‘Non Rassegniamoci’. Repice: “Roma? Quello che sta succedendo è anormale”

1

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 8.00 alle 11.00, Alessandro Tagliaboschi e Matteo Martini vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook RN Web Radio, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa con la lettura dei principali quotidiani sportivi. Alle ore 9.30 interverrà Giancarlo ‘Picchio’ De Sisti, ex storico calciatore romanista a cavallo tra gli anni ’60 e ’70. Alle 10.00 appuntamento con Francesco Repice, storica voce di Radio Rai. Alle 10.30 infine, è il momento di un’altra leggenda giallorossa, vale a dire Giacomo Losi.

De Sisti a RN: “DiFra nell’élite degli allenatori. Totti dirigente un prestigio”

Losi a RN: “Manca la mentalità vincente, i giocatori ascoltino Di Francesco”

LE PAROLE DI REPICE – “Roma? Quello che sta succedendo è anormale: da prima nel girone di Champions League davanti a Chelsea ed Atletico Madrid e ottimo andamento in campionato ad un mese di dicembre che nessuno immaginava. Adesso quindi ragioniamo su due squadre diverse, due ere geologiche diverse praticamente. Io non mi sono dato nessuna spiegazione, sono poco incline a cercare formule e numeretti per le grandi stagioni e quelle fallimentare. La squadra oltre al modulo ecc… deve avere anche mentalità vincente e temperamento, che forse non ha: per me questo è un organico che avrebbe dovuto lottare per il vertice per il tutto il campionato, poi si può vincere e si può perdere, ma questa rosa ha il diritto e dovere di competere fino alla fine per vincere qualcosa. La Coppa Italia? La Roma in quella partita ad esempio ha costruito tantissimo, con un portiere avversario che le ha prese praticamente tutte. Si pensava potesse essere un caso. Quello che accade dopo è sconcertante: Chievo Verona, Genoa, Sassuolo e Atalanta, sarebbero 10 punti, con la Roma che gira a 49 con una partita da recuperare. Ho l’immagine di Gerson a Verona, così come Salah ad Empoli che davanti alla porta la tirano davanti al portiere: lì manca la voglia e la cattiveria di buttare quella palla dentro per vincere. Ho l’impressione di una squadra che ad un certo punto ha pensato che le cose venissero da sole. La Roma non può pensare una cosa simile, però ci sono delle parole che mi fanno pensare che sia successa una cosa simile. La Roma dirigenza e società deve riflettere: sono cambiati 250 giocatori e 4 allenatori, non si è vinto nulla. Forse non è il caso di innestare un giocatore molto molto forte nella rosa? Tommasi sono sicuro che non lo faranno mai sedere in FIGC, state tranquilli. Ci sono squadre grosse che appoggiano Lotito, c’è un signore che appena saputo di Lotito si fa candidare dalla sua Lega che porta voti. E c’è poi Damiano, che da ex calciatore vuole fare qualcosa di diverso: non gli faranno mai fare il presidente federale: tutto cambi perché nulla cambi. E’ inutile pensare che possa esserci una rivoluzione”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Continuo a pensare e confermare che Repice è e sara’ uno dei professionisti e uomini piu’ intelligenti e bravi nel mondo del calcio e non solo. Grande stima e orgoglio di condividere con lui la nostra fede romanista. Fabio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here