D’Ubaldo: “Roma da vertice con Schick e Karsdorp”

24

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Pomeriggio“Non sono mai stato contro Di Francesco. Ha dimostrato intelligenza, non è un integralista e l’ha fatto vedere. Florenzi forse è meglio di Salah, non so se farà gli stessi gol, ma di dà di più in altri settori del campo”. 

Guido D’Ubaldo a Radio Radio Pomeriggio“Di Francesco ha già dato prova di maturità vincendo a Milano e si è visto che i meccanismi che chiede sono stati assimilati. Con Schick e Karsdorp al rientro la Roma può lottare al vertice. Vedremo tanto turnover, questa è la forza di Di Francesco. Con Spalletti ci stavano i titolari e le riserve”.

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio“Sapevamo che Di Francesco fosse un allenatore valido, ma non condanno lo scetticismo che ci stava tra i tifosi. E’ stato bravo Eusebio a comunicare sicurezza e il suo vero valore. Mi sta piacendo dal punto di vista comunicativo, parla in modo più signorile rispetto a Spalletti. La Roma è depotenziata dagli infortuni, voglio vedere quando ci saranno tutti”.

Ivan Zazzaroni a Radio Radio“Non è un problema avere tanti giocatori forti. Le grandi squadre non si pongono problemi di lasciare in panchina giocatori da 90 milioni. La rosa della Roma è giovane e forte. Se la squadra continua a vincere chi se ne frega di lasciare fuori Schick o Karsdorp. Ancora non vedo il gioco di Di Francesco. Temevo la partenza di Szczesny, ma Alisson sta facendo molto bene. Se devo pensare alla squadra con più margini di crescita penso alla Roma”.  

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio: “Se Schick e Karsdorp non fanno i titolari bisognerebbe cacciare Monchi. La Roma non si può permettere di lasciare fuori due investimenti del genere. Secondo me la Roma ha avuto il calendario peggiore tra le grandi, nessuna squadra ha avuto 3 partite difficili all’inizio. Di Francesco fa variazioni da squadre importanti, riesce a cambiare le partite con le sue scelte come successo con Atletico e Milan. Lui sta facendo molto bene con una Roma indebolita dalle partenze di Salah e Rudiger e senza ancora i migliori acquisti a disposizione”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport“Dzeko come Batistuta? A Milano il bosniaco ha fatto un gol alla Batistuta, possiamo dire questo. Lasciamo perdere i paragoni. Dzeko è sicuramente il miglior attaccante della Roma americana, e ora è diventato anche un po’ più cattivo. E’ un grande attaccante sicuramente, ma i campioni sono altri. Ad oggi non ne vedo di campioni in Italia, forse può diventarlo Dybala”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport“Valutando l’intera carriera di Batistuta, c’è stato un momento in cui è stato il centravanti più forte del mondo. Dzeko non ha ancora finito, quindi è anche difficile fare paragoni tra i due. Giudichiamolo adesso: ora Dzeko è un grandissimo centravanti. Il gol di Milan è un gol da centravanti di razza. Nella prima stagione a Roma è andato male, ma tra lo scorso anno e questo, la musica è cambiata. Sa bene di essere un giocatore diverso, è in fiducia. Lo vedo in forma splendida. E’ tosto, difficile da buttare giù, e poi fa dei gesti tecnici superbi. Abbiamo di fronte un grande centravanti. Schick che parte esterno come fa Florenzi io non ce lo vedo, ma sinceramente non so quale sia l’idea di Di Francesco a questo proposito. Se dovessi scegliere io, metterei Dzeko e Schick davanti con il trequartista dietro. Pellegrini-Tardelli? I paragoni sono sempre un po’ forzati. L’unico che mi sento di fare al giorno d’oggi è quello tra Dybala e Sivori”.

Alessandro Austini a Tele Radio Stereo“Quando sento parlare Lorenzo Pellegrini mi torna alla mente il modo di comunicare di De Rossi. Ho pochi dubbi che la Roma arrivi tra le prime 3: la forza della squadra è la garanzia”.

Marco Tardelli a Tele Radio Stereo: “Pellegrini è un ottimo giocatore, crescerà. E’ uno che va dritto alla porta, sa inserirsi bene, poi ha qualità fisiche e tecniche. Nel centrocampo della Roma ci vuole un po’ più di rapidità, quella che ha Pellegrini. Strootman e De Rossi sono due ottimi calciatori, a Nainggolan piace stare un po’ più avanti. Pellegrini è l’uomo adatto per il centrocampo giallorosso. Anzi, è forse quello che dà quel qualcosa in più. La vittoria di San Siro dice che la Roma c’è, mentre non c’è il Milan. Vedo il Napoli giocare con divertimento, si conoscono a memoria. Però hanno un grosso problema: l’infortunio di Milik. Roma-Napoli sarà una partita difficile. La Roma inizialmente è stata sottovalutata, non è stato dato credito a Di Francesco. E’ un grande allenatore, ma necessita di un po’ di tempo. Deve amalgamare la squadra e deve prendere credibilità con i propri giocatori”. 

