Giannini: “Fiducioso per il passaggio del turno in Champions”

33

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Michele Giammarioli a Centro Suono Sport: “In partite come quelle di ieri l’importante è vincere, al di là del gioco espresso. Credo però che in campionato dovrà esserci una mentalità diversa. Prendiamoci i tre punti e poi vedremo che succederà, anche se la Roma certamente non ha fatto la sua miglior prestazione. Sono venuti fuori i difetti cronici che ha la squadra giallorossa, bisogna migliorare”.

Giuseppe Giannini a Centro Suono Sport: “Sono fiducioso per il passaggio del turno della Roma, anche se non mi voglio sbilanciare sulle percentuali. I giallorossi nell’ultima mezz’ora contro il Qarabag hanno staccato la spina, rischiando anche in certi frangenti. Finita la partita credo che comunque Di Francesco abbia trasmesso ai giocatori serenità e soddisfazione, il risultato è importante. Per il secondo posto bisogna fare la cosa sull’Atletico Madrid, che vedo dietro al Chelsea: l’ideale sarebbe non perdere la prossima a Londra. Fazio? Con Manolas dà serenità al reparto, con loro ci sono meno errori di intesa”.

Avv. Luigi Esposito a Centro Suono Sport: “La Roma è una squadra ‘psicopatica’, contro l’Atletico Madrid ha avuto paura di perdere, mentre con il Qarabag di vincere. Bisogna crescere a livello di mentalità. Dzeko? Ha dimostrato di saper segnare in tutti i modi, è il più completo attaccante della storia giallorossa”.

Mauro Macedonio a Centro Suono Sport: “Sono allibito dal disfattismo che c’è intorno alla Roma dopo la partita di ieri. La brutta prestazione dipende da un problema mentale: la Roma ha avuto paura di perdere la partita, ma non capisco tutto questo allarmismo”.

Fabio Petruzzi a Centro Suono Sport: “Ieri contro il Qarabag la Roma è partita bene, inizialmente c’era una sola squadra in campo. Dopo il gol subito però ha smesso di giocare a calcio, anche se di fatto ha rischiato poco o nulla. Complessivamente partita da 6: vincere era fondamentale”.

Max Leggeri a Centro Suono Sport: “Perché oggi molti romanisti non sono euforici? La Roma ieri sera ha vinto 2-1 a Baku, forse qualcuno si è distratto. Il successo di ieri alimenta le speranze della Roma di qualificarsi agli ottavi, semmai bisogna recriminare per il pareggio casalingo con l’Atletico Madrid. La critica stimola, l’esagerata compiacenza rilassa, ma l’inutile macchina del fango è insostenibile. La prestazione della Roma seppur sottotono, non può essere definita vergognosa, indecorosa o tanto meno una vittoria da Rometta (cit Gazzetta). Basta con le vedove di Spalletti: la sua Roma l’anno scorso in Europa ha fatto schifo”.

Checco Oddo Casano a Centro Suono Sport: “La Roma ha vinto 5 partite su 7 finora, ne ha pareggiata una e persa una immeritatamente e dopo un successo in trasferta in Europa – che mancava da 7 anni in Champions – si legge prestazione vergognosa, indecorosa, la Rometta e amenità simili. Si confonde l’ambizione di diventare grandi, con la pretesa di esserlo subito: la Roma è una squadra costruenda, che ha cambiato tanto, la stagione è iniziata da un mese, la realtà è più positiva del virtuale che si vuole costruire ad arte”.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio“La notizia più bella sono i 3 punti per la Roma. E’ il lavoro di Di Francesco che ritarda o i giocatori che ha disposizione che più di quello non possono dare? Non va messo in discussione il mister, ma la campagna acquisti della Roma, che è stata una campagna di indebolimento. In 7 anni questa società non ha combinato nulla. Adesso vedremo altri test”. 

Luigi Ferrajolo a Radio Radio Pomeriggio“Dobbiamo avere l’onestà di dire che la Roma ha giocato male e ha fatto un passo indietro. Risultato importantissimo, ma pensando alle due partite con il Chelsea mi tremano le vene. Hanno giocato malissimo in tanti: dopo i primi 10/15 minuti, la squadra non è mai stata compatta. E’ una partita da dimenticare, salvando soltanto il 2-1. Dopo il 2-0 la Roma ha pensato di passeggiare. L’errore di Gonalons li ha messi di fronte a una prospettiva diversa, trovando avversari che correvano e picchiavano. Questo non ha portato a una reazione, ma ad una paura di prendere il secondo gol”.

