‘Non Rassegniamoci’. Cervone: “La Roma migliora, Di Francesco si sta imponendo”

0

ROMANEWS WEB RADIO – Torna l’appuntamento con la rassegna stampa sulla Web Radio di Romanews.eu. Si riparte con “Non Rassegniamoci”. Dalle 7.30 alle 10.30, Matteo Martini vi terrà compagnia con la lettura dei principali quotidiani sportivi, ma non solo: commenti, notizie, esclusive, collegamenti con giornalisti e aggiornamenti sulla Roma, rigorosamente in diretta.

COME ASCOLTARCI – Sulla homepage di Romanews.eu basta cliccare sul banner in alto, oppure visitare direttamente il canale della nostra Web Radio su Spreaker (https://www.spreaker.com/user/romanews.eu). In alternativa si può seguire live la puntata visitando la nostra nuova applicazione Romanews.eu, disponibile sia per dispositivi Apple che Android, e cliccare sul microfono in alto a destra.

COME INTERAGIRE CON NOI – Potete intervenire in diretta, commentando live sulla nostra pagina Facebook RN Web Radio, oppure inviando un messaggio (SMS o Whatsapp) scritto o vocale al numero 3926525501.

I COLLEGAMENTI – Prima parte di trasmissione dedicata alla rassegna stampa con la lettura dei principali quotidiani sportivi. Alle ore 8.30 via ai collegamenti: si parte con la rubrica “Bionda al Comando”, con Giulia Spiniello, caporedattrice di Romanews.eu. Alle 9.15 appuntamento con Francesco Moriero (ex calciatore della Roma 1994-1997 ed attuale allenatore della Sambenedettese). Alle 10.00 è il momento di Giovanni Cervone, ex portiere giallorosso dal 1989 al 1997.

LE PAROLE DI CERVONE – “Roma? La vedo bene dal punto di vista dei risultati, la squadra sta migliorando e Di Francesco sta riuscendo ad imporre il proprio credo. Pressione? Un professionista riesce sempre a venirne fuori, non può patire due critiche: bisogna avere la forza di reagire. Le critiche devono essere proprio lo stimolo per poi tirar fuori il meglio. Io sono stato ‘massacrato’ alla Roma, poi mi sono rialzato. Non si può pensare a cosa è successo, a quello che ti dicono. Cambio nei portieri a livello di stazza? Onestamente non credo tanto a livello di stazza, ma soprattutto a livello di interpretazione del ruolo. Io sono della vecchia scuola: per me il portiere deve prima parare e saper leggere le situazioni, non essere un maestro con i piedi”.  

L’INTERVENTO DI MORIERO –La Roma è una squadra in crescita, l’allenatore è bravo e preparato: penso che sia doveroso stargli vicino. Roma non è una piazza facile, si deve vincere ed avere una mentalità predisposta a questo. Il tifoso è contento se vede una squadra che corre, che sappia imporre e proprio gioco”.

(CLICCA QUI PER L’INTERVISTA COMPLETA)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here