Milan. Mirabelli: “Alla pari con la Roma, il gol di Dzeko ci ha tagliato le gambe”

1

MILAN-ROMA, LE INTERVISTE – Tutte le dichiarazioni dei tesserati rossoneri in occasione di Milan-Roma, settima giornata di Serie A.

POST PARTITA

MONTELLA IN CONFERENZA STAMPA 

Su Andrè Silva:
“E’ andato molto vicino a segnare, ha fatto una grande partita. La Roma concede più spazi di squadre medie italiane”.

Sul 4-3-3 un po’ accantonato:
“L’anno scorso siamo arrivati a 23 punti dal terzo posto, abbiamo un’altra squadra, altri calciatori, qualcosa di diverso dobbiamo fare. Per un modulo del genere servono esterni che fanno 12/25 gol ciascuno, Insigne fa 15 gol e Callejon ne fa 12/15 a stagione”.

Sull’aspetto psicologico:
“Ho sentito il calore del pubblico anche dopo la fine della partita e credo che nonostante la sconfitta i calciatori dovessero ringraziare per il sostegno. La squadra è giovane, credo che a volte possa aver bisogno di qualche carezza in più. Giusto andare a casa dispiaciuti per il risultato, ma non per la prestazione”.

Su come risolvere i problemi:
“Non dobbiamo abbandonare le nostre certezze, la nostra voglia di migliorare ogni giorno. Io sono fiducioso”.

Sul pubblico:
“Sono stati il valore aggiunto, li ringrazio per la loro sensibilità, visto che ci hanno applaudito nonostante la sconfitta, apprezzando impegno e prestazione”.

Sui gol subiti:
“Oggi credo che la squadra abbia fatto bene fino al 70′, quando c’è stato un grande gol di Dzeko, anche fortunato. Se ci fosse stata una deviazione nell’altra area staremmo commentando un’altra partita”.

Su Suso e Bonaventura fuori:
“L’anno scorso siamo arrivati a 23 punti dalla Roma. Sono due risorse, hanno dimostrato il loro valore. Fanno parte della squadra e ci daranno una mano”.

Sulla fiducia della società:
“Mi fa piacere. Conosco i rischi del mestiere. So di essere valutato, nel modo di allenare e nella gestione del gruppo. Ovviamente il tutto rapportato ai risultati”.

Sulla partita:
“Abbiamo giocato alla pari, spero che possa diventare uno scontro diretto non solo nel gioco, ma soprattutto nella classifica. Lo spirito di oggi è stato giusto, così come la continuità. Credo potessimo vincere nel secondo tempo. Non dobbiamo farci fuorviare dal risultato, che ci turba e non mi farà dormire stanotte. Io resto ottimista”.

MIRABELLI A SKY 

“Ci brucia perdere con chiunque, figuriamoci stasera. La Roma è una grande squadra ma non abbiamo subito, abbiamo giocato alla pari e a tratti siamo stati superiori. Ci è mancata cattiveria in diverse occasioni, la giocata di Dzeko ci ha tagliato la gambe ma non ho nulla da rimproverare, la squadra ha fatto una buona gara”.

La reazione c’è stata?
“I toni sono diversi, la prestazione è stata diversa. Cosa si può dire a una squadra che domina la Roma per 70’? Se volgiamo trovare un colpevole facciamo pure, ma dobbiamo analizzare queste partite con delicatezza. Ce la siamo giocata alla pari con una grande squadra come la Roma”.

C’è la volontà di stare al fianco di Montella in questo momento?
“Siamo alla settima giornata, la squadra è nuova e nessun allenatore ha la bacchetta magica. Abbiamo cambiato tantissimo, non si ottengono subito risultati. Questo gruppo deve diventare squadra e serve tempo. Montella sta lavorando bene, dobbiamo solo aspettare che, con il lavoro, arrivino anche i risultati”.

Il derby?
“Una partita speciale, vale solo 3 punti ma è una partita a sé. Vorremmo ripartire da lì per ringraziare anche i tifosi, che ci seguono con grande entusiasmo e hanno applaudito i ragazzi dopo la partita. Dobbiamo iniziare a regalare loro qualcosa. Il derby può rappresentare un punto di partenza importante”.

BORINI A SKY

Sulla gara:
“Il calcio è anche questo, puoi dominare tutta la partita, poi con un tiro con una deviazione la palla va dentro. Non è stata come le altre sconfitta”.

Sul ruolo da esterno di centrocampo:
“In queste settimane mi sono allenato e applicato molto su questo ruolo. C’è tempo, ho gamba, riesco a fare su e giù, è quello che serve a questo ruolo”.