Tony Damascelli a Radio Radio Pomeriggio“Il gol del Qarabag non ha svegliato la Roma: questo è un segnale preoccupante per Di Francesco. Nainggolan mi è sembrato in una zona grigia. Venti minuti facilissimi, poi per 70’ si è vista una squadra modesta. Poi però ha vinto, e sull’almanacco c’è scritto questo. La vittoria è quella che conta, e i 3 punti in Champions significano anche soldi”. 

Federico Nisii a Tele Radio Stereo“Voglio parlare di Gonalons e Defrel. Se si vuole bene alla Roma non bisogna calcare la mano su questi giocatore. Per entrambe le situazioni, va analizzata la questione. Ieri Gonalons fa un errore che c’entra poco con il fatto che è nuovo o che si deve ambientare. Quell’errore è una papera. Non è Gonalons il problema, così come non può esserlo Defrel, preso per essere una riserva. Non è un grande giocatore, ma non deve esserlo. La Roma punta su Dzeko, su Schick, su El Shaarawy, su Perotti, forse anche di più su Under. Lo so anche io che Defrel non è un campione e che De Rossi dà più garanzie di Gonalons, ma vedrete che, in una squadra che funziona, saranno utili anche loro due. Non vedevo Manolas così dentro la Roma da tempo”. 

Gianluca Piacentini a Tele Radio Stereo: “In passato quelle partite la Roma le ha perse, ma ieri non è successo. Ieri la Roma aveva fatto quello che aveva fatto la settimana scorsa contro Benevento, Udinese e Verona. Era entrata in campo con l’atteggiamento giusto e aveva quasi archiviato la pratica in un quarto d’ora. In campo non ha mai rischiato seriamente di non vincere la partita. La prestazione di ieri fa parte di un processo di crescita che è in atto e che in Europa deve ancora compiere, è ancora all’inizio. Mi piace Di Francesco perché non si lascia mai cogliere impreparato. Dal punto di vista della prestazione, è stato fatto un passo indietro. Però partite come quelle di ieri ti fanno crescere. Gonalons? Probabilmente ha ancora bisogno di un po’ di tempo per entrare in questa dimensione. Sulle qualità assolute del giocatore c’è poco da discutere. Non ci sono dubbi che abbia fatto una partita insufficiente, ma sono convinto che Gonalons sarà tanto utile alla Roma”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Quattro punti nel girone sono positivi, ma in ottica crescita la Roma ha fatto un passo indietro: è inspiegabile come mai a livello europeo purtroppo si inceppa qualcosa. È uno scoglio che la squadra giallorossa non riesce a superare. Ieri male Gonalons: un errore ci può stare, ma il francese ha sbagliato quasi tutto. El Shaarawy è un giocatore che fai un paio di partite fatte bene in un mese e poi sparisce. Ieri non ha giocato bene. Defrel? Non mi stupisce, lui è quel tipo di giocatore. Non è colpa sua se è stato valutato oltre venti milioni, la colpa è di chi l’ha comprato a quella cifra, Sabatini”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport“La Roma ha deciso di giocare venti minuti, poi ha smesso. Nei primi minuti abbiamo avuto la fotografia reale della differenza tra le due squadre. La squadra giallorossa dopo il gol si è persa. Nel secondo tempo ha dato ancora più coraggio al Qarabag, trasformandola quasi in una squadra decente. Il processo di crescita che avevo visto nelle ultime partite si è interrotto ieri. Brutta prestazione di Gonalons, non solo per l’errore sul gol ma per tutta la partita. Mi è piaciuto Manolas, mentre ho visto un Nainggolan sottotono. Mi chiedo poi cosa ci faccia Defrel nella Roma”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “In Europa le squadre italiane soffrono sul piano della corsa, gli altri vanno su altri ritmi. Prendiamo però per buoni questi tre punti ottenuti dalla Roma. Ha giocato bene, convinta di fare cinque gol, ma poi si è visto che i giocatori non hanno tenuta fisica, fanno fatica”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Quello di ieri è un passo indietro della Roma. Io mi aspettavo una goleada, e invece è arrivata questa vittoria sofferta. La prestazione di ieri è stata mediocre. Gonalons? Lui e De Rossi non sono la stessa cosa!”.

Franco Melli a Radio Radio: “Sono rimasto perplesso su Gonalons: durante la propaganda di questa estate era stato descritto come un grande affare. Già il francese non gioca mai, se quando gioca fa male… I presunti più bravi della Roma ancora non si sono visti per questi infortuni. Moreno? Va bene per le serenate. Già a Milano è una partita decisiva. Di Francesco sta facendo oltre rispetto a quello che ha a disposizione”.