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Alla Roma do 7. Funziona la vecchia guardia: questa è la squadra dell’anno scorso con Florenzi e Kolarov, l’acquisto migliore. Cosa non va? La campagna acquisti, non abbiamo ancora potuto vedere i nuovi. Dzeko sta ribadendo quello che ha fatto l’anno scorso. Non ci sono novità, semmai ci sono i troppi infortuni che non vanno bene. Si stanno ripetendo di anno in anno”.

Franco Melli a Radio Radio:Do 7 e mezzo alla Roma. Dopo Inzaghi, Di Francesco è la sorpresa della stagione. Gli facevano la fossa in tanti prima del tempo, invece ha incontrato il calendario peggiore e deve ancora recuperare una partita. Cosa va? Dzeko e Alisson. Cosa non va? Il declino di Strootman. Tutto lascia pensare che sarà difficile il grande Strootman pre-infortunio”. 

Roberto Renga a Radio Radio: “Alla Roma do 7 e mezzo. Cosa va? Di Francesco. Eusebio sta dimostrando di valere. Poi vedo una squadra serena, matura e concreta, che sa sfruttare i momenti di debolezza degli avversari. Poi la miglior notizia è il recupero di Florenzi. Cosa non va? I troppi infortuni muscolari”.

Sandro Sabatini a Radio Radio: “Nonostante le titubanze di inizio stagione e le critiche per l’arrivo di Di Francesco, la Roma sta lì. Ora bisogna vedere la gara dopo la sosta contro il Napoli, se i giallorossi sapranno fare bene come ha fatto la Lazio nel primo tempo, che riuscì a mettere il Napoli alle corde. La squadra di Sarri ha avuto un calendario semplice fino ad oggi”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Che Inter e Roma avessero le migliori difese a questo punto del campionato, nessuno di noi l’avrebbe mai detto. Dopo tue turni in Champions mi aspettavo 4 punti, ma solo 3. Voto alla Roma in questi primi 40 giorni di stagione? Dico 7 e mezzo, soprattutto considerando i pochi gol subiti. In campionato, a parte l’Inter, c’è stato un percorso netto. E per vedere una Roma completa bisognerà ancora attendere 20 giorni”. 

Paolo Casarin a Tele Radio Stereo: “Chi crede che il calcio non debba andare incontro ai cambiamenti, ma sposa una linea conservativa, retrograda, non vuole il bene del calcio. Il VAR presenterà il conto sotto forma di selezione umana, perché a oggi si sta evidenziando che ci sono arbitri che possono continuare ad arbitrare anche sfruttando il mezzo tecnologico e arbitri che a ora dimostrano delle difficoltà. Non sopporto gli addetti ai lavori, quegli allenatori o calciatori che magari ritengono di aver subito un torto, che bocciano il VAR. Devono capire che loro non sono nessuno rispetto al calcio. Noi dobbiamo lavorare per i bambini, per quelli che oggi hanno dieci anni e un domani vorranno andare a vedere le partite di calcio. Si arriverà anche al tempo effettivo, perché i tempi morti non devono incidere sulle partite. Si sta lavorando per il calcio del futuro, che sia fruibile e che non allontani la gente dallo stadio. Ma serve la collaborazione dei calciatori, degli allenatori”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

24 Commenti

    • Hai ragione, però ha già fatto bene pure l’anno scorso.
      Inzaghi ha tutto del grande allenatore.
      La cosa buona per noi è che la Lazio non ha la panchina all’altezza e questo, a un momento o l’altro, si paga.

  1. Sabatini:”se i giallorossi sapranno fare bene come ha fatto la Lazio nel primo tempo, che riuscì a mettere il Napoli alle corde”.
    Si infatti hanno fatto cosi’ bene che alla fine hanno preso 4 gol 🙂 🙂 🙂
    Spero di fare peggio al primo tempo e vincere alla fine della partita!

    Forza Roma!

  2. Dzeko da super pippa….diventa Superman
    giornalai sempre più ridicoli.
    si attendono con ansia le zucchellate le spinellate e le ferrazzate del giorno….momenti di puro trash calcistico.