Sul derby:
“Ci si gioca tre punti, ci si gioca il derby, siamo ancora ad ottobre, il derby ha un aspetto emozionale diverso per noi e la città”.

Sulle tante maglie cambiate:
“La valigia in mano è servita per adattarmi più velocemente nelle squadra, adesso sono al Milan e quindi vuol dire che è stato positivo”.

MONTELLA A SKY 

Partiamo dalla sconfitta in se o dalla prestazione?
“Sono ragionevolmente soddisfatto della prestazione. In campo abbiamo dimostrato che sta diventando uno scontro diretto perché abbiamo giocato quasi alla pari. E’ stata la nostra miglior prestazione ed è stato bravo e un pizzico fortunato Dzeko a sbloccarla. Io sono soddisfatto e sono contento di come la squadra abbia giocato contro una grande squadra. Dispiace per il nostro pubblico. Il calcio è questo e va accettato”.

La prossima partita sarà il derby, potrà essere pericoloso? La società ha ribadito la fiducia in lei. Ce ne era bisogno?
“La squadra ha dimostrato che ha avuto idee e armonia di gioco. Ho visto lo spirito da Milan, volevamo vincere ma non ci siamo riusciti. La fiducia della società la sento ogni giorno, conosco i rischi del mestiere. Qualcuno avrà scritto di queste esagerazioni ma io le affronto con grande serenità”.

Il Milan di Genova e questo di questa sera sono due squadre diverse. Quale è il motivo di questa differenza?
“L’orgoglio e la carica di responsabilità. C’è un gruppo determinato a crescere e una squadra ferita ha ripreso con rabbia un risultato che stava perdendo sul campo”.

Non mi aspettavo che tutti i nuovi acquisti potessero fare così bene…
“Ne sono convinto. Rispetto allo scorso anno ci siamo avvicinati notevolmente e lo abbiamo fatto anche con la Roma. I nostri sono giocatori destinati a crescere quindi sono fiducioso”.

Guardando alla classifica e sapendo gli obiettivi di questo progetto. Non si spaventa un po’?
“Ripeto, so i rischi del mestiere ma vedo una squadra coesa e oggi è stata una delle nostre miglior prestazioni. Anche la Juventus due anni fa partì male ma poi si riprese in corsa. Sono convinto che potremmo raggiungere i nostri obiettivi”.

CALHANOGLU A MILAN TV

“Abbiamo giocato una grande partita, trovando occasioni e rimanendo offensivi. Non ricordo una chance della Roma fino al 70′, nel secondo tempo abbiamo cercato di ripetere la prestazione della prima metà e avevamo la gara in mano. Il gol di Dzeko ci ha spiazzati, poi diventa quasi impossibile fargli gol. La seconda rete di Florenzi ha chiuso i conti ma loro sono stati fortunati”.

Il gol mancato:
“Tutti hanno visto che abbiamo fatto tutto giusto per segnare, loro sono stati bravi a murarci. Ora dobbiamo lavorare duro e mi dispiace per il cartellino rosso. C’è stata una mancata comunicazione con Alessio Romagnoli e mi ero dimenticato del mio giallo. Lo ripeto, chiedo scusa a tutti e mi dispiace saltare il derby”.

MONTELLA A PREMIUM SPORT

Sconfitta difficile:
“Ero molto più preoccupato dopo la partita con la Samp, non mi davo una spiegazione. Questa è l’emblema del calcio, credo che oggi i ragazzi debbano essere soddisfatti per la continuità di gioco. Credo che il Milan oggi abbia giocato alla pari. In 10 non ci siamo disuniti, credo che la squadra sia questa. Non era facile giocare per un risultato solo, sono soddisfatto per lo spirito e la qualità di gioco”. 

Risposte positive da Borini:
“Faccio fatica a trovare chi non abbia giocato a livello del Milan. La Roma è una grande squadra con dieci undicesimi dell’anno scorso. Ha l’obiettivo dello scudetto. Abbiamo giocato alla pari. Noi dobbiamo arrivare a far diventare questa partita uno scontro diretto anche per la classifica, non solo per il gioco”. 

Di quanto tempo ha bisogno?
“Abbiamo giocato con continuità. Lo spirito è questo, la via è questa e la qualità può ancora crescere. Vedo la strada non più in salita come prima ma un po’ più in discesa”.

Era necessario fare così tanti acquisti?
“E’ stata fatta una scelta chiara, si voleva creare una squadra altamente competitiva. Questi calciatori possono crescere ulteriormente ed essere un patrimonio per il futuro del Milan”. 

