Norman: “Ci sono tante cose da imparare da Totti”

0

NOTIZIE AS ROMA – Il preparatore atletico canadese della Roma, Darcy Norman ha rilasciato una lunga intervista alla CNN, dove ha parlato di Francesco Totti e sul suo caso diventato un motivo di studio per lui stesso. Di seguito le sue dichiarazioni:

Per la Roma, la chiave per formare il proprio futuro sta nel non dimenticare il passato. Ci sono tante cose da imparare da Totti”. Per quanto riguarda l’ex numero 10 giallorosso il canadese parla di “un sistema complesso che include una buona genetica e uno stile di vita equilibrato. La sua capacità di leggere il gioco e quella di essere al posto giusto nel momento giusto hanno compensato l’inferiore esplosività o il fatto che fosse un centesimo di secondo più lento. Nello sport succede questo: le abilità fisiche sono al massimo quando si è più giovani, mentre quelle tecniche devono crescere ancora. Invecchiando, le capacità tecniche e quelle di lettura del gioco crescono, mentre quelle fisiche diminuiscono. Si arriva ad un punto in cui queste abilità sono allo stesso livello: quello è il picco di un atleta. Nel calcio moderno, le attività di un calciatore fuori dal campo possono essere cruciali quanto quelle sul terreno di gioco per il suo successo e quello della squadra. Abbiamo i calciatori a disposizione per 2 o 3 ore al giorno – afferma il preparatore atletico – cosa fanno nelle altre 21 ore per migliorare od ostacolare le proprie prestazioni? C’è il nostro piccolo ecosistema, quello della squadra e del centro sportivo, ma poi ogni calciatore ha il suo sistema al di fuori. La famiglia, gli amici, gli agenti: tutte cose che impattano sul loro stile di vita”.

Norman ha sperimentato poi una metodologia di motivazione attraverso l’istruzione acquisita ai tempi di EXOS, chiamato da MLB.com (il sito della lega di baseball statunitense) “un campo di allenamento ad alta tecnologia per professionisti”. Una metodologia che si basa sul ‘predicare’ abitudini e regole che permettano al calciatore di migliorare le proprie prestazioni in campo e di difendersi dal pericolo infortuni, come: astenersi dall’alcool, dormire dalle 8 alle 10 ore a notte, fissare obiettivi giornalieri al mattino e svolgere sedute di meditazione prima di addormentarsi o dopo essersi svegliati. L’obiettivo è quello di “far arrivare i ragazzi alla loro miglior forma possibile, così come quello di farli recuperare in fretta”. I match in trasferta, ad esempio, portano ad una nuova serie di sfide che il preparatore canadese descrive come “un costante processo dinamico. Ognuno ha diverse caratteristiche. Ad alcuni non piace giocare quando piove, ad altri quando fa caldo. A dei calciatori piace dormire con un determinato cuscino, altri preferiscono un materasso più duro”.

E’ difficle applicare queste regole a tutti, infatti nell’intervista Norman ammette di aver trovato resistenza in alcuni casi: “Bere alcolici fa parte di un rito sociale, quindi non sono totalmente contrario. La chiave di tutto è l’equilibrio e la moderazione. Magari evitando i superalcolici. Non bisogna bere durante il recupero da un infortunio perché potrebbe rallentarlo, così come si aumenterebbe il rischio di strappi muscolari”. Secondo Norman, in Europa la situazione è diversa: “In alcune culture la mentalità di guadagno è diversa. Per quello che ho visto, ci sono giocatori che non hanno questa attitudine, mantenendo quindi uno stile di vita spensierato. Succede soprattutto nei giovani, si sentono invincibili. Non sono abbastanza aperti nel cercare di essere al meglio, si accontentano di essere abbastanza bravi”.

Infine il preparatore atletico si sofferma a parlare anche di Salah, che essendo musulmano è alle prese con il digiuno del mese del Ramadan: “Mohamed è l’espressione della professionalità. Dovrà lavorare al massimo per recuperare la massa muscolare che perderà in questo mese”. Ultimo capitolo dedicato agli infortuni: “In genere un infortunio, soprattutto serio, può far cambiare i calciatori. Si rendono conto di non essere più invincibili, devono prestare più attenzione ai dettagli”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here