‘Non Rassegniamoci’ Gennari: “Cristante vale 35 milioni”. Buffoni: “Schick? Lui e l’allenatore non riescono a capirsi”

0

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30, Federico Prosperi e Claudia Demenica vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook RN Web Radio, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte della trasmissione dedicata alla rassegna stampa. Dalle 8.30 al via i collegamenti: si parte con Giulia Spiniello, caporedattrice di romanews.eu. Alle 9.00 è il momento di Fabio Gennari, Bergamopost e RadioSportiva, mentre alle 9.30 Eleonora Marini di Mediaset Premium. Infine, alle 10.00, ci sarà Romolo Buffoni, Leggo.

Fabio Gennari a RN Web Radio:
“Esiste un Cristante pre-Gasperini e uno post. Vale 35 milioni secondo le ultime stime. O è stato bagnato dall’acqua santa ho ha trovato un allenatore che ne ha tirato fuori le qualità. Non è un centrocampista, sembra sempre glaciale. Se ricorda lo Strootman di 2 anni fa? Ha meno tempi di contrasto ma è molto più portato all’inserimento, ha messo massa muscolare. Se si impone anche con un’altra maglia vorrà dire che non è il Gagliardini di turno. In Roma-Atalanta Petagna non ha fatto la partita che Gasperini si aspettava e allora lui si è imbufalito e lo ha tolto dalle rotazioni per due settimane. Cristante non è un nuovo Redondo. Gagliardini forse è migliore sul controllo in velocità. L’unica possibilità che Cristante e il Papu restino all’Atalanta è che la Dea arrivi in Champions League. La squadra gioca per vincere l’Europa League”.

Eleonora Marini a RN Web Radio:
“Under è un ottimo giocatore, molto veloce davanti, in grado di scombinare i piani degli avversari. Ha bisogno di continuità visto che ha dato risposte positive sul campo quindi perché non schierarlo anche contro lo Shaktar? Il 4-2-3-1 è una formazione più dinamica rispetto al 4-3-3 in cui la Roma era più blindata. Schick secondo me non partirà titolare, soprattutto non al posto di Dzeko ma è un altro di quelli che quest’anno ha trovato poca continuità ma su di lui c’è più responsabilità dovuta al suo costo. IL trequartista ad Udine lo farei fare a Nainggolan. Schick lo vedo come la riserva di Dzeko, o meglio come il realizzatore dei gol della Roma. Il rinnovo di Florenzi? Non è automatico. Sembra una situazione di stallo, credo sia cambiata la percezione nei confronti di questo giocatore attaccatissimo alla Roma ma non è catalogabile come un top player. Credo sia calato parecchio rispetto al pre-infortunio. Le parole di Totti sulle bandiere? Sempre di meno ci sono dei capitani che rappresentino le squadre. Totti è stata l’ultima grande bandiera, senza nulla togliere a De Rossi. Dovranno passare non so quanti anni prima che nasca un altro Totti. La Champions rimane l’obiettivo principale, cercare di fare il meglio in una competizione in cui hai fatto meglio che in altre sedi. Credo che la squadra abbia l’obbligo di provare ad andare avanti”.

Romolo Buffoni a RN Web Radio:
“Almeno è stato rispetato il diritto di non essere defraudati dei soldi spesi. Sono sempre e soltanto i tifosi romanisti a fare rumore secondo Zappalorto che qualora dovesse scendere in politica farà forse un decreto per eliminare il tifo romanista. Real-PSG? Emery ha sbagliato quando ha sostituito Cavani, ha provato a tornare indietro finendo per prendere anche il terzo. Partita non bellissima e Real molto determinato. Quando sei costretto a vincere alla fine le porti a casa. La Juve? Vive un momento per lei inedito, in campionato non ha fatto il vuoto in campionato dietro di sé e ora andare a vincere a Wembley è un’impresa non facile. Monchi? Io non ci credo tanto ma ormai è passata questa cosa che la Roma avrebbe preso Giroud. Spero che Schick scalpiti. Sono straconvinto che è stato il tentativo di inserire Schick a far inceppare la squadra, sono cose che succedono. Lui e Di Francesco non riescono a capirsi, tranne forse nel lampo in Sampdoria-Roma. Stiamo firmando una cambiale in bianco con un giocatore che ancora non sappiamo di che pasta è fatto. Under? Di Francesco forse batterà il ferro finché è caldo ma in Champions League rischi poi che se la partita va male è colpa sua e così si brucia un giocatore. Se le bandiere sono finite? Messi non è una bandiera del Barcellona? Lo stesso Ronaldo ora non è bandiera del Real? E’ difficile restare bandiere in una squadra media come la Roma. Il rinnovo di Florenzi? Può rimanere tutta la carriera a Roma, non si può rischiare di perderlo a zero, si farà un rinnovo con una clausola. La Juventus rischia tanto all’ora di pranzo contro il Toro, perché il Napoli ha la Spal. Mazzarri proverà a mettere delle trappole lungo tutto il campo. La vittoria è meno scontata di quando c’era Mihajlovic”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here