Monchi: “Siamo una famiglia, la Roma non è lontana dai top club” (VIDEO)

0

ROMA QARABAG INTERVISTA MONCHI – Le parole del direttore sportivo giallorosso Monchi al termine della gara di Champions League contro il Qarabag. Queste le sue parole:

MONCHI IN ZONA MISTA

MONCHI A ROMA TV

Grande traguardo. Passiamo il turno come primi, grande squadra?
“Dobbiamo essere molti contenti, perché dopo il sorteggio era difficile. Chelsea e Atletico erano molto difficili ma piano piano abbiamo trovato la strada giusta e abbiamo meritato il primo posto”

Dove può arrivare questa squadra?
“Non lo so, dobbiamo andare piano piano e continuare questa crescita. Credo nell’allenatore e nella squadra, c’è ancora  margine di crescita”.

Oggi il ‘si’ per lo stadio.
“Il 5 dicembre sarà una data bella nella storia della Roma. Quella dello Stadio è una notizia bellissima, so che la società ha lavorato moltissimo e sono contento”.

Pensava seriamente che la Roma potesse tenere testa a Chelsea e Atletico?
“Credo nella mia squadra, credo nei giocatori e nello staff tecnico. La Roma non è troppo lontana da squadre come Chelsea e Atletico. Dobbiamo avere fiducia in noi stessi ma era difficile e per quest dobbiamo essere molto contenti”.

Le squadre si costruiscono dal gruppo nello spogliatoio. Mi sembra di vedere una squadra che la pensa tutta alla stessa maniera.
“Sono molto d’accordo con questo. La squadra è buona in campo ma nello spogliatoio è meglio, abbiamo una famiglia che gioca a calcio. Con questa parola definiamo quello che troviamo nello spogliatoio”.

Senza il cuore non si va lontano nel calcio. L’abbiamo vista cantare l’inno a fine partita.
“Ho lavorato tutti i giorni con persone che amano la Roma ed è difficile essere lontani sentimentalmente. L’inno è bellissimo. Non so se dire che sono un romanista al 100% ma piano piano sto trovando questa romanità e quest’amore”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here