MILAN-ROMA, L’AVVERSARIA – Trentacinquesima giornata di Serie A. Dopo la bruciante sconfitta nel derby, la Roma, a caccia del riscatto, va in scena a San Siro. Di fronte, un Milan in piena crisi di risultati. Nelle ultime 5 gare, malgrado un calendario tutto fuorché complicato, i rossoneri hanno collezionato solo 6 punti, frutto di una vittoria, 3 pareggi e una sconfitta. Tuttavia, nonostante il magro bottino raccolto, la corsa all’Europa non è stata compromessa: i ragazzi di Montella, infatti, sono ancora in sesta posizione. E’ giunto il momento, però, per il Milan, di essere artefice del proprio destino. Perciò, contro i giallorossi, diventa necessario, se non essenziale, un cambio di rotta.

L’ANEDDOTO – La sfida tra Milan e Roma non si gioca solo sul campo. Le due squadre, infatti, si stanno dando battaglia anche sul mercato. L’oggetto di contesa ha un nome e un cognome: Franck Kessié. Negli ultimi giorni, offerte e controfferte si stanno susseguendo in continuazione per soddisfare sia le richieste dell’Atalanta, sia quelle dell’agente dell’ivoriano, segno che i due club vogliono spuntarla a tutti i costi. Al momento il Milan è in pole, forte dell’accordo raggiunto con il giocatore, ma la Roma non molla e prepara la contromossa. Insomma, una partita destinata a durare molto più di 90 minuti…

IL MISTER – Vincenzo Montella è al timone del Milan dalla scorsa estate. Proveniente dalla Sampdoria, con cui ha rescisso il contratto consensualmente, nella prima parte di stagione riesce a realizzare un mix perfetto di esperienza e gioventù che permette ai rossoneri di lottare per un posto in Champions League. Con l’anno nuovo, però, complice qualche infortunio di troppo, inizia la parabola discendente del Milan e gli obiettivi vengono ridimensionati. A quattro giornate dal termine, la squadra deve difendere da Inter e Fiorentina la sesta posizione, ultimo slot disponibile per l’Europa League. Fedele da sempre al 4-3-3, domenica sera, Montella è pronto a riproporre lo stesso modulo contro la Roma. Il tecnico di Pomigliano d’Arco ritrova Sosa e De Sciglio, rientrati dalla squalifica, mentre perde Kucka, espulso a Crotone. Out dai convocati Romagnoli, ancora impegnato a smaltire il problema al ginocchio, e Antonelli, fermato da un fastidio muscolare.

Probabile formazione (4-3-3): 99 Donnarumma; 2 De Sciglio, 29 Paletta, 17 Zapata, 21 Vangioni ; 80 Pasalic, 23 Sosa, 14 M. Fernandez; 8 Suso, 9 Lapadula, 7 Deulofeu
A disp.: 30 Storari, 35 Plizzari, 46 Gabbia , 15 Gomez, 96 Calabria, 91 Bertolacci, 18 Montolivo, 73 Locatelli, 16 Poli, 10 Honda, 11 Ocampos, 70 Bacca, 63 Cutrone
All.: Montella

Ballottaggi: Vangioni-Calabria, Sosa-Locatelli, Lapadula-Bacca
In dubbio: 13 Romagnoli (problema al ginocchio)
Indisponibili: 20 Abate (problema all’occhio), 5 Bonaventura (lesione tendine lungo adduttore), 31 Antonelli (problemi muscolari)

Diffidati: 11 Ocampos, 14 M. Fernandez
Squalificati: 33 Kucka

D.M.