Monchi: “Schick è il primo che ho cercato, ora basta acquisti” (FOTO e VIDEO)

9

CONFERENZA STAMPA – La Roma presenta Schick. Al fianco del neo attaccante giallorosso c’è anche il ds Monchi che risponde ad alcune domande dei cronisti presenti. Di seguito le parole del dirigente.

Da Trigoria
Matera-Tagliaboschi

LA CONFERENZA STAMPA

“Buonasera, siamo qui l’ultima presentazione di un giocatore in questo mercato, non i saranno altri acquisti così già vi rispondo a questo tipo di domanda. Faccio il ds da tanti anni, la maggior parte a Siviglia, questa è una delle operazioni che mi lascia più soddisfatto, contento e orgoglioso. Prima di tutto per aver portato a Roma un giocatore magnifico, poi per il sostegno della società per questo acquisto e per la volontà del calciatore di voler venire a giocare qui con noi”.

Che cosa l’ha spinta a scegliere Schick? Come ha battuto la concorrenza?
“E’ molto semplice i buoni giocatori trovano sempre spazio nelle squadre che hanno ambizioni importanti e Patrik è un giocatore magnifico. La concorrenza è stata battuta con un lavoro collettivo, di Totti, Baldissoni, in prima persona il mio, ma anche per la disponibilità del giocatore che è venuto qui perché gli è stato proposto un progetto all’altezza delle sue ambizioni”.

Che significato ha la partita con la Chapecoense di venerdì?
“Credo che è una partita dove ci saranno tantissime emozioni e che speriamo possa essere un omaggio al calcio ed al calcio brasiliano, a tutte le vittime e penso che renderà onore alla Roma. Il calcio ha bisogno di momenti come quelli che vivremo venerdì con la Chapecoense”.

So che state lavorando su delle operazioni in uscita che riguardano quattro giocatori. Quale sono le situazioni attuali di Vainquer, Castan, Tumminello e Gyomber?
“Sono situazioni differenti: in questo momento il lavoro più difficile ed intenso è per la cessione di Vainquer e Gyomber, perché con Tumminello stiamo studiando con tranquillità la decisione, può restare tranquillamente qui perché piace al mister oppure se troveremo una soluzione di mercato che ci aggrada per farlo crescere la valuteremo perché è un patrimonio della società. Per Castan è differente, se non c’è una squadra che ci soddisfa può restare qui tranquillamente”.

Prima di Schick lei si è concentrato su Mahrez. Leggendo la struttura del contratto, è stato un esborso di soli 5 milioni momentaneamente. E’ stata una questione di pagamento?
“E’ una risposta semplice: non puoi comprare qualcosa da qualcuno che non vuole vendere. Si arriva ad un punto in cui si smettono e si interrompono le negoziazioni”.

Ha cambiato i piani in corsa sono arrivati Schick e Defrel che sono due punte. Potrebbe essere Florenzi il vero esterno della prossima stagione, o Defrel lo farà per tutto l’anno?
“Vi svelo un piccolo segreto, che Patrik sa: il primo viaggio fuori Roma, a Milano per fare un’affare come ds della Roma fu per contrattare Schick, questo risale a due mesi fa. Questo significa che per me è sempre stata un’ossessione, è anche vero che in quel momento per circostanze estranee alla Roma, la Juve era la prima opzione per Patrik. Ma il primo tentativo di trattative è stato nei suoi confronti. Non voglio entrare nel merito della questione tattica, perché il mio obbligo è dare miglior calciatori possibile all’allenatore, lì finisce il mio compito ed inizia quello dell’allenatore. Abbiamo Defrel, Under, Schick, Dzeko ed altri ed abbiamo l’allenatore migliore possibile per schierare al meglio tutti i nostri attaccanti”.

Ha dichiarato chiuso il mercato con l’acquisto di Schick, vi sarete confrontati con Di Francesco che non c’era la necessità di un altro centrale…
“Innanzitutto tutte le decisioni prese nel mercato sono state analizzate insieme al mister, nessuna decisione è stata presa in solitudine ho collaborato splendidamente con Eusebio. Vorrei fare una riflessione più profonda: tutte le cose possono essere migliorato, ma bisogna avere gli strumenti finanziari per poterlo fare. La Roma ha fatto un grande sforzo rapportate alle sue possibilità, ha fatto il massimo. Motivo per cui io sono molto soddisfatto. Poi ripeto tutte le squadre sono migliorabili: anche il Barcellona di Guardiola o il Real Madrid. Ma mi ritengo molto soddisfatto”.

