Manolas-Roma: si tratta

0

IL TEMPO (T.Maggi) – Roma-Manolas, è partito il tira e molla per il rinnovo di contratto. L’accordo non è vicino ma il difensore greco ha dato la sua disponibilità a proseguire il rapporto con il club giallorosso anche per i prossimi anni: il suo contratto scade nel 2019 e la Roma è pronta a trattare. Sono già partiti i primi contatti tra le parti, Monchi è consapevole di avere questa priorità nella sua agenda di mercato. La distanza da colmare, però, c’è ed è anche importante: il greco chiede un aumento sostanzioso di stipendio, attualmente guadagna 1,6 milioni di euro a stagione ma la sua idea è quella di allinearsi ai top player della squadra e arrivare a percepire una cifra intorno ai 4 milioni. Troppi per la Roma che offre un contratto che oscilla tra i 2,5 e i 3. Insomma la situazione ancora non si è sbloccata, il divario tra le parti ci fa capire che una soluzione non può essere imminente ma l’idea di arrivare a dama esiste: il giocatore sa di avere il coltello dalla parte del manico, anche in virtù di un contratto in scadenza tra meno di due anni, ma si è anche convinto di non fare uno sgarbo alla Roma. Manolas sta bene nella Capitale anche se questa estate è stato ad un passo dal mollare tutto e volare in Russia: l’offerta dello Zenit era di quelle che possono far girare la testa a un calciatore, lui si era convinto ad accettare poi all’ultimo momento è arrivato il clamoroso dietrofront.

La questione della valuta (il giocatore si era detto contrario al pagamento in rubli) in realtà nascondeva altri dubbi: il greco semplicemente non se l’è sentita di andare a San Pietroburgo e non ha potuto fare altro che lasciare i russi sull’altare e dire di no a un’offerta ricchissima. Un «niet» che non ha fatto piacere alla Roma e che ha scombinato le carte di Monchi, costretto a dover subito vendere Rudiger al Chelsea per questioni di bilancio. L’inevitabile tensione creatasi tra il club e Manolas non è durata molto: il greco alla fine è rimasto a Roma, instaurando anche un buon rapporto con Di Francesco che lo considera adesso una colonna portante del reparto difensivo. «È una grande persona e diventerà un grande allenatore – ha rivelato Manolas prima dell’ultima sfida con il Milan – è una persona seria che ama impegnarsi, spero che questa stagione possa dargli soddisfazioni, lo merita davvero».

Parole da leader che arrivano dopo un primo scorcio di campionato giocato su ottimi livelli da Kostas. E la società? Tornato il sereno, il club ha subito messo tra i suoi obiettivi quello di sedersi al tavolo con il procuratore del centrale e cercare di trovare un accordo per il prolungamento. Anche in ottica di un’eventuale cessione futura: per questo tra le parti si discute anche dell’inserimento di una clausola rescissoria che il giocatore vorrebbe inferiore ai 40 milioni di euro. E’ il classico gioco delle parti con un finale ancora da scrivere: da un lato c’è un club che vuole blindare il suo leader difensivo, dall’altra c’è un calciatore che ha dato la disponibilità a restare ma a determinate condizioni. La trattativa sta per entrare nel vivo.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here