ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30, Federico Prosperi e Giorgia Masi vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa con la lettura dei principali quotidiani sportivi. Alle 8.30 appuntamento con Giulia Spiniello, caporedattrice di Romanews.eu, per la rubrica ‘Bionda al comando’. Alle 9.30, scocca l’ora di Roberto Scarnecchia, ex giocatore della Roma. Alle 10.00, è il turno di Gianluca Piacentini, firma del Corriere della Sera.

LE PAROLE DI SCARNECCHIA – “Italia? Ventura è un ottimo allenatore. La Spagna è fortissima sia come collettivo sia come qualità dei singoli. Dovrebbe giocare con la difesa a tre e Verratti più avanzato con un modulo a rombo, il 3-4-3. Se devi andare al mondiale e uscire al primo turno, sarebbe meglio non andarci e ricostruire una Nazionale per il 2022. Roma? Credo che sia la più completa dell’era americana. Alisson mi piace, ma abbiamo preso anche altri giocatori molto forti. Contro la Chapecoense ho visto un Gonalons incredibile, ha preso in mano la Roma e ha fatto dei cambi di gioco straordinari, ha molta qualità. Io con Schick cambierei modulo, Di Francesco è un uomo intelligente e sa che in base ai giocatori che hai a disposizione devi modificare qualcosa. Secondo me dovrà abbassare De Rossi in mezzo ai centrali con la difesa a 3 e poi i due esterni Florenzi e Kolarov. Si può giocare anche con il 3-5-2 con Schick e Dzeko davanti”.

L’INTERVENTO DI PIACENTINI – “Nainggolan anche l’anno scorso non ha avuto una partenza sprint, fa più fatica a inizio stagione. Sarà una Roma non inchiodata al 4-3-3, già con l’Inter ci sono state modifiche in corsa. Schick non credo sia un problema di modulo, ma di movimenti: fare il 4-3-3 con lui a destra non è un problema, ma il discorso è che non farà mai il lavoro di Defrel in fase difensiva, non farà mai la doppia fase. Il turn over De Rossi-Gonalons ci può stare anche in vista della partita con l’Ateltico. Florenzi? Credo che Di Francesco lo considerasse prima come centrocampista. Ora, dopo la partita contro la Chapecoense, si è capito che Florenzi può ricoprire tutti e tre i ruoli su la fascia destra. Io in uno schieramento con Schick e Dzeko lo vedrei bene anche in un tridente a sinistra. Il mercato della Roma è completo e anche la rosa a disposizione. In Europa bisogna fare dei ragionamenti: quest’anno hai un girone difficile, però c’è sempre l’opzione Europa League e puoi andare molto avanti con questa squadra. Mi aspetto una riconferma di Dzeko, sono molto curioso di vedere che tipo di stagione potrà fare Schick e poi mi aspetto qualcosa anche per il futuro da Pellegrini Karsdorp. Nazionale? L’Italia di Conte era più compatta. Se non dovesse andare ai Mondiali sarebbe una disfatta”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO