Antinelli: “Con Schick e Karsdorp Roma da rivalutare”

49

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Andrea Pugliese a Tele Radio Stereo“Florenzi poteva essere convocato da Ventura per tornare a respirare l’aria dell’azzurro, una decisione che mi ha lasciato perplesso. Meglio per la Roma e per lui che deve pensare solo ai giallorossi. Dove lo vedremo di più? Secondo me rende di più dal centrocampo in su, ma con questo 4-3-3 partendo da dietro può fare bene perché i centrocampisti stringono molto e lasciano spazio alle ali, lui ha corsa e resistenza e così può essere un giocatore perfetto. Un jolly come lui non ce l’ha nessuno in Italia. E’ cresciuto anche difensivamente”.

Alessandro Antinelli a Centro Suono Sport: “Quando potranno essere inseriti sul campo Karsdorp e Schick andranno rivalutate le possibilità della Roma in chiave scudetto”.

Jonathan Calò a Centro Suono Sport: “Questo potrebbe essere l’ultimo anno disponibile per la Roma per inserirsi veramente nella lotta al titolo visto che già dal prossimo anno l’Inter in primis, oltre le già consolidate Juventus e Napoli, daranno realmente del filo da torcere”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: “Sanabria potrà essere riscattato per altri due anni per una cifra già prestabilita, per ora salva l’Argentina che resta in vita grazie al suo gol. Schick e Karsdorp hanno buone possibilità di essere convocati col Napoli, difficile che giochino: l’olandese ha giocato l’ultima partita cinque mesi fa, il problema al ginocchio era passato un mese e mezzo fa e poi c’è stato l’infortunio muscolare; Schick diventerà presto un protagonista di questa Roma. Pellegrini e Strootman penso possano farcela, quest’ultimo preoccupa un po’ di più anche se non si tratta di un infortunio grave, ma il fatto che non sia partito con la Nazionale la dice lunga. Da valutare El Shaarawy, oggi farà dei controlli”.

Franco Melli a Radio Radio: “Io penso sempre, come un chiodo fisso, a Schick, di cui nessuno parla più. Tra un po’ finisce il girone d’andata. La Roma va bene anche senza di lui? E allora perché ha speso 42 milioni?”.

Xavier Jacobelli a Radio Radio: “Di Francesco ha dimostrato anche nelle situazioni di difficoltà di saper gestire qualsiasi tipo di emergenza”.

Fernando Orsi a Radio Radio: “Pellegrini meglio di Strootman? Il primo ha fatto una partita in serie A con la Roma, Strootman sono 6 anni che gioca. L’ennesimo infortunio muscolare ad un giocatore della Roma è la conseguenza della partecipazione alle tournée estive che non prevede una preparazione fisica come quella del Napoli. Se vai là per prendere i soldi senza un’adeguata preparazione è ovvio che poi ci sono più infortuni”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Stop El Shaarawy? La Roma ha una rosa ampia, ci sono ricambi in caso di forfait dell’ex Milan. Ad oggi penso che la Roma possa vincere contro il Napoli”.

Guido D’Ubaldo a Radio Radio: “Contro il Napoli vedremo una Roma molto simile a quella che ha vinto contro il Milan. Sarà importante capire le condizioni di Strootman e Pellegrini: il secondo potrà sicuramente essere utilizzato contro gli azzurri. Florenzi potrebbe rimanere in attacco, ma non è escluso che possa prendere il posto di Bruno Peres in difesa”. 

Roberto Renga a Radio Radio: “I romanisti si fanno male in questo periodo, ultimo El Shaarawy. La Roma quest’anno non è mai in difficoltà perché i giocatori sono tantissimi. Contro il Napoli comunque rientrerà Perotti e ci sarà anche Florenzi. In questo momento, ma non ne sono sicuro, il Napoli potrebbe vincere all’Olimpico”.

Furio Focolari a Radio Radio: “El Shaarawy contro il Napoli può anche andare in panchina, la Roma ha anche Perotti e sostituti validi. Mancano comunque dieci giorni prima della partita, l’attaccante può recuperare”.

Giulia Spiniello a Romanews Web Radio: “Importantissimo che non sia nulla di grave per El Shaarawy. E’ sulla via del recupero Perotti, ma per la Roma El Shaarawy ora è fondamentale. E’ una situazione difficile, in attacco sono tutti convalescenti, a parte Dzeko, che speriamo non si faccia nulla in Nazionale. Quando si fanno male così tanti elementi in un solo ruolo rientra anche la fortuna. Però ci sono anche altri fattori e dobbiamo considerare che ci sono tanti infortuni anche nelle altre squadre. Le multe in curva? Bisogna fare due discorsi separati tra ciò che succede in Italia ed in Europa. Le multe in curva? Allora, l’impressione è che in Italia la Roma sia diventata una sorta di laboratorio, perché ci possono stare le regole che sono imposte, ma devono valere per tutti. Poi però bisogna fare un discorso di più ampio respiro e cioè di equipararsi al calcio europeo. In Premier League ad esempio, c’è tutto un altro modello comportamentale. Ed anche lì c’erano le curve e gli ultras, ma i comportamenti sono stati moderati con gli anni. Ci vogliamo ispirare all’estero? Bene, ma che Roma non sia un laboratorio e che le regole valgano per tutta l’Italia. In questa fase, il modello da imitare qui è quello del Borussia Dortmund, con un settore ‘in piedi’, così verrebbero tutelati gli interessi di tutti, sia di chi paga il biglietto e vuole vedere la partita in pace e chi invece è abituato a vedere la partita in maniera più vivace”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

49 Commenti

  1. Buongiorno a tutti , ho visto che nei giorni scorsi si sono create 2 fazioni , pro e contro Totti . @Anto , sinceramente non capisco che bisogno avevi di tirare fuori questa polemica su Totti , senza offesa mi è sembrata del tutto gratuita . Non voglio prendere le parti di nessuno ma mi limiterò soltanto a dire la mia . Non capisco perchè quando ci si confronta si debba offendere chi ha un opinione differente dall’altro . E’ vero che @Totti il re, delle volte esagera ma è anche vero che i soliti commenti stucchevoli su Totti , dei vari Anto , Lupo e Fabiano ormai hanno stufato , Totti ha fatto da capro espiatorio per 25 anni . Altra cosa che mi da fastidio e dire sempre che la colpa è dell’ambiente , che se non si vince mai, la colpa è sempre di Totti. Anche Maradona non ha vinto niente in carriera ma è stato il n1 , per vincere ci vogliono le squadre forti , una società ancora più forte ,dei dirigenti competenti , un gruppo unito , e tanti soldi . Purtroppo la Roma poche volte ha avuto tutti questi parametri per vincere , anche Messi e Cr7 senza Barca e Real non avrebbero vinto , infatti con le proprie Nazionali a parte un Europeo del Portogallo non ricordo grandi successi (e parliamo dell’Argentina !!!!!no della Bolivia) . Totti è la Roma , @Anto , mi sembra che tu viaggi molto in Europa , e sai benissimo che il nome di Totti è legato a quello della Roma e viceversa , Totti non è un simbolo , non è un capitano , non è un leader , Totti è la Roma , io non ho dubbi che tu sia tifoso della Roma quindi non capisco come fai a parlare così del più grande giocatore della nostra storia .
    Ultima cosa, ti rispondo sulla storia dello stipendio, io mi farei una domanda.Come mai ogni anno siamo in rosso di bilancio di circa 40 milioni e che se non entriamo in CL la situazione peggiorerebbe ulteriormente ?La colpa di tutto questo non si può dare come al solito ai 600k€ dati a Totti , ma scherzi ? E poi solo con le maglie vendute ed i diritti d’immagine se lo ripaga ampiamente e rimane qualcosa anche per lo zio d’America!!!infine la storia del figlio tirata fuori da una certa @Nikita è vergognosa !!!!certe cose ormai non escono neanche più dagli acerrimi nemici , i Laziesi , anzi la curva nord (merda) ha dedicato uno striscione di saluto al nostro immenso Capitano . Un caro saluto a tutti e tutti io per primo impariamo a rispettarci di più .

    • Caro Emiliano,siamo alle solite,tutto questo pandemonio è successo perche’ ancora non si riesce a distinguere tra le crtiche,giuste o sbagliate che siano,con le offese personali,e putroppo di imbecilli non c’è solo totti il re.Qui qualcuno si sente offeso sul piano personale se si parla male del Totti persona,non dico uomo perche’ è un titolo che si da a pochi,che non c’entra niente con quell’immenso calciatore che è stato.Secondo questo ragionamento tu ogni volta che hai criticato Spalletti io avrei dovuto sentirmi offeso perche’ sono uno Spallettiano,ma neanche per niente,se siamo in grado confrontiamoci sul merito e non facciamo come qualcuno che offende e poi ha pretesa di fare lo snob,o l’intellettuale di maniera.Qui c’è gente che scappa fuori solo quando si parla di Totti,come le lumache quando piove,e questo la dice lunga sull’attacamento alla squadra ed a Totti,io tifo la Roma,la maglia ed il calciatore,per l’uomo ho altre preferenze,come DDR,DiBA,Tommasi,è leggittimo?Poi ci sono quelli che hanno anche il coraggio di fare anche le vittime,lamentando che non si puo’ scrivere di Totti,ma se ti vai a guardare i commenti degli ultimi giorni ti accorgerai quanti sono i Tottiani e quelli non,quindi almeno il vittimismo risparmiatevelo,vero personaggetto?un caro saluto

    • Carissimo Emiliano, mi fa molto piacere che tu chiuda il tuo commento auspicando il rispetto
      tra forumisti..
      Cosa che però hai dimenticato di fare nei miei confronti citando il mio nome a “proposito di una storia vergognosa” che avrei inventato sul figlio di Totti.. Ti invito a rileggere attentamente tutti i post dell’articolo e scoprirai che nessuno ha scritto cose “sconvenienti” su un bambino (immagino che la red li avrebbe oltretutto censurati)..io ho scritto che il ragazzino è bravo e che non ha mai fatto il provino a Trigoria, con tanto di occhiolino finale..
      Non scherziamo, eh!!

  2. @Emiliano Noi siamo una squadra che storicamente non ha vinto tanto si è ritrovata in Totti un campione di una classe mostruosa: in una partita di Coppa ho sentito tifosi fischiare i propri giocatori perché volevano che buttassero fuori la palla per permettere a Totti di entrare in campo. Tutto questo è fuori da ogni logica perchè si privilegia il singolo alla squadra. Tifare solo quando entrava Totti è pura idolatria. Per evitare confusione, bisogna distinguere tra il Totti calciatore, il Totti persona e il nome di Totti. l Totti calciatore non si discute, è uno dei giocatori tecnicamente più forti della storia del calcio italiano, e non solo. Poi c’è il Totti persona, che a differenza di personaggi come Paolo Maldini non è riuscito ad essere mai davvero un leader,, è un ragazzo simpatico ma la sua leadership è sempre stata solo tecnica. Infine c’è il nome di Totti, il “marchio TOTTi” che supera nel concetto dei tifosi “il marchio ROMA ” .Si è arrivati a fare il tifo contro perchè lui non giocava,e questo è moralmente inaccettabile e non è da tifoso vero. Un capitano che si rispetti unisce e non divide. Io amo la maglia e la squadra ,non posso e non mi sento di privilegaire il singolo a discapito del bene comune. Senza rancore,un caro saluto.

  3. @emiliano vorrei ricordarti il caso Jiuve -Del Piero . La forza di una società si misura in questo : arrivato ad una certa età, nonostante fosse una bandiera, gli hanno imposto l’addio. Molti tifosi e Del Piero stesso, hanno storto il naso, ma poi hanno digerito rapidamente la questione. Qui a Roma ne stiamo ancora a discutere. Ecco perchè non riusciamo mai a vincerre,siamo lontani anni luce dalla loro organizzazione e mentalità. Non sempre si puo ragionare solo col cuore ma occorre anche il cervello.

  4. Ciao Emiliano, ti rispondo. La storia dei 600.000 € era una chiara provocazione, il punto che volevo sottolineare era un’altro. Il giocatore ha voluto fortemente, pur in presenza di altre offerte da parte di alte autorità calcistiche internazionali, rimanere nella Roma. La domanda che mi faccio è, perchè? Ceferin e Infantino gli offrivano posti di prestigio, lui rimane (come al solito) a trigoria, ma sono passati 3 mesi e ancora non si sa cosa fa. Perchè non ditemi che fare l’accompagnatore della squadra sia un lavoro da dirigente. Allora dopo 3 mesi di cui 2 passati in vacanza cosa fa? quale sarebbe il suo valore aggiunto per la squadra? una domanda ma altri ex prestigiosi giocatori ( facciamo qualche esempio Maldini, Del Piero, Baggio, Bergomi), sono a carico della lor ex società a fare l’accompagnatore?.
    La realtà, che non si vuole vedere, caro Emiliano è che quello che è stato indubbiamente il più grande giocatore della nostra storia ha molto ricevuto dalla Roma, ma poco dato. Perche’ dal più grande giocatore io pretendo che porti la squadra a vincere e “non mi accontento” dei suoi record personali, perchè quelli non fanno vincere la Roma, anzi quei record sono delle aggravanti perchè ci vengono snocciolati in continuazione ma a cosa ci hanno portato in 25 anni di carriera? abbiamo sostituito le vittorie personali di un giocatore scambiandoli per le vittoria di squadra, che invece non sono mai arrivate. quanto poi ai comportamenti di cosa dobbiamo andar fieri? Di magliette con sfottò? di sputi e calci agli avversari? di selfie sotto la curva? Dimmi un solo di questi comportamenti tenuto da uno dei giocatori che ti ho citato prima. Invece dove era il capitano quando la squadra attraversava un momento difficile? Chi doveva parlare andare di fronte alla tv e assumersi a nome della squadra le responsabilità? chi se non lui? e lui dove era in questi momenti? Sempre assente, molto attento ad non essere sotto i riflettori quando le cose andavano male, sempre presente nei momenti di gloria. Questo non è un comportamento da capitano. Come non lo è dare interviste di nascosto per offendere il proprio allenatore. Il Grande Ago Di Bartolomei era un capitano vero, che quando la Roma aveva un momento difficile andava in tv lui da solo, poi nel chiuso degli spogliatoi attaccava al muro i compagni e li rimetteva in riga. Sentiamo i racconti degli ex compagni di Totti ” Un ragazzo simpatico, fa sempre gli scherzi, il venerdì offre sempre la pizza con la mortadella”…Domanda, un capitano deve riprendere duramente i compagni che sbagliano o offrire pizza e mortazza?
    Potrei continuare ma sarebbe inutile, perchè purtroppo caro Emiliano, molti tifosi non vogliono vedere, a loro sta bene così, si sentono rappresentati (da non so cosa) e si sono “accontentati”, il ragazzo campione nei piedi non hai mai avuto ambizioni, è rimasto nel calduccio di trigoria, perchè non ha avuto il coraggio di andare fuori a confrontarsi in un ambiente che non lo coccolava, e la sua mancanza di ambizione il suo accontentarsi è stato assorbito dal tifoso, che si è accontentato delle sue giocate ma poi ha visto gioire altre squadre che vincevano.
    Io non mi accontento, io voglio gioire quando la squadra vince un trofeo, pure quando si vinceva la Coppa anglo-Italiana nel lontano giugno del 1972 quando avevo 13 anni ed ero a festeggiare in Curva Sud e dove i giocatori erano Ginulfi, Bet, Scaratti, Del Sol….giocatori mediocri o poco più che solo un mese prima si erano salvati a stento dalla B ma poi hanno vinto un trofeo per la Roma, non per loro stessi, perchè noi dovremmo tifare il colore giallorosso tifare il nome Roma, non quello scritto dietro la maglia , qualsiasi nome sia.
    Un saluto

  5. Nonostante tutti i buoni propositi per chiudere questa discussione, voi continuate come un mantra a ripetere sempre le stesse cose.
    A questo punto due sono le cose:
    -la vostra è una malattia seria.
    -lo fate apposta per provocare.

    • @Romolo concordo , io c’ho provato a smorzare i toni ed avere un confronto cordiale sull’argomento Totti ma vedo con molto dispiacere , che entrambi , Lupo ed Anto, non fate nessun passo indietro anzì avete anche rincarato la dose . Pensatela come credete è un vostro problema , mi sembra molto chiaro che molti , tantissimi come me, amano con la stessa passione ed in ugual misura sia la Maglia che Totti , perche sono una sola cosa mentre voi odiate , ed ancora non ho capito il perche ma neanche mi interessa, il giocatore più importante della nostra storia ! Trovo, infine, molta incoerenza con quello che dite , osannate l’operato di Pallotta , che non ha vinto niente , quello dello special two Toscano dei records di punti (non merita neanche di essere menzionato ) che ha vinto un paio di C.I. mentre Totti ha vinto 1 solo scudetto e qualche coppetta insieme ad una squadra di campioni che poteva vincere molto di più . Lo stadio ha fischiato Spalletti quel 28/5 , no perchè i tifosi sono dei beceri imbecilli che idolatrano il proprio capitano a scapito della Roma , perche è evidente (forse solo a voi non lo è) che il comportamento del Fenomeno è stato scorretto e vile , aveva deciso 6 mesi prima di andarsene ma intanto continuava a gettare benzina sul fuoco e per di più era anche recidivo, vedasi Chelsea . Ultima parte , Del piero come anche altri grandi campioni , sono stati allontanati perchè dietro avevano società e dirigenti molto più capaci e forti dei nostri , tutta la gestione Totti è stata gestita malissimo dai nostri dirigenti / presidente , anche io volevo una presa di posizione netta al problema come fanno tutte le società serie ma se non è stato fatto è perchè forse non lo siamo ma è più semplice dare la colpa a Totti . Comunque chiudiamola qui , ognuno giustamente rimarrà delle proprie idee, speriamo che almeno siamo d’accordo sul forza Roma !! Un caro saluto

      • Secondo me è stato uno dei più grandi talenti della storia del calcio italiano e abbiamo avuto la fortuna di averlo con noi. Le interviste con il piduista Costanzo contro Spalletti praticamente contro la squadra doveva risparmiarsele (non è normale andare contro la propria squadra). Doveva capire quando ritirarsi senza tutte quelle scene o almeno mantenere un comportamento rispettoso nei confronti della squadra e della società.

      • Io sono uno di quelli che non capisco. Spalletti da professionista era libero , come Salah ad esempio, di prendere accordi e andare dove voleva. Ha comunque svolto professionalmente il suo lavoro e portato la Roma più in alto di quanto hanno fatto gli altri allenatori. Nella gestione Totti, qui mi renderò impopolare, ha messo davanti gli interessi della società e della squadra a quelli romantici della tifoseria. E secondo me ha fatto bene.
        Qui tutti a dire “bravissimo allenatore ma litiga con i giornalisti”. Mourinho o Mazzone per questi comportamenti venivano idolatrati. Io non sono vedova di nessuno, ma sicuramente ricorderò sempre Spalletti con affetto e stima. E mi sembra normalissimo.
        Su Totti , che considero il più grande giocatore che la Roma abbia mai avuto, e sicuramente il Capitano per sempre, direi che è arrivato il momento di asciugarsi le lacrime e guardare avanti. Quello che fa o farà, oggi non è più così importante e determinante come poteva esserlo una volta e mai più lo sarà. Amen.
        Oggi c’è DiFra c’è DDR c’è Dzeko. Oggi a me quello che fa Totti mi interessa quanto quello che fa la moglie . Cioè ZERO. Anche questo mi sembra normalissimo.
        La continua provocazione o ricerca della polemica è tipica dei giornalisti che devono creare la materia di cui scrivere, visto che non si a parla di economia guerre o fame nel mondo, ma di un GIUOCO che si fa con la palla. Ma da parte dei tifosi questo prendere tutto così sul serio e con tale astio mi provoca un’inevitabile sensazione di caduta nel ridicolo.

      • Scusa Emiliano,ma perche’ lo prendete come un fatto personale,se volevi smorzare le polemiche non dovevi fare il commento che hai fatto,naturalmente ne hai tutto il diritto ma poi non puoi pretendere che non ti si risponda ed anche in maniera civile mi sembra.
        P.S.a scanso di equivoci,personaggetto non era diretto a te ma ad un professorone

      • Va bene Emiliano, chiudiamola qui, ma come dice Fabiano per voi Totti è un dogma, mi hai chiesto delle spiegazioni, io ti ho risposto, (ma noto che non hai saputo contestare i fatti che ti ho esposto) in ogni caso abbiamo avuto un confronto civile come sempre dovrebbe essere, ma rileggiti cosa ho scritto io cosa ha scritto Fabiano e anche Lupo, nessuno di noi ha usato parole di odio, abbiamo civilmente stigmatizzato comportamenti, che hanno determinato l’esaltazione di un singolo a scapito dei risultati della squadra del cuore. Se parliamo di sport individuali allora è un conto ma il calcio è gioco di squadra e il tifoso dovrebbe tifare la squadra, ma quando una persona diventa appunto un dogma e oscura il sentimento per la squadra, purtroppo non c’è nulla da fare, le critiche le scambiamo per parole di odio, anche se non è mai stato così, chi è divisivo dovrebbe avere il coraggio e anche l’intelligenza di mettersi da parte se vuole bene alla squadra, se invece non lo fa allora fa prevalere il suo egoismo personale, è questa è la cosa più triste di tutta questa vicenda.In ogni caso per me sulla questione cala il sipario, buona giornata a te. Un saluto.

        • ma per voi chi ? Fabiano , Anto io non voglio rappresentare nessuno ne voglio convincervi di qualcosa, oppure rappresentare i tifosi pro Totti .Sono padrone e rispondo solo delle mie azioni e delle mie idee , di quello che fanno e dicono gli altri non mi importa nulla . Io non faccio nessuna crociata per nessuno ,ripeto per l’ultima volta perche penso che il mio messaggio non SIA chiaro , io amo la Roma di conseguenza amo Totti in UGUAL MISURA , anzi i limiti evidenti del Totti uomo , tanto per citare una frase di Lupo, me lo rendono ancora più stimabile ed umano . Tutto il resto sono chiacchiere da bar . Non ho mai tifato contro , nonostante lo special two non lo sopportavo , Pallotta non mi faccia impazzire ne, ormai parecchi anni fa, quando il presidente era Rosella Sensi . Io sono e sarò sempre tifoso della Roma e difenderò sempre chi con onore difenderà la Maglia , essere capitano o leader non significa per forza alzare la voce nello spogliatoio , fare delle interviste ad effetto oppure farsi per forza gonfiare la vena ad ogni gol della magggica , però penso che per non cadere tutti nel ridicolo come ci ricorda Fabrizio , considero le vostre delle provocazioni su questo argomento a cui non risponderò più . In amicizia , forza Roma .

      • Cari ragazzi…… a me sembra che qui nessuno smorza i toni……nessuno fa un passo verso gli altri…… perché ognuno ha il suo pensiero….. io ve dico una cosa…… a me nun me frega niente de Totti o non Totti perché ormai non c’è più….. mi piaceva per i goal non mi piaceva per le interviste….. mi piaceva per gli assist non mi piaceva perché non ha mai difeso nessuno…… allenatore e presidente o compagno…… mi piaceva come esultava…. non mi piaceva perché ha sempre esultato solo per se stesso…… a parte tutte ste cose condivisibili o meno…. qui non si parla che siamo tutti della Roma…… e non si parla di tifare tutti i giocatori della Roma fino all ultimo…. di tifare gli allenatori fino all ultimo….. qui invece se parla sempre de tutto tranne che di sostenere la Roma….. a me de pallotta e dei soldi di pallotta nun me ne po frega de meno…… ma è il presidente della Roma….. quindi lo tifo…… me volete parla’ de stile???? Ma io uno come agnelli non lo vorrei mai….. Ferrero??? Ma che è????? De laurentiis??? Per carità…… i cinesi..??? Ma ndo stanno????? Per cui???? De che stamo a parla’???? Si parla senza pensare a quello che potrebbe essere…… è come er discorso della moglie…… a prescindere da chi sia…..nostra moglie ce rompe comunque li coioni……. potrebbe essere chiunque!!!! Già è una rompi balle solo perché è nostra moglie….!!! Me paremo tutte socere isteriche……. discorsi condivisibili o meno….. ma forza Roma porco zio!!!!!

        • Caro Balbo, lo sai perchè si parla di questi argomenti?
          perchè non c’è condivisone, ma divisione, e come ho detto, l’elemento che divide deve fare un passo indietro se veramente ama la Roma, come a parole (ma non ne fatti) dice. Se invece che fare il passo indietro, fa finta di nulla, non si rende conto che i tifosi sono spaccati, allora abbiamo solo buttati 25 anni di Roma, e sinceramente non voglio vedere altre anni buttati nelle divisione per l’egoismo di un singolo. Abbiamo un fulgido passato di vittorie? No! allora pe un futuro con qualche vittoria il passato deve essete buttato per sempre alle nostre spalle, senza presenze divisorie.
          questa è la mia opinione.
          buona serata

    • La malattia seria è la vostra,da cui non riuscirete mai a guarire e in quanto a provocazione mi sembra che non avete da imparare niente da nessuno,anzi,se vuoi davvero mettere pace non alimenti le discussioni con certi commenti e con commenti condivisi,almeno non essere falso buonista

      • Fabiano spero che questa sia l’ultima volta che parliamo di Totti, con te preferirei parlare della ROMA, presente e futuro.
        Però consentimi un ultimo commento al tuo.
        Questa discussione è stata iniziata da Anto58, nello stesso commento parla anche del figlio di Totti😱😱😱, più che buonista diciamo che non mi piacciono le mistificazioni..
        A me personalmente rimangono scolpiti nella memoria i 60.000 che piangevano con lui dentro lo stadio, milioni di persone facevano la stessa cosa a casa davanti al televisore.
        Come vedi forse qualcuno gli vuole bene.

        • @Romolo,apprezzo il tuo sforzo e quindi non ti rispondero’ neanche nel merito,per quello che puo’ valere tra quelli commossi c’ero anche io,quindi per me la possiamo chudere qua,perche qualsia cosa possa dire non farebbe che rinfocolare la polemica e quindi non mi interessa avere l’ultima parola,come ho detto ad @ultras,siamo qui perche’ tifosi della Maggica e quindi forza Roma a te e con te

        • Romolo, vedo che mi tiri in ballo, buttare lì una frase che ho scritto non è molto corretto, io ho chiesto del perchè non si sono prese in considerazione altre soluzioni, ma pur non sapendo cosa voler fare si è abbarbicato con tutte le sue forze all’A.S. Roma. L’Italia è il paese delle raccomandazioni non della meritocrazia, Totti si è guadagnato con il merito l’essere uno dei più grandi campioni del secolo, ma sorge il dubbio (sarà legittimo o no avere il dubbio?) che sia voluto rimanere in società solo per spianare la strada all’erede. Poi i fatti mi smentiranno, ma visto come vanno le cose qui permettimi di dubitare, poi se il piccolo Christian sarà più bravo del padre sarà il primo a far ammenda.
          Permettimi una chiusura sui 60.000 che hanno pianto allo stadio e in tv. Non sono stato tra questi, perchè sarebbe stato più semplice un commosso “Grazie di tutto non vi dimenticherò mai”. Sintetico e detto con il cuore, invece che farsi scrivere un discorso da Maurizio Costanzo e spacciarlo per proprio.

          • Io ribadisco c’ho che ho scritto ieri..Totti sicuramente non è la Roma e sicuramente la Roma viene prima,ma Totti è comunque una parte di Roma importantissima per chi è cresciuto con lui..attaccando Totti ed il suo ruolo dirigenziale(fra l’altro in maniera gratuita,non capisco il dover sapere per forza il ruolo che Totti ha nella dirigenza,Totti fa’ parlare di se anche senza dire o fare nulla ed alla Roma questo fa’ comodo a prescindere,se la Uefa l’ha scelto per il sorteggio non è un caso ed anche semplicemente sbagliando la pronuncia o sorridendo a Buffon il video ha fatto il giro del mondo,pubblicità per Totti e di riflesso per la Roma) è come attaccare una parte della Roma,fra l’altro mi chiedo Nedved nella Juve cosa fa’?Zanetti nell’Inter?Totti fa’ comodo alla società Roma anche non facendo nulla,solo con la sua presenza che fra l’altro viene sempre cercata da tutti meno che da alcuni tifosi della Roma…mah!
            FORZA ROMA

  6. Forse entrambe le cose Romolo. E se non si accorgono che offendendo Totti, la maggior parte delle volte con argomenti risibili, offendono chi Totti lo ha amato per 25 anni… Non ci posso fare nulla… Alzo le mani..

    Continuiamo a parlare della nostra Roma che sono sicuro quest’anno ci darà grandi soddisfazioni. Cosa, del resto, che quest’anno i cosiddetti “tottiani” hanno sempre fatto… Non mi sembra che nessuno di chi vuole bene a Francesco si sia messo a parlare di Totti…

    • @Ultras,mi sembra che ce ne siamo dette abbastanza e per quanto mi riguarda possiamo chiuderla qua,tanto ognuno rimarra’ con le proprie opinioni convinto di aver ragione.Come hai detto parliamo della nostra Roma,in fondo siamo qui perche’ siamo tifosi della Maggica ed allora forza Roma anche a te e con te

      • Per quanto mi riguarda, il discorso è finito e non lo riprenderò più. Quello che dovevo dire l’ho detto.

        Ognuno si tenga nel cuore e nei propri sentimenti e opinioni di ciò che pensa del Capitano e di ciò che è stato e ha rappresentato per la Roma (di positivo o negativo, in base alle proprie opinioni, per carità).

        Spero solo che la prossima volta, quando si vuole offendere Totti, si capisca che si offendono anche milioni di persone che lo amano e, quindi, inevitabili reazioni. Ma come ho detto prima, penso che nessuno cambierà la propria posizione. Spero solo che questa sia l’ultima volta.

        FORZA ROMA!

      • Fabiano rispetto il tuo pensiero..quasi sempre all’opposto del mio,tu in genere attacchi,io difendo,ognuno ha le sue idee e finché si resta nel rispetto reciproco è anche un modo per crescere,ma lasciami dire una cosa..Totti lo tirate sempre in ballo voi..siete voi che attaccandolo date visibilità a quello che fa’ e poi vi lamentate se la stampa viene a scriverci anche quante volte va’ in bagno?volete che Totti sparisca dalla Roma..non parlatene più e vedrete che piano piano perderà importanza,resterà quel grande giocatore che è stato e qui nessuno può obiettare..continuando ad attaccarlo per qualsiasi decisione prenda non fate altro che far parlare di lui e finché ci saranno trecento commenti su Totti in una pagina dove di Totti nemmeno si parla la storia non potrà mai finire,anche se uscisse dalla Roma se ne continuerebbe a parlare comunque!I primi a dar meno importanza a ciò che fa’ Totti e più importanza a quello che fa’ la Roma dovreste esser voi che non lo volete..e te lo dice uno che Totti lo ama,ma spera sempre che la Roma trovi un giocatore più forte di lui!
        FORZA ROMA!

        • @Gianluca ti rispondo perche mi hai tirato in ballo in maniera civile ed educata,avevo deciso di non parlarne piu’ e quindi non entrero’ nel merito proprio per evitare ulteriori polemiche,è cosi che avevo scritto un ora fa e sono un uomo di parola,se permetti ,posso darti un abbraccio simbolico come tifoso giallorosso?la mia risposta è questa.
          cordialmente

    • @ultras75 Qua nessuno ha offeso Totti,prova a leggere a mente sgombra cosa è stato scritto in proposito e vedrai che non troverai nessun tipo di offesa. Almenochè le critiche verso Totti per i suoi tifosi piu accesi si identificano come offese. Se la vedi cosi allora se ne potrebbe parlare in eterno senza venire a capo di nulla. Posso essere ,come sono, un romanista sfegatato senza per questo amare oltremodo Totti. Il vostro equivoco è tutto qui. :.chi critica Totti è come se l’offendesse,se si è romanista bisogna amare Totti come se si abbracciasse un a fede. Io la mia fede l’ho abbracciata ma si chiama solo AS ROMA.

  7. Ah Melli non pensare più alla Roma che rischi l’infarto, pensa anche e soprattutto pure alla lazzie ed al tuo presidente amico di Tavecchio che ha VARato il calcio italiano!!!

