Napoli. Sarri: “Fa schifo giocare alle 12.30. Europa League? Roma fuori per il calendario”

4

NOTIZIE NAPOLI – Al termine del match vinto 3-2 contro l’Empoli, l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri analizza la prova dei suoi e dichiara: “Quando vogliamo andare in gestione delle partite diventiamo passivi. Non siamo in questo momento in grado di gestire: bisogna continuare a giocarle. Abbiamo fatto un primo tempo ottimo e poi, quando abbiamo pensato che la partita era vinta, siamo diventati passivi e abbiamo rischiato. Le parole di Marek sono corrette, anche perché non è la prima volta che ci succede, però prendiamo quello che c’è di positivo: nelle ultime partite abbiamo fatto un grande filotto. Va anche considerato l’orario difficile in cui abbiamo giocato, un orario che mi fa schifo, quindi prendiamo i tre punti e andiamo a casa. Cosa posso fare per blindare Mertens e Insigne per il futuro? Se un giocatore e il suo procuratore hanno altre idee un allenatore può fare poco: sono situazioni che competono un dirigente e una società. Spero siano situazioni che si risolvano in fretta.”

In conferenza stampa il tecnico torna sull’orario delle 12.30 e facendo riferimento anche all’eliminazione della Roma in Europa League aggiunge: “A Cagliari forse l’orario ha disturbato più loro, 12.30 di fine anno non è lo stesso di marzo o aprile, la differenza è enorme, in una giornata diversa ci si ritrova a giocare in un forno. Dimentichiamo che ci sono squadre che vengono da mesi in cui hanno giocato a basse temperature. Col Sassuolo ultimo anticipo alle 12.30 guarda caso a noi, è un caso che a me però rode, che rispetto c’è stato per noi? Che rispetto c’è stato per la Roma, uscita fuori col Lione quasi esclusivamente per responsabilità della Lega con quel calendario? La Roma ha dominato tre tempi e guarda caso ha pagato sul secondo di Lione. Mi riferisco alla Roma, va bene, non al Napoli, noi saremmo usciti ugualmente col Real per la distanza che c’è. La Roma non è stata tutelata a livello europeo, è stato un signore Spalletti a non dirlo”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

  1. Siamo l’unica squadra italiana in EL che non viene fatta giocare in campionato il lunedì…questa cosa dovrebbe far riflettere…detto questo non credo sia il motivo per cui siamo usciti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here