Marassi è un tabù. 20 cose da sapere su Sampdoria-Roma

0

SAMPDORIA-ROMA – Pronti, partenza e via. La Serie A riparte dopo la pausa per le nazionali e ad aspettare la squadra di Eusebio Di Francesco, c’è subito una sfida ostica ed impegnativa: nell’anticipo di sabato alle 20.45, affronterà infatti la Sampdoria di Giampaolo, squadra che vuole confermare i buoni risultati della scorsa annata e continuare il trend positivo delle prime due giornate che la hanno vista uscire vittoriosa contro Fiorentina Benevento. Per la Roma, quella di Marassi, sarà subito una gara decisiva, con la vittoria come unico risultato disponibile per non perdere troppo terreno nei confronti delle prime della classe.

A come Attacco da migliorare – Con l’arrivo di Di Francesco probabilmente, ci si sarebbe aspettati un reparto offensivo subito pronto a fare faville, ma non è stato così. Infatti nelle prime due giornate, la Roma ha siglato appena due reti, di cui solo una da parte di un attaccante. A Genova sono attese risposte anche sotto questo punto di vista, con il tridente giallorosso che deve tornare ad essere il punto di forza della squadra, proprio come lo era lo scorso anno.

B come Barreto non al meglio – Il centrocampista paraguaiano è alle prese da alcuni giorni con un fastidioso mal di schiena. Negli ultimi giorni ha fatto intravedere dei miglioramenti, ma ad oggi sembra essere in vantaggio Linetty per prendere le chiavi del centrocampo della Samp.

C come Champions in vista – Quella contro una Sampdoria è una partita fondamentale per il campionato, ma sarà impossibile non pensare al prossimo impegno di Champions League, di martedì 12 settembre contro l’Atletico Madrid. Anche in virtù di questo infatti, sono previsti alcuni cambi di formazione.

D come Direttore di gara – Sarà Orsato a dirigere l’anticipo del sabato sera. Il bilancio della Roma con l’arbitro di Schio è in attivo: in Serie A si contano 10 vittorie, 9 pareggi e 5 sconfitte. Molte però, sono state le polemiche per questa assegnazione visto che, era proprio lui ad essere nella postazione del Var nella gara contro l’Inter.

E come Ex – Anche in questo match non mancheranno di certo gli ex. Aldilà dell’ultimo arrivato Schick, in maglia blucerchiata troveremo due vecchie conoscenze giallorosse: Caprari Dodò.

F come Florenzi scalpita – Ha giocato venerdì scorso contro la Chapecoense, mostrando un buono stato di forma, per essere un giocatore che non affrontava una partita di calcio da più di 10 mesi. Ora vuole tornare protagonista e nell’anticipo di sabato Alessandro Florenzi potrebbe essere utilizzato anche per un importante spezzone di gara. Piccola nota di colore: anche l’anno scorso prima del secondo infortunio, il jolly giallorosso era quasi pronto a rientrare proprio contro la Sampdoria.

G come Gonalons – Et voilà, Maxime! Finalmente pare sia arrivata l’ora della prima partita da titolare dell’ex capitano del Lione, da cui ci si aspetta una grande prestazione per arginare la manovra avvolgente e per vie centrali della squadra di Giampaolo.

I come Indisponibili – Nonostante molti calciatori siano stati recuperati per la sfida di sabato, restano ancora tra gli indisponibili tre elementi della rosa giallorossa, tra l’altro tutti giocatori di fascia: Luca Pellegrini, Emerson e Nura.

L come Largo a Edin – Il suo utilizzo non è mai stato in discussione, ma ora più che mai è il momento di puntare su Dzeko. Dopo aver avuto delle difficoltà nella prima partita di Bergamo, il bosniaco è stato autore di un’ottima partita con l’Inter, realizzando anche la rete del vantaggio. Stato di forma confermato anche in nazionale, dove ha firmato una doppietta contro il Gibilterra.

M come Mercato – Entrambe hanno vissuto un mercato frenetico, fatto di cessioni dolorose ma anche di grandi acquisti. Le strade delle due squadre, durante questa sessione estiva di calciomercato si sono incrociate due volte: se è vero che la Roma ha acquistato Schick dalla Sampdoria, è anche noto come Monchi si fosse interessato a Torreira, trovando però una ferma opposizione da parte di Massimo Ferrero.

N come Non c’è Muriel – E questo non può che essere un sospiro di sollievo per i giallorossi. L’anno scorso 2 gol in 2 partite contro la Roma, rappresentando una vera e propria spina nel fianco. Il colombiano in totale in carriera, ha siglato ben 7 gol contro la squadra capitolina.

O come Occhio alle altre – Mentre la squadra di Di Francesco sarà impegnata in una sfida alquanto impegnativa, turno agevole per le altre ‘big’ del campionato: la Juventus affronterà il Chievo, l’Inter troverà sulla sua strada la neopromossa SPAL ed il Napoli invece, si troverà di fronte il Bologna. Giornata difficile solamente per Lazio Milan, che si sfideranno domenica pomeriggio all’Olimpico.

P come Pallotta – Il tycoon statunitense è in arrivo nella capitale e seguirà la squadra nella trasferta ligure. L’ultima volta che il presidente ha seguito la Roma è stato lo scorso anno a Firenze, quando Badelj decise a favore della Fiorentina, una sfida dominata dai capitolini.

Q come Quasi al completo – La Roma si presenterà a Marassi con la rosa praticamente al completo, grazie ai recuperi di Bruno Peres, Karsdorp e Florenzi. Convocato ovviamente anche Patrik Schick, anche se probabilmente non ancora in condizione per partire con una maglia da titolare.

R come Ramirez – Dopo un’esperienza in chiaroscuro in Premier League, l’ex Bologna torna in Serie A per trovare lo smalto dei tempi migliori. Gaston Ramirez arriva a Genova per rinforzare la trequarti doriana e con poco tempo sembra già essere diventato un idolo della tifoseria blucerchiata.

S come Schick – Era l’uomo più atteso della partita, ma molto probabilmente non ci sarà. L’attaccante ceco, messosi in luce lo scorso anno con la maglia della Sampdoria, sabato non potrà tornare da ex a Genova. Il giocatore, infatti, durante l’allenamento di rifinitura, ha accusato un problema fisico che lo terrà fuori per il match contro la Samp e, forse, anche contro l’Atletico Madrid.

T come Tabù Marassi – Per la squadra di Di Francesco, Marassi non è mai stato un campo facile. Tradizione piuttosto sfavorevoli ai giallorossi, che in 59 precedenti hanno visto trionfare gli avversari ben 29 volte, con 21 pareggi e solo 9 successi. La Roma non espugna il Ferraris dalla stagione 2013/2014, quando Benatia e Gervinho firmarono il 2-0 finale.

U come Unico risultato – Dopo la sconfitta dell’ultimo turno contro l’Inter per 3-1, la Roma è chiamata ad una reazione forte con la vittoria come unico risultato ammesso, per non perdere il treno delle prime posizioni.

V come Viviano – Ci sarà ancora Christian Puggioni a difendere la porta blucerchiata nella sfida di sabato al Ferraris tra la Sampdoria e la Roma. Viviano è quasi recuperato, ma per via precauzionale resterà in panchina per rientrare al meglio per il prossimo impegno.

Z come Zapata – C’è grande curiosità attorno al potente attaccante colombiano, che arriva a Genova dopo un esborso di oltre 20 milioni di euro del presidente Ferrero. L’ex Napoli e Udinese, verrà quasi sicuramente impiegato a partita in corso e con la sua forza fisica potrebbe mettere in difficoltà la retroguardia giallorossa.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here