  3. Alessandro Austini a Tele Radio Stereo: o pochi dubbi che la Roma arrivi tra le prime 3.
    Ecco l’ambiente romano: basta una bella vittoria a San Siro e ci si lascia andare a panegirici superlativi e a simo i migliori. Dalla polvere all’altare e dall’altare alla polvere.

  4. Eh salutiamo tutti i grandi tifosi che scrivevano a inizio anno che la Roma dopo 4 giornate avrebbe avuto 3 punti e sarebbe uscita dalla champions!!!!!!!! Voi siete la nostra forza!!!!! Voi ci fate tifare ancora più la nostra immensa Roma…… per chi diceva che la Roma era scarsa che alisson era scarso…..che dzeko è na pippa…… che di Francesco non è un allenatore!!!! Ahahahaahahahhaha forza Roma!!!!!! E soprattutto tifate altre squadre!!!!! Forza Roma soprattutto quando perde!!!!!!! Daaaaajeeeeeeee!!!!!! Forza tutti i giocatori presidente dirigenti tutti!!!!!

    • Onestamente io avevo dubbi su Di Francesco, non tanto sulla sua capacità tattica,
      ma piuttosto sul fatto che potesse avere difficoltà di gestione dei calciatori.
      Ed in più penso tuttora che la rosa non sia al 100 per 100 ideale per il suo gioco.
      Con il Milan è stata una vittoria importante, anche se la partita della Roma secondo me non è stata perfetta. Ma di grande concretezza.
      Dopo le partite con Napoli e Juventus avremo la verifica definitva e tireremo le somme.

      • @Giovanni la tua autocritica ti fa onore,per il resto sono d’accordo con te,ed anche io,nonostante lo avessi messo al terzo posto in una classifica di preferenza(dopo Spalletti e Sarri)avevo qualche dubbio,ma devo ammettere che per ora mi ha stupito la sua personalita’ ed il suo eloquio senza fronzoli,per il gioco non sono cosi’ entusiasta ma diamogli il tempo e la possibilita’di giocare con tutti i titolari,ma diciamolo in silenzio,non vorrei che i tifosi “autentici”ci bollino subito come diversamenti tifosi,inoltre mi sono piacevolmente ricreduto su Kolarov,,su Dzrko avevo dei dubbi sulla sua cattiveria,ma sembra che finalmente abbia acquistato anche quella,un po’ di onesta’ intellettuale non guasta e sono contento di doverlo dire,forza Roma a tutti,anche ai diversamenti tifosi ed a quelli autentici

          • @Dzeko,non so se ce l’hai con me,vorrei dirti che ho scritto che avevo dubbi sulla sua cattiveria e non sulle sue capacita’ realizzative,è vero l’anno scorso ha fatto 29 goals ma ne ha sbagliati 100,per non parlare del primo anno,quindi i dubbi erano piu’ che legittimi,ma sono contento di essermi sbagliato

          • Poi me devono spiega’ chi è stato nella storia del campionato italiano a fare 70 goal in una stagione……. perché 29 li ha fatti…… dei 100 sbagliati se ne faceva la metà arrivava a 69 goal….. anche 29 goal sono pochi perché se ne mangia tanti….. vabbè…..ognuno ha la sua idea per carità….. ma ragionare non fa male… forza Roma forza dzeko soprattutto quando non segna!!!!!

          • Caro Balbo,non era necessario ne segnasse 50,è vero nessuno ha mai segnato 70 goal,ma bastava che ne segnasse 4-5 di quelli importanti,perche’ nel calcio spesso conta piu’ la qualita’ che la quantita’,comunque io avevo gia’ fatto volentieri autocritica,che vuoi fa’ mi voi ammazza’
            un saluto

  5. stiamo calmi abbiamo incontrato tutte squadrette, con l’Atletico ci ha detto bene … voliamo bassi … vediamo con il Napoli, se battiamo quella che ho ridicolamente sentito definire la migliore squadra europea, dove ci si interroga se il tridente Napoli vale quello del Barcellona … allora possiamo cominciare a ragionare, una cosa è sicura Napoli e Lazio al momento fanno talmente bene che possono solo fare peggio dopo, vedremo..

    • Il Napoli sta godendo ora i frutti di una preparazione mirata a entrare in forma subito, causa preliminari di Champions. Nessuno può dire se riusciranno a tenere questo stato di forma anche dopo natale.
      Riguardo alla preparazione della Lazio non so che dire, non mi interessa, faccio notare solo che non appena si è alzato un po’ il ritmo con le partite infrasettimanali, sono saltati tre difensori in una partita (Lazio-Napoli). Considerando anche la pochezza (numerica) della loro panchina, non so quanto riusciranno a tenere questo ritmo. Rischiano di fare come la Roma dell’anno scorso, che ha finito il campionato con i titolari bolliti.

