Il Liverpool non decolla, ma Salah non sbaglia un colpo

0

APPROFONDIMENTO SALAH LIVERPOOL – Quarantadue milioni + 8 di bonus è la cifra che ha permesso al Liverpool di strappare il sì della Roma alla cessione di Mohamed Salah. L’egiziano con la maglia giallorossa ha collezionato in totale 83 presenze dalla stagione 2015/16 alla stagione 2016/17. La cessione dell’ex numero undici ha suscitato parecchio malumore nell’ambiente romano soprattutto per il mancato acquisto, a detta di molti, di un sostituto in grado di sopperire al vuoto lasciato in eredità. Salah nella passata stagione ha totalizzato ben 15 reti in Serie A più altre 4 tra Coppa Italia e Europa League. Oltre ai gol l’esterno africano si è reso protagonista di numerosi assist, 14 solo lo scorso anno.

IL PASSATO IN PREMIER LEAGUE – Per l’egiziano classe ’92 non è la prima esperienza in Premier League. Nel gennaio del 2014 Salah passò dal Basilea al Chelsea per una cifra poco superiore ai 15 milioni di euro. La prima avventura nel campionato inglese non fu però indimenticabile visto che nei 12 mesi passati in maglia blues, il velocissimo attaccante riuscì a trovare spazio solamente in 19 occasioni tra campionato, Champions League e coppe nazionali.

IL LIVERPOOL DOPO LA ROMA – Le due stagioni in maglia giallorossa hanno decisamente fatto fare un passo importante nella carriera di Mohamed Salah. L’egiziano dopo lo splendido campionato con la Roma ha deciso di tuffarsi per la seconda volta nel campionato inglese. In maglia reds però le cose sono decisamente migliorate rispetto alla prima apparizione in Premier. Nelle 16 presenze con la casacca del Liverpool ha messo a segno già 10 gol e 4 assist. Se personalmente non ha da recriminarsi nulla fino a qui, non si può dire lo stesso del rendimento della squadra. Gli uomini di Jürgen Klopp in campionato non volano e dopo dieci giornate dal via si trovano in sesta posizione, lontani 12 punti dal Manchester City capolista. Meglio nel cammino europeo dove nel ‘Girone E’ guidano il raggruppamento con 8 punti.

SALAH EROE D’EGITTO – Nella sua nazionale è sicuramente la punta di diamante ma a rendere il suo nome ancora di più indelebile è stata la doppietta realizzata contro il Congo l’8 ottobre 2017.  In quell’occasione l’Egitto si giocava la qualificazione ai prossimi mondiali a Russia 2018. Suo il gol che ha permesso alla squadra di Héctor Cúper di passare in vantaggio e quando tutto sembrava fatto, all’87’ arrivò la doccia gelata che vide il Congo pareggiare con Bouka Moutou. Dall’inferno al paradiso in pochi istanti perché nei minuti di recupero Mohamed Salah riuscì a firmare, dal dischetto, il gol dello storico 2-1 che ha permesso alla nazionale egiziana di qualificarsi ad un mondiale a distanza di 28 anni dall’ultima apparizione. L’importanza di quei due gol lo dimostra anche la sua presenza nella lista dei 30 giocatori che si contenderanno il titolo di miglior calciatore dell’Africa.

Daniele Matera

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here