Nervi saldi e consapevolezza: così Di Francesco ha vinto il suo primo Mister Derby

1

EDITORIALE – Di Francesco fa riconciliare i tifosi della Roma con il derby. Dopo la sconfitta della passata stagione, la Roma riprende il suo trend e mette a segno un successo che va oltre la stracittadina, perché la spedisce nelle zone di lusso della classifica lasciandosi alle spalle proprio la Lazio.

La Roma vince con merito e maturità. La mentalità con cui fa un solo boccone della truppa Inzaghi è da grande squadra. La partita la decidono un Perotti in forma strabordante e un Nainggolan la cui presenza era in dubbio fino ad oggi. La goduria più grande arriva però da un Kolarov “enorme”. Il grande ex, atteso al varco da quelli che una volta erano i suoi tifosi, li ha messi tutti a tacere con un a prova maiuscola, di personalità e di qualità

La consapevolezza della forza, l’interpretazione giusta del match e la calma, quella dei forti, sono stati gli ingredienti che hanno riportato il derby a Trigoria.

Complimenti anche a chi questa stracittadina l’ha vissuta sugli spalti: si sono tornate a vedere le coreografie, addirittura doppia quella giallorossa – una nel primo tempo e una nel secondo – dedicata a Gabriele Sandri quella biancoceleste, che ha unito l’Olimpico in un unico bipartisan afflato. Roma batte Lazio 2-1.
Dall’Olimpico è tutto.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here