Anche il mercato in uscita è finito e mi riferisco ad El Shaarawy, se resterà qui senza dubbio:
“Sì, non c’è nessuna offerta”.

Le è mai capitato di portare a termine operazioni così articolate come quella di Schick?
“No, è stata un’operazione abbastanza complessa ma che malgrado non avessimo mai condotto prima siamo stati capaci di inventare e concepire per convincere la Sampdoria e portare qui il calciatore”.

Lei ha detto che è molto soddisfatto del mercato della Roma. Che voto darebbe al mercato della Roma?
“Sono poco obiettivo (ride ndr). Sono contento, pienamente contento? No, sono ambizioso per natura. Ho un’attenuante per non essere completamente contento, il mercato non inizia a giugno. Il prossimo mercato estivo inizia già a settembre ed io sono arrivato ad Aprile. Un voto sufficiente o pienamente sufficiente, ma studierò di più per il prossimo anno scolastico”.

Ha portato Schick e Karsdorp, due giocatori seguiti anche da Sabatini, è un 2-0 per lei? 
“Mi ci vuole molto lavoro per avvicinarmi alle conoscenze di Walter. Non è un duello con Sabatini e spero di raggiungere il livello che ha lui in Italia”.

FINE

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

9 Commenti

  1. Ormai e impossibile commentare su questo sito senza ricevere mille insulti tipo essere laziale o un pseudo-tifosi ma spero che Monchi sta mentendo quando dice che la campagna acquisti e chiuso. Un centrale di difesa serve. Non mi sento tranquillo con il quartetto Manolas-Jesus-Fazio-Moreno. Se si po’ prendere uno che alzerebbe il livello del reparto lo farei.

  2. Già..anche Totti ha contribuito a convincere Schick a venire. Con che lingua gli avrà parlato ? Uno che parla ceco e inglese e l’altro solo il dialetto ma fatemi il piacere.. Non è meglio dire “visto che quadagna 600.000 euro l’anno facciamo vedè che fa qualcosa?”

    • manolas ormai è completamente dissociato dal resto dell’ambiente.. non per nulla aveva chiesto di andar via.. per poi accorgersi che in russia fa freddo; aspettava altre offerte concrete che non sono mai arrivate.. e cosi ha deciso di restare.. ma con quale voglia?!

  3. Perchè siamo tutti d’accordo sull’esigenza di prendere un difensore centrale e la società invece no? la posta in palio è molto alta e bisogna essere sicuri di prendere il giusto difensore per poter arrivare tra le prime 4. Juve, Napoli, Inter e Milan mi sembrano più complete. Anche in prestito, ci sarà un benedetto difensore che possa farci fare il salto di qualità definitivo!

  4. ..allora siamo in due.. sinceramente ritengo il mercato assolutamente confusionario ed inconcludente.. Monchi è stata una grande delusione, mi è sembrato un dilettante: ha venduto due titolari di ruolo, e li ha sostituiti, Salah, con una scommessa ed un adattato Schick.. ed ha sostituito un centrale tedesco di 24 anni campione del mondo con un messicano di 29 anni di cui si sono già perse le tracce: la batteria dei centrali è assolutamente non all’altezza.. manolas è ormai bruciato come giocatore, Jesus è l’unico che pare dia qualche piccola garanzia, Fazio è inadatto, e Moreno credo sia già stato rivenduto perchè non se ne ha più notizie. Sulla rosa forse siamo più completi, ma sugli 11 secchi siamo inferiori allo scorso anno.. e credo che ci sarà da ballare molto in difesa quest’anno?! ..buona notte “collega laziale”

  5. in realtà la roma non ha soldi per un centrale di livello.. daltronde, se Monchi ha fatto tanto casino nel comprare un Defrel a 22 milioni quando non lo voleva nessuno.. come vice Dzeko, e poi spendere altre risorse per Schick come esterno dentro, ma anche questo vice Dzeko.. Monchi è riuscito nell’impresa di spendere soldi senza comprare un titolare esterno alto, e neppure un centrale… alla fine non ha sostiuto nessuno dei due titolari venduti due mesi fà.. però in compenso abbiamo due vice Dzeko.. che fenomeno questo monchi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here