Montella e il Milan ferito, Roma a San Siro per passare alle cose formali

0

MILAN-ROMA, L’AVVERSARIA – “Passiamo alle cose formali”. Il motivetto che per tutta l’estate del calciomercato ha accompagnato la campagna acquisti del Milan ben si adatta anche alla sfida tra giallorossi e rossoneri, in programma oggi alle 18 a San Siro e valida per la settima giornata di Serie A. Dopo le vittorie sulla carta scontate contro Verona, Benevento e Udinese, Di Francesco si presenta all’esame San Siro contro un Milan arrabbiato dopo la sconfitta esterna contro la Sampdoria, un 2-0 che ha avuto il sapore della batosta. I capitolini cercano conferme dopo il successo di Champions per affrontare la sosta con tranquillità.

L’ANEDDOTO – Dopo aver rifondato la squadra, mettendo in conto di spendere circa 250 milioni, il Milan non si trova dove vorrebbe in classifica dopo le prime 6 giornate e l’ambiente non è del tutto sereno. I rossoneri sono a pari punti con i giallorossi, che dalla loro hanno una partita da disputare in più, il match da recuperare contro la Sampdoria. In panchina si incrociano Montella e Di Francesco, compagni di squadra nel lontano 2001, quando insieme alzarono al cielo il tricolore, l’ultimo transitato per la Capitale. Dopo aver iniziato la carriera da tecnico proprio dalla Roma, Montella non ha mai battuto i giallorossi da avversario in match di campionato. Limitando l’analisi alla Serie A, per l’aeroplanino si contano tre pareggi e cinque sconfitte. Ampliando il raggio e passando alle coppe, con la Fiorentina Montella eliminò la Roma da Coppa Italia e Europa League nell’arco di poche settimane. Ex della sfida è anche Borini, acquistato dal Milan in estate, così come Romagnoli, cresciuto nel settore giovanile giallorosso.

COSI’ IN CAMPO – Scricchiola la difesa rossonera, nonostante l”oneroso acquisto del cartellino di Bonucci dalla Juventus. Dopo le due sconfitte in trasferta contro Lazio (4-1) e Sampdoria (2-0) traballa pericolosamente la panchina di Montella, chiamato al successo giallorosso per scacciare i fantasmi di un nome ingombrante come quello di Ancelotti, appena esonerato dal Bayern Monaco. Per sfidare la Roma i rossoneri sembrano orientati ad optare per una difesa a 3 composta da Musacchio, Bonucci e Romagnoli. Sulle fasce spazio a Abate e Ricardo Rodriguez, con la fascia destra con più compiti di copertura. In mezzo tocca a Kessie, Biglia e Bonaventura, mentre davanti si preparano Andre Silva e Kalinic, con Suso a battagliare per una maglia da titolare. Tra i convocati c’è  Calhanoglu non al meglio dopo il match di Europa League di giovedì contro il Rijeka (vittoria 3-2 allo scadere).

Probabile formazione (3-5-2): 99 Donnarumma; 22 Musacchio, 19 Bonucci, 13 Romagnoli; 20 Abate, 79 Kessie, 21 Biglia, 5 Bonaventura, 68 R. Rodriguez; 9 Andre Silva, 7 Kalinic.
All.: Montella
A disp.: 90 A. Donnarumma, 30 Storari, 2 Calabria, 17 Zapata, 15 G. Gomez, 29 Paletta, 4 J. Mauri, 73 Locatelli, 20 Suso, 11 Borini, 63 Cutrone.

BALLOTTAGGI: Suso-Andre Silva
IN DUBBIO: Calhanoglu (contusione gluteo)
INDISPONIBILI: Conti (rottura crociato), Antonelli (problemi muscolari), Montolivo (problemi muscolari)

SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: –

Gian Marco Torre

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here