Sul gol di Dzeko difensori troppo distanti?
“A posteriori sì. In fase di possesso la squadra ha dato ampiezza. Si gioca insieme da poco tempo. Sono soddisfatto. Quando Dzeko ti inventa un gol così con un pizzico di fortuna, è il calcio. Quando ha un guizzo il calciatore va accettato”. 

Preoccupato per la corsa Champions?
“Non sono preoccupato, se c’è questa continuità di gioco penso che il Milan possa recuperare presto. Le grandi squadre sanno recuperare”.

INTERVALLO

BORINI A PREMIUM SPORT

Grande lavoro in fase difensiva:
“Sto cercando di imparare il più veloce possibile, mi metto a disposizione. Siamo più cattivi, non rischiamo niente. Questo è il modo di giocare giusto”. 

PRE PARTITA

MUSACCHIO A SKY

Sulla gara:
“Sappiamo che sarà una grande partita, una partita molto importante, crediamo nel nostro lavoro, in quello che facciamo in settimana. Non vediamo l’ora di scendere in campo”.

Sull’avversario:
“La Roma è una grande squadra, con giocatori di altissima qualità, ma anche la nostra è una grande squadra. Abbiamo fiducia in noi stessi, dobbiamo pensare a fare il nostro lavoro”.

Sull’occasione:
“Sappiamo che è una grande opportunità per dare una svolta, vogliamo ottenere un risultato positivo da questa partita”.

MIRABELLI A PREMIUM SPORT

Oggi il 3-5-2 sembra definitivo…
“Sono valutazioni che fa il mister. Sa che ha un organico ampio importante. Ora si sta giocando col 3-5-2, ma magari potrà fare altri tipi di moduli. E’ un compito ed un lavoro solo suo”.

Quanto tempo ha Montella?
“Noi quanto tempo abbiamo. Sappiamo che ci vuole tempo per amalgamare una squadra, ma sappiamo che non ne abbiamo tanto. Ci sono gare di coppa che vogliamo giocare per vincere, che vogliamo entrare nell’Europa che conta. Abbiamo bisogno di tempo e speriamo di accorciarlo. Non è facile amalgamare una squadra nuova, siamo consapevoli della nostra forza”.

Un’altra prestazione come quella contro la Sampdoria o contro la Lazio porterebbe a prendere decisioni?
“Non diamo nessun tipo di tempo a Montella. Dobbiamo fare delle prestazioni da Milan, non come quelle ultime fatte. Al di là del risultato vogliamo confermarci in Italia e farci apprezzare in Europa. La Roma è una grandissima squadra, sono contento, hanno un grandissimo allenatore. Per noi è una prova importante e speriamo che i ragazzi si faranno valere”.

La società è intervenuta sull’atteggiamento della squadra?
“Non si possono fare quel tipo di prestazioni, come con la Lazio o la Sampdoria, è assurdo. Si può perdere, ma non in quel modo indossando la maglia del Milan. Abbiamo fatto delle riflessioni, stiamo lavorando, è difficile trovare la causa, ma tutti insieme dobbiamo lavorare uniti per non farle accadere di nuovo. Oggi abbiamo la possibilità di incontrare una squadra importante, vediamo lo stato mentale dei giocatori che devono affrontare una squadra di livello tecnico importante. Se vinciamo non dobbiamo esaltarci, né deprimerci se perdiamo. Stiamo lavorando affinché la squadra diventi davvero squadra”.

Massimo Neri prossimo preparatore?
“Non riguarda noi, ma la sfera decisionale dell’allenatore. E’ una scelta solo sua, ce lo dovrà solo comunicare. Non entreremo in nessun modo nella discussione, non lo saprò nemmeno io, solo Vincenzo Montella”.

MUSACCHIO A MILAN TV

“Bella emozione segnare, sono stato fortunato di segnare il mio primo gol con il Milan ma la cosa più importante è stata la vittoria. Oggi è una gara contro una grandissima squadra, noi vogliamo e dobbiamo vincere. Abbiamo tanta voglia di giocare. Dzeko? Non è solo lui davanti, dovremo essere bravi tutti a contenere la loro manovra”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. se i vostri 200 mln li davate a Monchi o anche a Sabatini la Roma era a livello di Chelsea Manchester e Bayern…..non real o barca ma quasi . voi perdete 2 a 0 in casa con una roma senza perotti defrel schick emerson karsdorp strootman (per 70 minuti) e dite che avete fatto la miglior partita dell anno….contenti voi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here