Roberto Renga a Radio Radio: “La vittoria del Chelsea non è stato un bene per la Roma, sarebbe stato meglio un pareggio. La Roma ieri ha vinto, questa è la cosa più importante. Non ha disputato una grande partita ma ha vinto quattro partite consecutive. Manolas mi è piaciuto molto, la Roma ha ceduto sulla fascia sinistra dove El Shaarawy non tornava e Kolarov inizia ad essere stanco”. 

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Rivedendo la partita della Roma ci sono alcuni elementi da salvare, soprattutto il primo quarto d’ora giocato da squadra vera. Poi ha sofferto come le altre squadre italiane tra ieri e l’altro ieri, perché la Champions è una competizione più elevata rispetto al campionato. Secondo me i tifosi della Roma devono godere della vittoria del Chelsea, per tanti motivi”.

Nando Orsi a Radio Radio: “Le italiane soffrono sempre nelle partite europee, anche contro avversarie inferiori di molto sul piano tecnico. Non so se è la mentalità, o la paura. Ha ragione Nainggolan, non si deve mai pensare che le partite sono facili, soprattutto in Champions”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “Bene il risultato ma la Roma ha rischiato di non vincere contro una squadra imbarazzante. Incredibile. Ricordiamoci però che la Roma ha vinto”.

Giulia Spiniello a Romanews Web Radio: “Dobbiamo accogliere come un’epifania la vittoria di ieri con il Qarabag, visto che il successo in Champions mancava da tanto tempo. Mi è piaciuto l’approccio iniziale, bisogna migliorare nella gestione della gara quando si è in vantaggio nel punteggio. Il pallino del gioco è stato lasciato al Qarabag, ma Alisson non è stato molto impegnato. Mi prendo di buono i tre punti. Cominciamo da queste vittore per crescere in campo europeo. Gonalons è stato il peggiore in campo, gli altri tutti abbastanza positivi. Io credo che in queste gare qui bisogna prendere i tre punti. Defrel? Non l’ho visto giocare bene, poteva segnare ma è stato fermato dal portiere avversario. Defrel deve giocare nella sua posizione, se dovesse fallire anche lì vuol dire che non è un giocatore da grande squadra. Ma diamogli ancora tempo. Milan-Roma? Attacco rimaneggiato senza Defrel e Perotti, penso che toccherà a Florenzi davanti. A centrocampo torneranno i titolari e in difesa ballottaggio Fazio-Jesus. Non rischierei Under dal 1′ a San Siro”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

33 Commenti

  1. Le mie solite considerazioni un pò a vanvera …
    1) Ho già chiesto scusa a Dzeko .. ma se continua così, mi tocca fare un pellegrinaggio a Trigoria. Sarà a volte “sgraziato” .. ma ieri sera cercavo di ricordarmi un attaccante della Roma che segnasse con la sua regolarità…Ragazzi, questo segna di testa, di destro, di sinistro … Se segnasse in rovesciata, se lo comprerebbe una delle prime 5 squadre in Europa. Faccio un esempio: a me piaceva Lacazette .. ma a parte l’ultima partita, sta facendo fatica in Inghilterra … figurarsi in Italia. Comunque, che Edin si mantenga sano …
    2) Si lo so .. abbiamo giocato male, abbiamo rischiato, questi erano pippe. Allora, iniziamo a dire che il Chelsea ne ha fatti 6 .. in casa propria ed alla prima partita. Poi, iniziamo ad ammettere tranquillamente che Atletico e Chelsea sono più forti di noi (e non ci trovo nulla di male). MA COMUNQUE, se riiuscissimo a pareggiare a Londra (anche se la vedo difficile) .. dopo 3 partite saremmo comunque davanti all’Atletico. Diciamo la verità … chi ci avrebbe scommesso prima ?
    3) Gonalons ha sbagliato la partita. Punto. A capo. Evitiamo processi del cavolo please ….
    4) Ma perchè la Roma DEVE sempre dimostrare qualcosa ?? Prima di Verona, Benevento ed Udinese .. si diceva: la Roma ha sempre avuto problemi con le piccole. I campionati si vincono battendo le squadre inferiori. La Roma lo fa alla grande (10 goal fatti, 1 subito) … ed allora si dice: e no, solo dopo Milan e Napoli si capirà cosa può fare la Roma. NO. Premesso che un’idea ce la faremo alla fine del girone d’andata, i fatti parlano di 7 partite ufficiali fatte (includendo la Champions): 5 vinte, 1 pareggiata ed 1 persa. Sempre i fatti dicono che in quella partita hai giocato 70 minuti alla grande, hai preso 3 pali e ti hanno negato un rigore sacrosanto. Per non parlare delle occasioni avute per andare nuovamente in vantaggio o per pareggiare prima del loro terzo goal.
    Quello che voglio dire è che siamo in piena ricostruzione .. abbiamo problemi da risolvere … ma cavolo, c’è una cappa di negatività su ‘sta squadra. ….Il problema è che tanti che commentano/scrivono sono in malafede, purtroppo. Dai ragazzi, FORZA ROMA !!!

    • Per fortuna persone obiettive ed ottimiste esistono ancora..ormai che si vinca perda o pareggi il gioco è trovare comunque un motivo per criticare questa squadra..se si vince male “abbiamo giocato male”, se si vince bene “abbiamo giocato contro una squadra scarsa”, se non si vince la critica viene da se..c’è sempre un motivo per criticare..fai la goleada “l’hai fatta contro i morti”, non la fai “contro i morti non riesci a fare la goleada”..Gonalons sbaglia una partita ed è un ex calciatore..Defrel gioca fuori ruolo da inizio campionato ed è già una pippa e presto arriveranno fischi e insulti all’Olimpico..la tifoseria romanista è la tifoseria più masochista d’Europa perchè questo atteggiamento porta a farci del male da soli.. Troppi che tifano più per le proprie idee che per la squadra..a tutta sta gente consiglio di tifare Real Madrid e non rompere i cosiddetti..

    • Un paio di considerazioni le faccio anche io 🙂
      1) Una volta tanto un po’ di fortuna: il milan gioca questa sera, e domenica avrà un giorno in meno di riposo sulle gambe, certo, noi avremo le 5 ore di aereo sul groppone, ma almeno così dal punto di vista della “stanchezza” dovremmo essere più o meno pari.
      2) La rosa della Roma ci permette di affrontare questa “emergenza” potendo schierare comunque un attacco con Elsha, Dzeko e Florenzi, non male direi. Il milan non mi pare che abbia questo livello di scelta.
      3) Sì, la Roma è sempre sotto esame. Per un momento non pensiamo ai gufi, ai pigiamati e a chi è in malafede e fa polemica per tornaconto personale. Pensiamo ad una Roma che studia da grande squadra, per cui la vittoria più importante è sempre la prossima. Sempre. Perché le altre non si fermano, e se vuoi rimanere attaccato al treno, la prossima contro il milan è un esame, e poi dopo col napoli è ancora un esame, e anche in casa col Crotone, perché non ci possiamo permettere di perdere punti, perché l’obiettivo non è galleggiare a metà classifica, ma competere per il vertice. Infatti per i cugini non ci sono mai esami, per loro tutto quello che viene sopra il decimo posto va sempre bene, basta fare bella figura al derby.

    • Se vuoi essere una squadra da vertice devi sempre dimostrare qualche cosa e vincere contro le piccole, con continuità e dare l’impressione di poterlo fare contro le grandi, sempre. Poi puoi anche perdere ma deve essere l’eccezione. Poi dico, non vinciamo una mazza da 10 anni, mi pare il minimo che debbano dimostrare qualche cosa prima di fare proclami da “siamo i più forti!”

      Se vuoi parlare invece di numeri, beh, 5 vinte come? contro l’Atalanta ti scordi il palo loro o era 1-1. Benevento-Verona e Udinese c’hanno 5 punti in 3 dopo 6 giornate e il Qarabag l’abbiamo visto ieri sera chi sono! Contro l’Inter in quei 70 minuti (diciamo 50 che da inizio secondo tempo il centrocampo se lo sono presi loro e noi abbiamo solo fatto l’azione del palo) hai tirato in porta 3 volte in totale. Dopo l’1-1 noi il sussulto di ElSharawi e loro altri 2 gol e potevano essere di più. Quindi i pali certo, rosichiamo, ma le partite le vinci pure alla lunga. Vallo poi a dire a quelli dell’Atletico che c’hanno seppellito di tiri e preso un palo pure loro e tornati a casa con un punto solo.

      Diciamo che hai vinto fino ad oggi le partite che dovevi vincere, hai sculato a Bergamo e contro l’Atletico e ben venga, ovvio ma hai perso in casa malamente il primo scontro diretto. PResto per mettere in croce squadra ed allenatore ma pure per esaltarsi. Quello che a me fa storcere ancora il naso è la condizione fisica pessima, la mentalità fragile della squadra che barcolla sempre al minimo accenno di reazione avversaria e l’uso di alcuni giocatori che per me non sono adatti al modulo di DiFrancesco, tipo De Rossi, Perotti e Defrel messo a dx.

      Poi ripeto, se segni subito, soprattutto contro squadre scarse, c’hai gioco facile perché si devono aprire per pareggiare e noi siamo tecnicamente molto più forti di almeno 16 squadre della serie A. Ma se non segni subito e la partita s’incanala malamente, beh, la Roma va in sofferenza.

      • Caro @nando e caro @salmacis, rispettando le vostre opinioni, mi sembra che abbiate travisato le mie. Chi parla di esaltarsi ? Io esalto per contrasto, perchè, invece, qui facciamo sempre i processi. La verità è che la squadra andrebbe lasciata in pace e fatta lavorare nel più serenamente dei modi.
        @nando .. dove e da chi hai sentito dire .. “siamo i più forti” ?? Abbiamo avuto fortuna con l’Atalanta ? Sicuro, loro meritavano il pareggio. Ma se per Roma Inter mi sento dire che i pali fanno parte della porta … e che quindi sono tiri sbagliati … anche l’Atalanta quel tiro lo ha sbagliato con Ilicic. Oppure, se invece è sfortuna, è giusto dire che l’Atalanta è stata sfortunata e che meritava il pareggio. Allo stesso modo, però, la settimana dopo, voglio sentire che la Roma avrebbe meritato la vittoria e che sarebbe stato giusto che vincessimo.
        Questo intendo: la differenza di valutazioni COMUNQUE contro. Sul “barcollare” .. a Bergamo, a Roma con l’Atletico ed anche ieri .. la Roma ha sofferto, ma questo, per una squadra nuova, è anche un fatto positivo.
        Io non esalto nessuno, ma rileggi il tuo intervento: è intriso di negatività. Loro hanno una condizione pessima, loro non ci stanno mentalmente, loro non sono adatti al modulo .. e quindi loro non hanno nemmeno un allenatore visto che li fa giocare con un modulo che per TE non è adatto.
        Ora, con tutto il rispetto, credimi, ma i casi sono due: o il tuo nick nasconde che, in realtà, sei un allenatore famoso in incognito .. oppure forse Di Francesco non la pensa come te. E senza offesa, visto che di lui so per certo che di mestiere fa l’allenatore … tendo a fidarmi di più.
        Ripeto, senza alcuna offesa nei tuoi confronti. Questione di opinioni.

        • Hai ragione da vendere Fabrizio. C’é una certa tendenza alla negativitá nei commenti Sarebbe forse piú giusto sostenerla, anche se gioca male. Criticare il gioco giusto, ma da qui a dire che tutto quello fatto sinora ha poca valenza visto chi abbiamo incontrato mi pare eccessivo. Poii se ció sia legato ad una certa voglia di protagonismo, oppure una smisurata scaramanzia o cos’altro non saprei. Penso che una eccessiva negativitá non faccia il bene della Roma. Se poi cerchi di capire il perché ti viene detto che ci si esalta con poco In realtá ci si attiene ai fatti, e i fatti dicono che la Roma ha vinto 4 gare consecutive con un gioco tutto sommato buono. E poi a me la Roma esalta, in maniera positiva ovvio. Io la reputo squadra in grado di vincere lo scudetto, ma questo non vuol dire che lo vincerá. Peró é attrezzata per farlo. Poi si vedrá. Intanto la tifo e la sostengo con questa speranza.
          Sempre forza Roma

        • @Fabrizio Forse mi sono espresso male io :). Le mie considerazioni erano a confermare le tue, e ad ampliarle un poco. Anche io vedo una grande negatività attorno a questa squadra che neanche quando l’allenava Bianchi (Carlos) era considerata così male. E non me lo spiego. In ogni caso Forza Roma!
          P.s. Mal che vada in Champions siamo AGEVOLMENTE terzi. Speriamo che si riesca a combattere per il secondo posto

      • Vero, ma attenzione a due cose:
        1) “Se segni subito, poi c’hai gioco facile”, vero. Ma il gol lo devi comunque fare, e fare subito. Nessuno ti regala niente, e la Roma è stata brava a farli i gol subito. Nelle tre partite con le squadrette ha segnato presto, ha fatto il due a zero e poi si è allenata, magari segnando qualche altro goal. Non è da sottovalutare.
        2) A Bergamo abbiamo sculato perché vinto con un solo tiro. Ma dire che l’atalanta meritasse chissà cosa è forse eccessivo, perché la Roma in quella partita non ha creato nulla, ma d’altra parte non è che abbia subito.
        3) La Roma può avere tutti i problemi del mondo, ma vediamo anche cosa fanno Juve, Napoli e Inter (le squadre su cui dovremmo fare la corsa). Ora, ditemi quale di queste tre squadre finora ha incantato, pur vincendo. L’inter quante partite ha sculato (vedi anche l’ultima)? Il Napoli che perde a Donetsk e che deve faticare contro Bologna e Spal? La juve che al momento è San Dybala e poco altro?

