CONFERENZA STAMPA DEFREL Gregoire Defrel, nuovo acquisto della Roma, si presenta ai giornalisti e alla piazza giallorossa. L’attaccante capitolino, accompagnato dal ds Monchi, interviene alle 13.30 presso la sala conferenze del centro sportivo Fulvio Bernardini di Trigoria.

Da Trigoria 
Giacomo Carrieri

LA CONFERENZA 

 

Parla Monchi: “Buongiorno, come ho già detto in altre presentazioni sono molto contento, soddisfatto e grato per lo sforzo e per la volontà di venire a Roma avendo offerte da parte di alcuni club inglesi importanti che lo volevano. Sono molto contento per la sua volontà di venire, gli auguro il meglio e di fare grandi cose qui”.

Censi Roma Radio a Defrel: importanza Di Francesco per la tua crescita e per venire a Roma?
“E’ stato molto importante per me, mi ha cambiato ruolo, mi ha fatto diventare punta e mi ha insegnato i movimenti dell’attaccante. In questi 2 anni ho vista molta crescita”.

A Monchi: Importanza Di Francesco per l’arrivo di Defrel?
“Il mio modo di lavorare da quando sono ds è sempre lo stesso. Non c’è una richiesta pressante dell’allenatore, si decide un profilo che si decide insieme e si prende una direzione sportiva. In questo caso ci serviva un giocatore che facesse la punta e l’esterno. Avevamo diverse opzioni ma l’allenatore lo conosceva, a me piaceva dai tempi del Siviglia quindi perché complicarsi la vita”.

Calicchia Roma Tv a Defrel. Come immagini il tuo esordo?
“So che sarà diverso da Sassuolo ma a me piace. So che la Roma ha una grande tifoseria, sono caldi. L’Inter? Sono due top club della Serie A e saremo pronti perché stiamo lavorando bene”.

A Monchi: Cosa si aspetta da queste due partite che la squadra giocherà in Spagna?
“Mi aspetto un’evoluzione rispetto alle partite disputare negli Stati Uniti, spero che la squadra continui ad acquisire i concetti del mister e così sarei già soddisfatto. Conta più vedere la crescita della squadra che il risultato, se poi arrivano le vittorie meglio”.

Mangiante Sky Sport a Defrel: hai affrontato la Roma da avversario. Se con questi basi tecniche la Roma deve puntare allo scudetto?
“La Roma è una grande squadra. Abbiamo visto nei campionati precedenti che è una squadra che può vincere lo scudetto. Per me con Dzeko davanti e con altri calciatori, è un gruppo importante”.

A Monchi: Aggiornamento su Mahrez, se si è complicato o è ottimista o alternative e se tra queste c’è Cuadrado?
“Io sono ottimista di natura, per come affronto la vita. La verità è che la Roma sta facendo tutto il possibile per prendere il calciatore e se la mia memoria non mi inganna l’ultima offerta è un’offerta di dominio pubblico ed è la più alta della storia della Roma. Ad oggi siamo in attesa di una risposta. Stiamo lavorando su altre opzione perché lo sforzo della società è già molto vicino al limite perché l’offerta fatta è già importante. Se prenderemo un altro calciatore non ci rimprovereremo nulla perché abbiamo provato fino alla fine. Tutto dipende dalla volontà o meno del Leicester di cederlo”.

Zucchelli Gazzetta dello Sport: La tua voglia di Roma nasce già a gennaio?
“Ho sentito il mio procuratore che mi ha detto dell’interesse della Roma per me già a gennaio. Poi per altre cose e con il Sassuolo ho deciso di restate lì. Speravo già che in questo mercato ci sarebbe stata la possibilità. Avevo altre offerte me nella mia testa c’era solo la Roma e non avevo dubbi e ho detto subito di sì”.

A Monchi: Cosa può dare De Sanctis e se vuole commentare le scritte:
“Sulla seconda parte non ho nulla dire. Penso che la società abbia fatto un ottimo acquisto: intelligente e che può dare un contributo agli obiettivi della società”.