    • C hai ragione ……. infatti non eri tra quelli che dicevano che il Milan era uno squadrone!!!!!! Sete popo coerenti…… squqdrette come Atalanta fuori casa….. inter….. Milan….. atletico…..viaggio della speranza in champions dove non vincevamo da anni…… su 8 partite 3 “abbastanza” facili…. mo so diventate tutte squadre da schifo…… ma non era la Roma che doveva arrivare ottava o nona????? Daje su….. forza Roma!!!!! Lascia perde!!!!!

  6. – molti stanno cadendo nel tranello ordito ad arte dai nemici giurati della Roma
    – il napoli è esageratamente pompato/sopravvalutato, dal nord soprattutto…
    – il napoli l’anno scorso come ha incontrato un real appena sveglio ne ha presi 6 tra andata e ritorno… vedendo il nostro centrocampo non abbiamo nulla da invidiare alle merengues…..
    – ma veramente vogliamo parlà dei formellesi? ogni anno partono a razzo e poi arrivano quinti/settimi/decimi… la farsa legalizzata da tavecchio, pupazzo de lotirchio…
    – ragioniamo: tutto sto culo per aver pareggiato con l’atletico. La rigiochiamo oggi sta partita? datemi l’inter di oggi e, soprattutto, la roma di oggi… finisce male per spalletti, molto male…..
    – melli ha bisogno di uno strizzacervelli, ha estremo bisogno di aiuto, salvatelo!

  7. A Milano i tifosi avevano il sorriso sulle labbra, ” finalmente il Milan!”. Vado in ufficio ed i laziali hanno detto di aver visto una squadra ridicola. Avranno confuso il milan con il Sassuolo? La Roma aveva fuori Scick, Karsdorp, Emerson Palmieri, Perotti( il Delvecchio del 2001 non so se mi spiego), Defrel, Nura, Luca Pellegrini ed ha perso Strottman dopo 30 minuti. Di contro aveva undici leoni arrabbiati in un’arena di 80000 persone. Ero molto molto preoccupato prima della partita, avrei firmato il pari. Alla fine la Roma e’ stata letteralmente snobbata addieittura il televideo mediaset non ha fatto alcun cenno neanche al risultato. Rimango scaramantico e dico che ci salveremo dalla B. Ma la squadra e’ in fase di amalgama, rientreranno infortunati e ci sara’ turnover grazie alle 3 competizioni, cresceranno Strottman, Dedrel, Gonalons, Bruno Peres e….ci divertiremo….ovvia
    mente…festeggiando la salvezza….. dita ibcrociate e voliamo bassi che… aspettavano il botto e so caduti dal trespolo!

  8. Elc…jone dove Sei?LALLOPUZZAPECORINO dove Sei?STEFANOCORTRATTORE dove Sei?DI FRA A CASA dove Sei?GASTSOAQUILOTTO dove Sei?NANDOMASSERIA dove Sei?Boh….la Merda DA LANCIARE sulla a ASROMA È FINITA?COME VOLEVASI DIMOSTRARE I PIGIAMATI MASCHERATI SO SPARITI DAL SITO….CIAO COMPLESSATI DAL 1900….

    • In compenso sono rimasti gli imbecilli come te,capaci solo di offendere,offendere,offendere, capisco che per te fare un discorso articolato è come scalare una montagna,ma puoi sempre provarci,coraggio!siamo tutti qui ad aiutarti,lo dice anche DeAndre che “dai diamanti non nasce niente e dal letame nasconi i fiori”c’è speranza per tutti anche per te

      • Ciao @Fabiano. E’ vero, non mi piace il modo come ha espresso il concetto .. ma il concetto resta. Mi spiego: qui ci sono alcuni tifosi che hanno espresso dubbi e che, magari, li hanno ancora. Ci sta e se tutto viene espresso con rispetto comunque per l’opinione altrui, meglio ancora.
        Poi ci sono quelli che appaiono .. sparano la “mi…iata” e poi spariscono fino alla prossima. In quel caso, o ci troviamo di fronte a pigiamati in incognito .. oppure a persone che non hanno il “coraggio” di confrontarsi. Guarda me e te, ad esempio: su alcune cose non la pensiamo allo stesso modo e ci mancherebbe .. ma se uno lo fa rispettando l’altro, si diventa amici … già siamo fratelli di tifo, no ?
        Forza Roma !!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here