NAZIONALE – Giampiero Ventura, ct dell’Italia, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia dell’amichevole contro l’Olanda. Queste le parole del tecnico della Nazionale.

Sulle polemiche legate al rientro anticipato di Barzagli.
“Barzagli? Mi ha chiesto tre giorni dopo la gara contro l’Albania. Mi aveva detto che aveva dei problemi a casa, con la moglie. Ne ho parlato con il gruppo e non c’è stato nessun problema. Abbiamo deciso di andargli incontro senza alcun problema. Il caso mi ha stupito tutto, a 360 gradi, non c’era niente di concordato. Mi ha stupito la foto, ma quando uno esce da Coverciano non mi riguarda più. Ribadisco, che non c’era nulla di concordato con la Juventus. Se un giocatore ha dei problemi, viene anche presa in esame la non convocazione”.

Sull’Olanda.
“Ben venga, abbiamo l’occasione per fare un bel test sul nostro lavoro che abbiamo fatto e su quello che dobbiamo fare. L’Olanda vorrà dare delle risposte dopo la sconfitta contro la Bulgaria”.

Su Pellè.
“Non sono arrabbiato con lui, magari un po’ dispiaciuto. Lui sta facendo la sua carriera e mi auguro che faccia benissimo in Cina. Mai dire mai”.

Sulle critiche di Sacchi.
“Ho letto le sue parole dopo l’Albania. Sono rimasto un po’ deluso. L’ho sempre considerato un punto di riferimento. Ho visto le partite di Sacchi al Mondiale con l’Irlanda e il Messico e forse si è confuso, magari parlava di quello che ha fatto con il Milan. Con quella nazionale con giocatori fortissimi, che avevano giocato finali di Champions League, ha incontrato non poche difficoltà. Penso che ci voglia un po’ di rispetto”.

Sugli stage.
“Abbiamo fatto tanto per strutturare percorso degli stage. Non c’è motivo perché quelli di fine stagione saltino. I frutti si vedono”.

Sui giovani.
“Coi giovani non è operazione simpatia. E’ stato fatto per una necessità di rinnovamento. Ci sono molti giovani con potenzialità. Età conta il giusto. L’importante è che i giovani siano pronti, per farlo serve percorso di inserimento.Nel calcio contano le idee. Non ci sono gerarchie nette, è un gruppo che sta nascendo. C’è giusto mix tra senatori e giovani. Sono fiducioso sul futuro”.