        Non è tutto rose e fiori, ma caspita, abbiamo vinto in trasferta in cl dopo non so quanti anni (non c’eravamo riusciti neanche a Borisov!), e in campionato abbiamo due punti in più dell’anno scorso. Non può essere tutto negativo.

      • A nando ,hai ragione. A conti fatti tutto sto entusiasmo io nun ce lo vedo. In fin dei conti contro le due squadre un pò piu decenti nun semo riusciuti a vince.E stamo a parlà de scudetti. Ma lassamo perde…. Più der quarto posto nun annamo.

        • entusiasmo ? ma dove ?? è esattamente il contrario. State ad intonare il de profundis alle 7a partita giocata….datevi una regolata.
          Due squadre “decenti” ???? Passi l’Inter, ma per te l’Atletico Madrid è una squadra DECENTE ?? Due finali champions e due semi finali champions negli ultimi 5 anni ?????
          No no, stai bene così. hai ragione .. speriamo di salvarci, dai.

          • @Fabrizio quel decenti era un eufemismo..Come il tuo “speriamo di salvarci..” Nun la vedo come te ,nun dico che c’avemo na corazzata ma na bona squadra si, ma senti parlà de scudetto me pare proprio esagerato. Io sto a tifà,mica sto a gufà ma non c’ho i paraocchi..

    • @Fabrizio,ciao,sono parzialmente d’accordo con te,niente processi e niente esaltazioni dopo le 3 partite “facili”,ma è indubbio che qualche considerazine bisogna farla.
      1)questa squadra ha problemi di tenuta fisica.
      2)Defrel non è un furiclasse ma neanche un brocco e se si continua a farlo giocare fuori ruolo,perdera’ la sua identita’.
      3)Abbiamo sempre detto gistamente che il centrocampo era il reparto piu’ forte,ma finora si è rivelato la brutta copia dell’anno scorso
      4)Anche io chiedo venia su Dzeko,che Dio ce lo mantenga sano.
      5)Kolarov che fino ad ora si è rivelato il migliore acquisto,incomincia ad avere il fiatone,giustamente,aggiungo io
      5)forse bisognera’ chiedersi dei continui problemi muscolari
      6)jj non è in grado di giocare titolare e nonostante Eusebio avesse chiesto un difensore di livello,Monchi ha fatto le orecchie da mercante.
      tutti siamo contenti dei 3 punti,ma al netto degli opposti estremismi(termine sessantottino)è indubbio che qualche problema esiste,detto senza polemiche ma con benevolo realismo,un caro saluto.
      ps.ti prego di notare il nich,con Anto e Lupo ci siamo gia’ sentiti

      • Ciao Fabiano !!! Tutto bene ?
        Sulla tenuta fisica, io credo di aver capito che Di Francesco, in questa fase, sta “caricando” il gruppo da un punto di vista fisico. Secondo me vedremo i benefici più avanti …
        Per Defrel, condivido, ma credo si stia facendo di necessità – virtù: a Baku non avevi Shick, Perotti e Under non è ancora prionto per giocare fuori casa a certi livelli (guarda in campionato .. in casa ottimo, a Benevento disastroso). Quindi la scela era obbligata..
        Su Kolarov, anche Eusebio lo sa .. infatti lo ha fatto uscire con l’Udinese e credo che avesse in mente di toglierlo anche ieri se la partita non fosse stata in bilico. In teoria, però, Kolarov è abituato all’Inghilterra e lì giocano ad intensità doppia rispetto a noi.
        Su Monchi, io credo che abbiano fatto delle valutazioni … se ti ricordi, si parlava di Nastasic praticamente fatto .. poi si ruppe Pellegrini. Nastasic non si muove ed arriva Kolarov. Come alternativa, ci sarebbe Moreno (infortunato sabato). Insomma, ci si mette anche la sfortuna.
        Per concludere, io non voglio essere frainteso: anche io penso che ci siano ancora problemi e che si debba lavorare .. però se ti ricordi ad agosto, si discuteva sul fatto che l’inizio stagione sarebbe stato un disastro. FIno ad oggi (tocco ferro ed … altro) non è così .. tutto qui.

