‘Non Rassegniamoci’. Dotto: “Di Francesco? Faccio mea culpa”, Piacentini: “Udinese tosto”

1

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30, Paolo Sparla e Matteo Martini vi terranno compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook Web Radio Romanews, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa con la lettura dei principali quotidiani sportivi. Alle ore 8.30 via ai collegamenti: si parte con la rubrica “Bionda al Comando”, con Giulia Spiniello, caporedattrice di Romanews.eu. Alle 9.30 scocca l’ora di Giancarlo Dotto, da Dagospia. Infine, alle 10 arriva il momento di Gianluca Piacentini, giornalista del Corriere della Sera.

LE PAROLE DI DOTTO –Di Francesco mi pare che abbia in pugno la squadra, ha reagito molto bene alle critiche, e mi ci metto in mezzo anche io, ora però bisogna aspettare gli altri incontri, le partite col Benevento e col Verona sono state poco indicative, mentre quella col Qarabag non è da sottovalutare. Sicuramente il gap tra le prime della classifica e le ultime è troppo ampio, lo ha detto anche Giovanni Malagò, se lo dice lui ha ragione. Il Benevento è imbarazzante, ha commesso degli errori in difesa grossolani che in Serie A non dovrebbero vedersi. Cosa ne penso di Alisson, Kolarov e Dzeko? Sono 3 stakanovisti, Alisson mi da un’idea di benessere, l’ho praticamente portato io a Roma, è fortissimo. Kolarov è un giocatore molto carismatico, è un fattore, è instancabale, Dzeko invece è sempre Dzeko, se diventasse più cattivo sarebbe l’attaccante perfetto. Edin è il calcio allo stato puro“.

L’INTERVENTO DI PIACENTINI – “Sulla carta la partita con l’Udinese dovrebbe essere più ostica rispetto a quella col Benevento e col Verona. La Roma non è la stessa dello scorso anno, ha una rosa più ampia, ma altri fattori vanno ancora valutati. Sta di fatto che anche facendo cambi la qualità non si abbassa, almeno apparentemente. Probabilmente è un bene per Di Francesco che non ci siano tutte queste aspettative sulla squadra, magari lavorando sottotraccia si può fare qualcosa di positivo. Col Benevento hai dominato, si vede che c’è stato un lavoro provato in allenamento e che è stato riproposto in partita, si può comunque migliorare, anzi si deve. Se si dice che il Napoli è favorito perché ha lo stesso allenatore da un po’ allora si deve anche dire che la Roma vera ancora non la conosciamo perché Di Francesco è arrivato da 3 mesi.

Di Fra leader? Siamo probabilmente sulla buona strada, tutti hanno fino ad ora seguito le indicazione dell’allenatore. Poi c’è chi riesce meglio, chi peggio. Dzeko si è la lamentato della sua solitudine? Non è che a un certo ha detto “io smetto di giocare”, no ha continuato ed è migliorato. Dzeko si è sentito abbandonato, ma quando ha parlato probabilmente ha detto quello che pensava senza filtri perché erano parole a caldo, è normale. Schick è un elemento importante, farà bene, così come Karsdorp, si dice che sia molto forte, dobbiamo aspettarli. La Roma avrebbe dovuto preservarlo maggiormente, doveva iniziare una preparazione ad hoc, mirata, c’è stata fretta, quei 15 minuti col Verona sono stati un rischio eccessivo, visto il problema che aveva avuto”. 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here