    P.S.
    MANCANO GIà TROPPI RIGORI ALLA ROMA, ..MAH

  8. Mi sorge spontanea una domanda. Ma tutte queste opinioni, sia favorevoli che contrarie. su i vari Totti societá etc le avete perché conoscete a fondo l’argomento? Vivete giornalmente la persona o la societá per dire ció che dite con tanta sicurezza? Non venitevene fuori con sono opinioni e siamo liberi di esprimerle. Certo che siete liberi, ma forse per quanto riguarda ció che veramente conosccete e non “per sentito dire”.
    Dimenticavo io ho assistito alla fusione delle societá per formare la societá Roma, avevo 46 anni. Ho visto la Roma di Ghiggia, di piedone. Ho visto lo scudetto del 42. Ho assistito alla vittoria nella coppa delle fiere. Ho cantato Ciccio Cordova, Amarildo Del Sol ogni tiro un gol. Prati fare gol alla Lazio sotto la pioggia con la prima corsa sotto la Sud. Il famoso 3 posto con tanto di uscita del libro l’anno d’oro della Roma. I giovani Conti, Di Bartolemei. Ho accompagnato Agostino a Milano e l’ho visto fischiato dalla Sud alla sua prima all’Olimpico da “nemico” (non lo sarebbe stato mai). Ne ho viste di tutti i colori ma questo no fa di me uno che sa come funzionano le cose in seno alla societá o conosce i giocatori come persone e non solo come atleti. Scrivo dal girone dei tifosi, che Dante scordó di mensionare, dove siamo costretti a leggere le certezze dei tifosi della nostra squadra. Mah! Forza Roma.

  9. Melli penso sempre a te…. È mi chiedo perché ti danno la possibilità ancora di parlare di Roma della Roma e di tante faccende di cui nn devi mettere bocca…. perché nn parli dei tuoi fenomeni sbiaditi?

  10. Ho letto con piacere questi tutti commenti su Totti e la Roma. Vi dico subito che, pur avendo una mia personale opinione, non parteggio per nessuno dei due schieramenti. Avete ragione e torto entrambi. e sicuramente sarò difficile che nel breve cambiate posizione o ammorbidiate i confronti. E’ assolutamente normale quello che sta accadendo. Come al funerale del grande Patriarca, dopo il momento dei pianti e delle celebrazioni, gli eredi cominciano a discutere dell’eredità spirituale o monetaria del Patriarca. C’è chi si lamenta per essere stato trattato male, chi invece lo difende come un santo. Cosi noi col grande Totti. Stiamo metabolizzando che oramai è defunto (come giocatore. ovviamente). Ma va bene così, ed era ora. Forza Roma.

  11. caro melli, nun vorei che te stai a scervellà troppo, tu grande romanista…ecco i perchè

    1 la roma sarà ancora più forte con shick
    2 verranno i tempi in cui Dzeko dovrà riposare
    3 non abbiamo speso 42 milioni, ne spenderemo si e no 9, è una boutade, quelli li spende chi lo comprerà dalla roma che li ritornerà alla samp..

  12. Ma stiamo ancora a parlare di Totti?
    Basta per favore, è stato un grande calciatore, un bravo ragazzo, un pessimo capitano e come dirigente non vale nulla perchè gli mancano cultura ed attributi, pertanto stiamo pari.
    Adesso cìè da pensare solo alla NOSTRA Roma.

  13. Ohibò … ma dare un opinione personale è un problema ? Mi spiego: io sono cresciuto con Falcao. Campione ? No, campionissimo. Uno dei più forti ad aver vestito la maglia della Roma. Di lui, però, non mi sono piaciute un paio di cose: il rigore con il Liverpool e la gestione della vicenda “figlio”. Sono opinioni personali .. nascono e finiscono lì.
    Se parliamo di Totti, vale lo stesso discorso: tra i più forti, se non il più forte che abbia giocato per noi.
    Se dico che non mi sono piaciute le interviste alla “Sensi” (solo con amici fidati), e se dico che avrei voluto vederlo davanti alla telecamera nei momenti difficili, non credo di insultarlo. Esprimo una mia opinione. E nessuno se ne deve avere a male perchè, magari, la penserà diversamente da me. Il giorno del suo addio, ho pianto. Ho rivisto l’addio in tv … ho pianto di nuovo. Per quello che lui ha rappresentato nella MIA vita. Non per questo ho cambiato idea su quelle cose che gli “rimprovero”.
    Il reato di “lesa maestà” non esiste più … c’è la diffamazione, ma non siamo a questo punto. @Anto58, @Fabiano .. hanno espresso un punto di vista. C’è chi condivide e chi no. Vivaddio si chiama democrazia.
    Buon week end a tutti !!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here