimana: è una peculiarità su cui occorre fare attenzione. Abbiamo analizzato il secondo gol che ha fatto Belotti domenica scorsa: è praticamente identico al primo subito contro la Juventus (di Marchisio, ndr). Sono situazioni in cui non si può perdere l’attenzione. Dobbiamo eliminare la deconcentrazione: se si subisce il gol del pareggio da Belotti, non bisogna lasciarsi andare e permettere agli avversari di fare il gol del sorpasso con così tanta facilità. Mai abbassare la guardia”.

I tifosi?
“Io sono sempre stato abituato a vedere il Barbera stracolmo e, ve lo dico, da avversario io al Barbera non ho mai vinto. Il Barbera è il dodicesimo uomo in campo”.

La Roma è l’avversario peggiore in questo momento?
“Non importa chi abbiamo davanti. Dobbiamo far bene per noi stessi, per crescere e migliorare: dobbiamo far bene per noi stessi”.

Peserà l’assenza di Rispoli?
Lui è un calciatore completo, ci ha dato una grossa mano: non ci sarà domani, ma non importa, abbiamo le giuste alternative. Rispoli è uno importante, ma quando manca qualcuno io non voglio parlare di chi manca, bensì di chi c’è. Cambieremo il modulo in virtù dell’assenza di Rispoli? No. Ve lo dico sin da ora: non cambieremo il modulo. Poi, a partita in corso, non si sa che accadrà: contro il Torino ho messo un difensore in più perché a un certo punto i granata giocavano con quattro attaccanti”.

Come sta Morganella?
“E’ un giocatore che sta lavorando benissimo, fin qui non ha giocato perché davanti a lui c’era un grande Rispoli. Sto valutando il ballottaggio Morganella-Cionek per il ruolo di terzino”.

In chiusura le dichiarazioni del presidente Paul Baccaglini:

Com’è sembrata nuova avventura?
“È stata una settimana ricca di esperienze nuove e forti per me. Ora la partita con la Roma, un momento cruciale dopo quanto detto. Ho avuto modo di parlare con i ragazzi, face to face. Capire come stanno, cosa si può fare, qual è il clima. Domani ci aspetta la Roma, un avversario importante. Vorrei la ciliegina sulla torta dopo una settimana bellissima”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here