        • A dire il vero caro fabrizio dicemmo che se fosse stato un disastro avremmo comunque dovuto sostenere Eusebio e la squadra e dargli giustamente tempo,e non che sarebbe stato un disastro,naturalmente meglio cosi’,ci mancherebbe,ma come ho detto prima non bisogna esaltarci ne deprimerci,la squadra è forte ma solo il tempo dira’ quanto,invidio gli ottimisti ad oltranza che hanno sicurezze,io sono piu’ cauto e non per dire “io l’avevo detto”

  2. E’ arrivato il momento di piazzare Strootman avanti alla difesa nei tre di centrocampo con Pellegrini e Nainggolan. Contro il Milan sarà battaglia vera considerando la rabbia che i milanisti avranno in corpo, noi bisognerà essere bravi a colpirli usando testa e calma. Mi aspetto Peres terzino e Florenzi in avanti con El Sha e Dzeko. Confermo l’idea che nel ruolo di centrocampista centrale sia De Rossi che Gonalons non mi fanno stare tranquillo. Inoltre non capisco la clausola di soli 30 milioni nel rinnovo di Manolas, praticamente lo abbiamo già messo sul mercato. Forza Roma!

  3. Genio di Renga .. spiegami perchè sarebbe stato meglio ? Così hai il Chelsea che scappa … diciamo pure che ci batta a Londra … arriverebbe a Roma con 9 punti e praticamente sicuro del primo posto. Quindi un minimo rilassato … ed avremmo la nostra possibilità.
    Ma se avessero pareggiato, avresti detto che era meglio la vittoria del Chelsea, no ?
    #coerenzaaddio

  4. Prestazione pessima, non so come possa qualche giornalista/opinionista sostenere che i giocatori siano andati bene… Ma scherziamo? Francamente non sono poi molto sorpreso della classifica del girone: pareggio (giocando male) in casa con Atletico e vittoria striminzita (giocando malissimo) contro una squadra messa peggio del Verona e destinata a subire goleade nelle prossime partite. Positiva e non molto sorprendente la vittoria del Chelsea. La chiave per noi, fatti salvi rovesci memorabili che con la Roma sono sempre in agguato, sarà il match di Madrid, ma spero, per quella data, di vedere tutt’altra squadra rispetto a quella orrenda di ieri.

  5. Francamente, non bisognava esaltarsi prima, non bisogna neanche deprimersi dopo.
    Abbiamo faticato più del previsto dopo i primi 20 minuti ma insomma, i tre punti ci sono e siamo pur sempre in corsa.
    Alla Roma, chiedo di fare un passo avanti nella mentalità e nel giocare in Europa.
    Se finiamo terzi, dando del filo da torcere al Chelsea e all’Atletico, mi sta bene.
    Se passiamo, ancora meglio, evidentemente.
    Però, a me, importa soprattutto mostrare che la Roma è finalmente una squadra da Champions.
    Lasciamo lavorare Di Fra’in pace, le crisi non portano da nessuna parte.
    (su 7 partite, 5 vittorie, 1 pareggio, 1 sconfitta, non è male per un allenatore che prende una panca importante per la prima volta)

  6. Saranno almeno 8 anni che cambiano gli allenatori, cambiano i DS ma si vede sempre una cosa: dopo uno/due goals i giocatori si siedono e iniziano a pensare a quale sarà la velina di turno da convocare per il post-partita. Allora vedi i difensori che rinviano alla viva il parroco, sempre secondi sui palloni e cali di attenzione clamorosi. Se penso all’ultima partita con il Genoa dello scorso campionato ancora ho le coronarie che tremano. Fino a quando non troveremo qualcuno che sappia curare questo difetto inaccetabile noi non vinceremo mai nulla. La verità è questa, ed in campo europeo il difetto è accentuato perché li non ti regala nulla nessuno. Secondo me i cali fisici non esistono, è l’attenzione che proprio non ci regge.

  7. Buonasera a tutti, io non ho visto la partita solo la sintesi di 3 minuti.
    Ho visto fare una grossa cappellata a Gonalons, da quel momento lui si è perso e la squadra si è un pò ritirata indietro.
    Crocifiggere Gonalons non ha senso, ha sbagliato, punto. Si va avanti visto che si è sofferto ma non pagato pegno.
    Prendiamoci i 3 punti che in altre circostanze avremmo lasciato sul campo.
    Mi preoccupano solo gli infortuni muscolari, un pò troppi, sicuramente ha ragione Fabrizio atleticamente sono stati caricati in questa fase, però gli addetti alla parte fisica dovrebbero forse riconsiderare i carichi di lavoro, che spesso non possono essere uguali per tutti.
    un saluto a Fabrizio, Fabiano, Lupo, cucs e ci risentiamo tra qualche giorno sono in partenza.