D’Ubaldo Corriere dello Sport: Ti senti pronto a giocare sia attaccante che esterno o solo prima punta?
“Sono due anni che faccio la punta, ma anche in passato ho giocato esterno, un ruolo in cui so giocare. Da quando sono qui l’ho fatto con la Juve e Tottenham, mancavano un po’ le gambe ma mi sono trovato bene e i compagni mi hanno aiutato. Sono pronto a tutto e ovunque mi metta il mister farò il mio meglio”.

A Monchi: Il Leicester non ha bisogno di vendere e non ha mai fatto un prezzo per la cessione. Pensate di aumentare l’offerta con le uscite di Sadiq e Iturbe o di fare affidamento sulla volontà di Mahrez di lasciare il Leicester?
“L’offerta che ha fatto la Roma è senza considerare le uscite. Ripeto mi sento contento nello sforzo che la Roma sta facendo per acquisire il calciatore. Voi siete qui da prima di me e ricorderete quante offerte ci sono state sopra i 30 milioni. Il calciatore è giusto che rispetti il suo club attuale”.

Austini Il Tempo: Sai che gli attaccanti vengono considerai in base ai gol, il tuo obiettivo se lo hai? Li festeggerai come a Sassuolo.
“Sì siamo giudicati sui gol ma ogni anno voglio migliorare. E’ quello il mio desiderio. L’esultanza p una cosa tra me e i miei amici di Parigi, la faccio ogni tanto e non a tutti i gol. La polemica è per il gesto per il periodo brutto che c’era a Parigi, poco educativo per i bambini. Se lo faccio è perché mi viene naturale”.

A Monchi: Punta ad avere la squadra pronta per l’inizio del campionato o aspettare anche il 31 agosto per il tassello giusto?
“Preferisco avere i giocatori oggi che domani ma la squadra ha la qualità adatta per affrontare la prima partita che se c’è questa casella mancante”.

Fagnano Retesport: Cosa puoi apprendere da Dzeko?
“Tante cose perché è un grande attaccante. In allenamento lo guardo sempre e davanti la porta non sbaglia quasi mai, è veramente forte. Abbiamo caratteristiche diverse ma veramente mi piace molto”.

A Monchi: Agguato Juventus su Strootman. C’è una clausola non valida per agosto se ce lo può confermare ma nel caso arrivasse un’offerta superiore se la Roma può considerarla?
“No non c’è alcun tipo di riscontro rispetto alle notizie degli ultimi giorni. Siamo concentrati unicamente a completare la squadra con l’arrivo di un esterno d’attacco e non c’è altro da dire”.

Parisi Centro Suono Sport: Al suo esordio in Europa ha fatto 4 gol in 8 partite, ti senti pronto per la Champions League?
“Sì, l’Europa Leaguea era una cosa nuova per me ma penso di aver fatto bene e sono contento. Ora c’è la Champions League e come ho detto mi sento pronto e sono carico e con l’aiuto dei compagni e del mister sono sicuro possiamo fare bene anche in Champions”.

A Monchi: Oggi Totti ha assistito all’allenamento: quanto è stato strano vedere Totti senza gli abiti di calciatore. Vi siete detti qualcosa?
Effettivamente è un po’ strano ma al tempo stesso è bello perché a breve potrò lavorare al suo fianco. Sensazioni miste ma di soddisfazione. A breve sarà con noi e voleva sapere come stesse la squadra, andassero gli allenamenti. E’ una cosa magnifica per la squadra”.

FINE

ROMANEWS.EU SEGUE L’EVENTO IN TEMPO REALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

4 Commenti

  1. Defrel,capisco che tu dica “possiamo vincere” , del resto vieni da una squadra di serie B come il Sassuolo, ma qui a Roma ci aspettavamo nomi piu’ blasonati rispetto al tuo ….. allora si che avremmo potuto credere “possiamo vincere”.
    Ancora grazie all’ ultras del Siviglia Monchi e a questa società ….. lasciate la Roma in fretta,Roma vuole vincere.

  2. Defrel e stato preso per fare la riserva e come tale e un signor giocatore. Dzeko non le puo fare tutte le 50 partite, quindi ci sara bisogno di tutti. Poi dite di non essere pigiamati…

LASCIA UN COMMENTO