L’identikit: alla scoperta di… Nastasic, il difensore moderno

0

L’IDENTIKIT DI NASTASIC – Matija Nastatic è un difensore mancino serbo nato a Valjevo il 28 marzo dl 1993, alto 1.87m per 80kg che veste la maglia dello Schalke 04 in Bundesliga. Da sempre considerato un grande talento, la sua carriera risente del trasferimento al Manchester City dove le cose non so andate nel modo sperato e della rottura del tendine d’Achille del 15 agosto del 2015. Nonostante questo può vantare una notevole esperienza europea a soli 24 anni e caratteristiche fisiche e tecniche molto interessanti. Andiamo alla scoperta del giocatore analizzando la sua storia e le sue caratteristiche.

CARRIERA – Muove i primi passi in alcune formazioni cittadine della Serbia centrale come il Valis, lo ZSK e l’FK Budućnost (squadra che attualmente fa parte del campionato del Montenegro con l’indipendenza ottenuta nel 2007). Durante una partita con una selezione serba viene notato dal Partizan Belgrado che lo inserisce nel proprio vivaio dove milita sino al 2010, anno in cui si trasferisce in prestito al Tekeoptik collezionando 21 presenze attirando le attenzioni della Fiorentina che lo acquista il 13 dicembre dello stesso anno, lasciandolo nel club serbo fino a fine stagione. Con la maglia viola disputa 26 partite, trovando per 2 volte la via della rete ma la lascia l’estate seguente per volare in Inghilterra al Manchester City che lo paga 16 milioni più il cartellino di Savić. Gli anni oltremanica però sono avari di soddisfazioni e dopo 34 presenze in 2 anni e mezzo – riuscendo a vincere un campionato e una coppa di lega – cambia nuovamente nazione: ad accoglierlo c’è la Bundesliga e la maglia blu dello Schalke 04 che lo preleva in prestito per poi annunciare il riscatto solo 2 mesi dopo. La sua avventura con il club di Gelsenkirchen inizia bene ma si interrompe bruscamente a causa della rottura del tendine d’Achille del piede sinistro che lo tiene lontano dai campi per tutta la stagione 2015-16. Con la maglia della Serbia è sempre stato un punto di riferimento delle diverse selezioni essendo anche capitano nell’Under 17. L’esordio con la nazionale avviene nel 2012 nell’amichevole contro Cipro finita 0-0 e da quel giorno sono 23 i gettoni con le ‘Aquile Bianche’.

CARATTERISTICHE – Nastasic è un difensore moderno: abbina ad un gran fisico, elevate capacità tecniche che gli consentono di impostare il gioco dalla retroguardia e di essere sempre nel vivo della manovra anche con qualche sporadico inserimento palla al piede.Il suo punto di forza è il gioco aereo in cui sfrutta al meglio la sua statura, che lo rende decisivo sui calcia piazzati sia nella propria area di rigore e sia in quella avversaria. Molto disciplinato e intelligente tatticamente, il suo problema maggiore risiede negli alti e bassi a livello di concentrazione che lo portano a combinare qualche errore grossolano, dovuti anche ad alcuni leziosismi di troppo che ogni tanto si concede. A livello fisico la rottura del tendine rappresenta comunque un infortunio grave del quale bisogna tener conto.

CURIOSITÀ – Nel 2012 viene inserito da Don Balón nella classifica dei migliori talenti nati dopo il 1991 e nel corso della sua carriera è stato sempre paragonato a Vidic, un altro grande difensore serbo. Nell’anno in cui conquista la Premier League in una partita memorabile, il gol del 2-2 (prima del definito 3-2 di Aguero) porta la firma di Edin Dzeko che potrebbe ritrovare nella capitale.

Giacomo Carrieri

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here