‘Non Rassegniamoci’. Evangelisti: “Qarabag? Partita facile, impiegherei Gonalons”

0

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 8.00 alle 11.00, Federico Prosperi e Paolo Sparla vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook RN Web Radio, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa con la lettura dei principali quotidiani sportivi. Alle ore 8.30 via ai collegamenti: si parte con la rubrica “Bionda al Comando”, con Giulia Spiniello, caporedattrice di Romanews.eu. Alle 9.30 scocca l’ora di Marco Evangelisti, importante firma del Corriere dello Sport. Alle 10.00, invece, spazio Mario Brozzi, attuale coordinatore sanitario del Milan ed ex medico sociale della Roma.

L’INTERVENTO DI EVANGELISTI – “È una partita facile quella di domani, continuare sulla scia dei risultati positivi di queste settimane è qualcosa che alla Roma serve come il pane, anche per arrivare nella maniera più giusta possibile alla sfida contro il Milan.

Come è possibile dire che questa Roma non è più forte di quella dello scorso anno? Di Francesco non fa turn over, ma un’accorta gestione delle risorse, che quest’anno, al contrario dello scorso anno, sono molte.

Dzeko? È l’unico terminale offensivo della Roma, segna tanto perché è chiamato a fare questo. Manca in Europa perché oggettivamente non ha avuto molte occasioni in Champions League. Ha capito come muoversi per essere presente del gioco, penso che si sbloccherà domani.

Gonalons? È uno di quegli acquisti fatti per garantire alla Roma una certa esperienza internazionale, potrebbe essere la sua partita. Questa Roma ha una chiara identità di gioco, una disciplina tattica a cui la Roma di Spalletti non era abituata. Inoltre ha una rosa più completa, il tecnico di Certaldo si trovò in difficoltà nel momento critico della stagione perché non aveva determinati ricambi.

Totti? È un ruolo che ancora deve digerire, ma lo vedo bene. Magari potremo vederlo su una vera panchina da qui a qualche anno, l’intelligenza istintiva nel calcio di Totti è qualcosa che deve essere preservata.

La sentenza di Agnelli? Non voglio giudicare, gli organi preposti hanno deciso che quella è la sentenza giusta, non c’è più quella impunità juventina che molti giudicavano inscalfibile, i giudici hanno dato un chiaro segnale”.

LE PAROLE DI BROZZI – “Totti e Montella sono stati quelli che ho preferito, oggi devo dirvelo. Se voi conoscete questi due uomini così diversi ma così simili… è stata veramente una cosa incredibile, non si potevano non amare. Loro due per me sono dei coloriti e splendidi tatuaggi sgargianti. Sono stato davvero un uomo fortunato”. 

(CLICCA QUI PER L’INTERVISTA COMPLETA)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here