  8. @Fabrizio. Io sono meno ottimista di te. Sarà perchè lunghi anni di milizia calcistica come tifoso e non mi hanno forgiato a vedere la realtà mettendo da parte il cuore e cercando di far funzionare il cervello. Preferisco meravigliarmi ancìzichè illudermi. Ben vengano i tuoi auspicati successi ,io invece credo che nonostante una rosa finalmente ampia e completa dobbiamo lottare con le unghie e con i denti per il quarto posto. Ma sono talmente tifoso e innamorato della Roma che sono disposto a pagare da bere a tutti qualora mi sbagliassi.Un solo grido.. FORZA ROMA SEMPRE.

    • Ciao @lupo !!! In realtà, io al momento non penso più in là della prossima partita … Ripeto: io reagisco a modo mio perchè avverto su questa squadra una “cappa” di negatività. In parte riconosco che è motivata, condividendo anche io alcune perplessità ..
      Ma in parte la trovo esagerata (e quindi cerco di contro bilanciare con il positivismo) perchè è vero che ci sono alcune problematiche .. ma è anche vero che è presto per dare giudizi e che, alla fine, siamo lì dove pensavamo di essere (calcolando una partita in meno).
      A “naso” Juventus e Napoli mi sembrano più forti … ma credo anche che noi siamo quelli che hanno i maggiori margini di miglioramento. Se lo faremo, potremo essere super competitivi. Se resteremo questi, lotteremo dal terzo posto in giù ….

  9. Visto che tutti i commentatori battono il tasto che in Europa gle altre squadre corrono di più rispetto alle nostre, allora facciamo una domanda sperando di trovare un sapientone che sappia rispondere: facciamo ritiri precampionato non adatti? Facciamo allenamenti all’acqua di rose? Abbiamo allenatori che sia accontentano di speculare sui numeretti 4331 o 332 o 432y o 433x e caxxate varie? Abbiamo preparatori atletici che farebbero meglioa fare i fantini al galloppatoio? Abbiamo giocatori che si abbandonono a vizi e stravizi? Possibile che nessun tecnico, nessun preparatore, nessun commentatore ex calciatore so tutto io non sappiano rispondere a questo quesito fondamentale?

  10. Brutta partita ieri. Non è granché aspettare un turno di Champions per poi vedere una partita incanalata nel modo migliore possibile finire per diventare la solita sofferenza. Detto questo, i commenti “alla nando” fanno veramente sorridere. Sono quelli che nello stesso discorso riescono a dire che la Roma a Bergamo ha sculato per via del palo e con l’Inter ha fatto schifo anche se ha preso 3 pali. Sono quelli che due anni fa avranno detto che Dzeko “se fosse stato bono ce lo davano a noi?”, che se pareggi con una piccola la Roma fa schifo perché perde i punti con le piccole e se vinci tre partite con le piccole la Roma fa comunque schifo perché ha vinto con le piccole e bisogna aspettare che il Milan ce ne faccia 3. Che bell’ambiente che contribuite a creare, eh?

    • Se vuoi ti dico che contro l’Inter abbiamo perso perché la sfortuna e il rigore negato e così continueremo a farci tante illusioni che siamo da scudetto e però ci mettono i bastoni tra le ruote (o la sfiga) ed è per questo che non vinciamo mai.

      In realtà le prestazioni brutte sono figlie, molto spesso, di una mentalità provinciale dove “noi siamo la Roma, ahò” e pensiamo di vincere per diritto divino e poi ce la pijamo in saccoccia puntualmente.

      Dato che per me sta squadra è da vertice – in primis Dzeko e l’ho sempre detto – mi lamento proprio per questo. Se pensassi che la Roma fosse una squadra da mezza classifica non direi nulla. E invece mi piange il cuore a vedere una squadra così forte stare ferma a passarsi la palla in orizzontale, schiacciata nella propria metà campo a rinviare la palla il più lontano possibile in attesa che il tempo passi.
      Poi te vedi Atletico-Chelsea e capisci che per giocare a calcio a certi livelli devi corre tanto e bene. Poi puoi pure perdere, ma prenderne 3 così da quest’Inter, se permetti, mi fa rodere il culo.
      Come poi detto in altri commenti, batte verona-benevento e udinese me pare il minimo sindacale. Se t’aspetti che vada a fa i caroselli pe aver battuto le ultime 3 in classifica con 0, 2 e 3 punti me pare che me stai a chiede un po’ troppo.

  11. Secondo me, premesso che ogni partita è storia a se’, sulla prestazione della Roma ha molto influito il campo pesante che non ha certo aiutato una squadra che fa del pressing e palla a terra veloce le sue armi migliori. Innegabile la prestazione insufficiente della squadra dopo i primi 20′.
    Cmq sto vedendo la partita del MIlan e, gol a parte, se sono questi e non ci si mette di mezzo l’arbitro (cosa che temo) non c’è partita. A favore della Roma ovviamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here